Il corpo è la mia grande ragione. Esso non dice IO. Esso fa IO. C'è più verità nel corpo che in tutte le religioni e le filosofie della Terra. Siamo una parte della Natura e della Terra. Vivi in sintonia con il tuo corpo e con la tua vita con la Natura e con la Terra. Prendi dalla Natura e dalla Terra solo ciò che ti è necessario. Segui sempre i ritmi della Natura. Tratta tutti gli esseri viventi con rispetto. Tra gli esemplari della specie Homo Sapiens tratta con rispetto solo quelli che trattano con rispetto te e tutti gli esseri viventi. Il senso della vita è la vita e non esiste alcun "senso della vita" al di fuori della vita stessa. L' esemplare della specie Homo Sapiens in sintonia con il suo corpo e con la sua vita con la Natura e con la Terra è un animale sano che sente istintivamente che il senso della vita è la vita e sente istintivamente cos'è bene per la Vita per la Natura e per la Terra e cos'è male per la Vita per la Natura e per la Terra. L'esemplare della specie Homo Sapiens che ha perso la sintonia con il suo corpo e con la sua vita, con la Natura e con la Terra e cerca "il senso della vita" al di fuori del suo corpo e della sua vita è un animale malato che ha perso ogni rapporto con il suo corpo e con la sua vita con la Natura e con la Terra, pericoloso per la Vita, per la Natura e per la Terra. AUT AUT O la Vita, la Natura e la Terra come valore o il denaro e il profitto come valore. AUT AUT O una società sana che abbia la Vita, la Natura e la Terra come valore. O una società malata che abbia il denaro e il profitto come valore. Il corpo è la mia grande ragione. Esso non dice IO. Esso fa IO. C'è più verità nel corpo che in tutte le religioni e le filosofie della Terra. Siamo una parte della Natura e della Terra. Vivi in sintonia con il tuo corpo e con la tua vita con la Natura e con la Terra. Prendi dalla Natura e dalla Terra solo ciò che ti è necessario. Segui sempre i ritmi della Natura. Tratta tutti gli esseri viventi con rispetto. Tra gli esemplari della specie Homo Sapiens tratta con rispetto solo quelli che trattano con rispetto te e tutti gli esseri viventi. Il senso della vita è la vita e non esiste alcun "senso della vita" al di fuori della vita stessa. L' esemplare della specie Homo Sapiens in sintonia con il suo corpo e con la sua vita con la Natura e con la Terra è un animale sano che sente istintivamente che il senso della vita è la vita e sente istintivamente cos'è bene per la Vita per la Natura e per la Terra e cos'è male per la Vita per la Natura e per la Terra. L'esemplare della specie Homo Sapiens che ha perso la sintonia con il suo corpo e con la sua vita, con la Natura e con la Terra e cerca "il senso della vita" al di fuori del suo corpo e della sua vita è un animale malato che ha perso ogni rapporto con il suo corpo e con la sua vita con la Natura e con la Terra, pericoloso per la Vita, per la Natura e per la Terra. AUT AUT O la Vita, la Natura e la Terra come valore o il denaro e il profitto come valore. AUT AUT O una società sana che abbia la Vita, la Natura e la Terra come valore. O una società malata che abbia il denaro e il profitto come valore. Giamba2016 | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

Giamba2016
"Animale terreno consapevole" e/o "Genus fictus natura et historia" e/o "Io sono una forza del passato solo nella tradizione è il mio amore" sono tre modi diversi di dire la stessa cosa


Diario


16 gennaio 2019

Bomba alla pizzeria Sorbillo di Napoli. Il mio abbraccio, la mia solidarietà ed il mio pieno sostegno alla famiglia Sorbillo e a tutti i napoletani onesti che vivono del loro lavoro.


Riapriranno subito.

E bomba o non bomba 

andremo tutti a mangiare 

la pizza da loro.

Il mio abbraccio

la mia solidarietà 

ed il mio pieno sostegno

 alla famiglia Sorbillo 

e a tutti i napoletani onesti 

che vivono del loro lavoro.


Giamba Libero Pellei


Napule è mille culure
Napule è mille paure
Napule è 'a voce d' 'e criature
che saglie chianu chiane
e tu saje ca nun si sulo

https://www.youtube.com/watch?v=8yoar_oBwE4


Questo è un uomo operoso e dignitoso con vetrata devastata da una bomba, un uomo che ha evidentemente il coraggio del rifiuto, e questa è la diavola con funghi di Sorbillo, prova lampante dell’esistenza di dio, dice il poeta, eppure nient’altro che una pizza, acqua farina lievito pummarola e un segreto impenetrabile che resiste alle imitazioni.

La pizza di Gino Sorbillo Artista Pizza Napoletana, oltre ad attingere le vette del sublime in senso kantiano, è divenuta nel tempo, perché importa questo, icona trendy, calamita turistica, il luogo della pizza gourmet e della pizza sospesa: uno dei simboli dei Tribunali, di fronte al Diaz, dove ha studiato Pino Daniele e dove il culto e la memoria di Pino Daniele sono ancora così vivi e vitali, a uno sputo da San Lorenzo San Gaetano San Gregorio Armeno, da Napoli Sotterranea, icone della riqualificazione tentata di un luogo di bellezza abbacinante, le spie di un tentato nuovo radicamento pulito su un territorio meraviglioso e martoriato, apertissimo ai turisti.

Poi però se vuoi fare l’imprenditore serio, lungimirante, che pianifica, che crea aperture, che esporta se stesso e la propria cultura, e, ovviamente, fa i soldi, allora ti vengono a bussare alla porta, e la bomba, come cinque anni fa l’incendio, foss’anche per le solite questioni di racket non è semplice esibizione di paranzeria, ma si carica di un valore simbolico debordante, implica un “qui lo stato siamo noi”, “qui non si libbbera il resto di niente”.

No, non ho la soluzione, ma non riesco a stare zitto, ad esempio sulle videocamere promesse e mai realizzate, sulle istituzioni locali da passerella e su quelle nazionali latitanti, e pure sulla montagna di merda autorigenerante che qui nessuno riesce, e altrove nessuno ha interesse, a sciacquonare nelle fogne.

Attendo il Godot che curi il cancro che continua a dilaniare Napoli, a mezzogiorno come alle cinque della sera, Napoli e i suoi poveri meravigliosi maledetti quartieri e rioni in balia dell'anarchia criminale che bussa stanotte a Sorbillo, ieri a Poppella alle sette del mattino alle 7 e mezzo del mattino quando la luce rischiara gli zaini dei ragazzi già in strada, l’altro ieri alla salumeria di Ciro Scarciello, e domani chissà, lo attendo anche combattendo stotytellings fasulli e in malafede così come omertà preconcette di chi nulla vuol sapere, per paura o negazionismo, certo “ma guarda intorno a te che doni ti hanno fatto ti hanno inventato il mare, ti sembra niente il sole”, non siamo a Pordenone, ma non so gli altri, io mi sono rotto degli e allora il PD, e dunque ci sarà difetto di prevenzione e scarsezza di repressione, però questi non sono piccoli episodici problemi ma un virus endemico e strutturalmente attivo e persistente, su cui non puoi limitarti a tenere il carro per la scesa mettendolo sotto il tappeto o derubricandolo a colpo di coda di un mostro ormai sconfitto.

Solidarietà a Gino Sorbillo, e che sia attiva, fatta di presenza, di aggregazioni spontanee dal basso e di provvedimenti feroci dall’alto, non facciamoci scippare pure la migliore delle nostre pizze, santi Numi.

Forza Napoli sempre. La città.


Tratto dal profilo facebook di Enrico Ariemma:

https://www.facebook.com/enrico.ariemma








permalink | inviato da _Giamba_ il 16/1/2019 alle 11:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia     dicembre   <<  1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10  >>  
 
 




blog letto 2800312 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

diario
Terapia intensiva di disintossicazione musicale
MoVimento Cinque Stelle
Coglioni e coglionatori
Specchietti per le allodole
I misteri della poltica
Le donne e l'amore
Buone notizie
Una risata vi seppellirà
I teoremi dello zio Giamba
Ma quanto so' buoni 'sti ebrei !
L'arte che mi piace
Il cinema che mi piace
Signoraggio bancario
Altra informazione
Il lento ma inesorabile degrado dei sinistri
Ogni comunità è sempre e comunque una mafia
I contributi di Giovan Maria Catalan Belmonte
Mi beo degli zotici
Angoscia. illusione, mistificazione, controllo
Il paese della libertà ? Maddechè ?
Friedrich Wilhelm Nietzsche
Max Stirner
Detti e citazioni latine
Comunicando con gli altri bloggers
Zia Democra
I Taliani
Cultura identitaria
AUT AUT O la vita come valore o il denaro come valore
Il cristianesimo è un delirio contro natura
L'unica realtà che esiste è l'individuo
Pier Paolo Pasolini
I coatti mentecatti della società dei consumi
L’ insostenibile leggerezza dell’ essere
Il gioco E’ le sue regole
Il pericoloso delirio della Fede nell’ Umanità;
Uscire fuori dalla logica economica
Chi crede avvelena anche te ! Digli di smettere !
Il virus Rousseau
Nativi americani
Buffoni di corte
Ezra Pound
Mio figlio è un uomo di successo ! Mi dispiace signora...
Arguti cialtroni
La televisiun la t'endormenta come un cujun
La società umana o è patriarcale o non è
Totò
Vaticano S.P.A.
Pantelleria
Ma l'Italia è in grado di dare nutrimento a tutti 'sti immigrati ?
Habere non haberi
Teste di prete
Apologia dello stronzo
Don Matteo Renzie: il pretino democristiano
Luigi Pirandello
Julius Evola
Sub specie aeternitatis
Mass media e manipolazione

VAI A VEDERE

Giamba Facebook
Giamba Twitter
Il fatto quotidiano
Wikileaks
NO TAV
Anticapitalismo
Altra Informazione
Cambiare stile di vita
Manifesto antimodernità
Lettera del capo indiano Seattle al presidente USA


  Genus fictus natura et historia.

Animale terreno consapevole

in sintonia

con il corpo e con la vita,

con la Natura e la Terra.

  Tutti i miei posts 

sono pubblicati

 anche sul mio profilo facebook

www.facebook.com/giamba.pellei  

  Tutti i miei tweets

sul mio profilo twitter

https://twitter.com/GiambaLibero

   Il corpo

è la mia grande ragione.

  Esso non dice IO.

    Esso fa IO.

   C'è più verità nel corpo 

 che in tutte

le religioni e le filosofie

  della Terra.

L'unica realtà che esiste

è l'individuo.

  La cosiddetta "comunità" 

   è un'invenzione

di ricchi e potenti,

  ed è sempre e comunque

una mafia,

  creata

per annichilire gli individui,

 omologarli in un gregge

  e portarli tutti insieme

a tosare

per far lana per il padrone.

 
 

 

CERCA