Vivete da animali terreni consapevoli. In sintonia con il corpo e con la vita, con la Natura e con la Terra. Vivete da animali terreni consapevoli. Consapevoli di essere un fenomeno naturale ed una parte della Natura e della Terra, come tutti gli altri esseri viventi. Vivete da animali terreni consapevoli. Consapevoli della realtà naturale della vita e della morte, della naturale precarietà dell' esistenza e dell' assoluta estraneità degli altri. Vivete da animali terreni consapevoli. Seguite sempre i ritmi della Natura e della Terra e prendete dalla Natura e dalla Terra solo ciò che vi è necessario, consumando solo ciò di cui il vostro corpo ha bisogno per stare bene: cibo e acqua q.b., aria pura da respirare, una sana attività fisica e sessuale, un’ esistenza legata ai ritmi circadiani, otto ore per notte di sonno. Vivete da animali terreni consapevoli. Il corpo è la grande ragione. Esso non dice IO. Esso fa IO. C'è più verità nel corpo che in tutte le religioni e le filosofie della Terra. Vivete da animali terreni consapevoli. Trattate tutti gli esseri viventi con rispetto. Tra gli esemplari della specie Homo Sapiens trattate con rispetto solo quelli che trattano con rispetto voi e tutti gli esseri viventi. Vivete da animali terreni consapevoli. Il senso della vita è la vita e non esiste alcun "senso della vita" al di fuori della vita stessa. Vivete da animali terreni consapevoli. AUT AUT. O la Vita, la Natura e la Terra come valore. O il denaro e il profitto come valore. AUT AUT. O una società sana che ha la Vita, la Natura e la Terra come valore, che tuteli la Vita, la Natura e la Terra. O una società malata che ha il denaro e il profitto come valore, che distruggerà la Vita, la Natura e la Terra. La cosiddetta "comunità" è il gregge in cui i pochissimi che possiedono tutta la ricchezza e tutto il potere raccolgono tutti gli altri esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens, per portarli tutti insieme a tosare per far lana... | Giamba2016 | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

Giamba2016
"Animale terreno consapevole" e/o "Genus fictus natura et historia" e/o "Io sono una forza del passato solo nella tradizione è il mio amore" sono tre modi diversi di dire la stessa cosa


Diario


1 ottobre 2019

La cosiddetta "comunità" è il gregge in cui i pochissimi che possiedono tutta la ricchezza e tutto il potere raccolgono tutti gli altri esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens, per portarli tutti insieme a tosare per far lana...



dopo averli trasformati da individui sani, forti e liberi a miti e docili pecorelle usando la "diseducazione cristiana" per infilare nei loro cervelli il delirio contro natura e contro la vita chiamato "cristianesimo".

La cosiddetta "comunità" nasce come risposta all' angoscia generata negli esemplari più deboli della specie Homo Sapiens Sapiens dalla consapevolezza che essi stessi e tutti i loro simili si occupano solo e soltanto di se stessi, guidati dal loro istinto di sopravvivenza:

in primis sopravvivere come individui, procacciandosi tutto ciò che serve per la sopravvivenza individuale,

e in secundis far permanere il proprio corredo genetico sulla Terra, accoppiandosi con un esemplare dell' altro sesso della stessa specie per generare cuccioli ed occupandosi poi dei cuccioli generati, procacciandosi tutto ciò che serve per la loro sopravvivenza, per aumentare le loro probabilità di sopravvivenza, e, conseguentemente, le probabilità di sopravvivenza del proprio corredo genetico sulla Terra.

Si può ben dire, dunque, che la cosiddetta "comunità" nasce dalla paura dell' altro e della libertà dell' altro, dalla paura della libertà individuale,

in particolare dalla paura che gli esemplari più deboli della specie hanno della libertà dei loro simili, che percepiscono come più forti, finendo per vivere la loro libertà come un pericolo per la loro vita.

Per cancellare la libertà dell' altro dunque, che vivono come un pericolo per la loro vita, gli esemplari più deboli della specie Homo Sapiens Sapiens giungono a prefiggersi l' obiettivo delirante, perchè aprioristicamente impossibile da raggiungere, di arrivare a cancellare la libertà individuale tout court,

fissando come obiettivo finale da raggiungere, altrettanto delirante ed impossibile, la condizione in cui: "Siamo tutti uguali quindi non c'è pericolo" della cosiddetta "comunità".

La "comunità" nasce dunque dalla "paura", in particolare dalla paura degli esemplari più deboli della specie Homo Sapiens Sapiens per la libertà degli altri,

e dalla conseguente necessità di omologare tutti all' interno della cosiddetta "comunità" in cui "Siamo tutti uguali quindi non c'è pericolo",

ma il suo consolidamento non avviene per azione dei suddetti esemplari più deboli della specie Homo Sapiens Sapiens, perchè essi, proprio perchè più deboli, non hanno in sè la forza di realizzare quel consolidamento.

Quel che accade è che i pochissimi che in ogni società umana finora esistita possiedono tutta la ricchezza e tutto il potere si rendono conto ad un certo punto che la "comunità",

nata per iniziativa degli esemplari più deboli della specie Homo Sapiens Sapiens, che la mettono in piedi prefiggendosi l' obiettivo delirante ed impossibile da raggiungere di arrivare a cancellare la libertà individuale tout court,

omologando tutti all' interno della comunità, in cui: "Siamo tutti uguali quindi non c'è pericolo",

fornisce loro uno strumento possente per controllare milioni di esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens, proprio per la sua caratteristica di trasformare degli esseri viventi nati sani, forti e liberi, che sarebbe impossibile controllare,

in docili e miti pecorelle omologate nel gregge che è facilissimo per loro portare a tosare per far lana, cioè sottomettere, controllare, usare e sfruttare.

Una volta resisi conto di quale strumento possente per controllare milioni di esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens sia la cosiddetta "comunità",

proprio per la sua caratteristica di trasformare degli esseri viventi nati sani, forti e liberi, che sarebbe impossibile controllare, in docili e miti pecorelle omologate nel gregge,

i pochissimi che in ogni società umana finora esistita possiedono tutta la ricchezza e tutto il potere

mettono in piedi, finanziano e sostengono la struttura fondamentale per diffondere la visione della vita "comunitaria", cioè quella visione della vita che è necessario inculcare nei cervelli per trasformare degli esseri viventi nati sani, forti e liberi in docili e miti pecorelle omologate nel gregge.

Questa struttura è la chiesa cattolica che da secoli diffonde su tutta la Terra quella visione della vita necessaria per trasformare degli esseri viventi nati sani, forti e liberi in docili e miti pecorelle omologate nel gregge,

cioè il delirio contro natura e contro la vita chiamato "cristianesimo",

una struttura che esiste e resiste da secoli proprio perchè in ogni epoca storica è stata sempre sostenuta e finanziata dai pochissimi che in ogni società umana finora esistita possiedono tutta la ricchezza e tutto il potere,

i quali sono consapevoli dello strumento possente di controllo fornito loro da quella visione della vita che trasforma degli esseri viventi nati sani, forti e liberi, che sarebbe impossibile controllare, in docili e miti pecorelle omologate nel gregge,

e tengono in piedi la "chiesa cattolica" affinchè sparga su tutta la Terra migliaia di ometti in tonaca che infilano nei cervelli quella visione della vita, cioè il virus del "cristianesimo",

diffondendo la "diseducazione cristiana", fin dalla più tenera età, in milioni di esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens.

Ecco così che migliaia di ometti in tonaca, sostenuti e finanziati dai pochissimi possiedono tutta la ricchezza e tutto il potere,

girano da secoli per la Terra ad infilare nei cervelli di milioni di cuccioli di Homo Sapiens Sapiens, fin dalla più tenera età, i deliri contro natura e contro la vita del virus chiamato "cristianesimo".

In primis il delirio contro natura e contro la vita chiamato "cristianesimo" colpevolizza il sano e naturale egoismo, quel sano e naturale egoismo che è caratteristica sana e naturale di tutti gli esseri viventi, in quanto sana e naturale manifestazione del loro istinto di sopravvivenza,

che li porta a sopravvivere come individui, procacciandosi tutto ciò che serve per la sopravvivenza individuale,

e a far permanere il proprio corredo genetico sulla Terra, accoppiandosi con un esemplare dell' altro sesso della stessa specie per generare cuccioli ed occupandosi poi dei cuccioli generati, procacciandosi tutto ciò che serve per la loro sopravvivenza, per aumentare le loro probabilità di sopravvivenza, e, conseguentemente, le probabilità di sopravvivenza del proprio corredo genetico sulla Terra.

(N.D.R. Se ricordate quello che ho scritto all' inizio, e cioè che la
"comunità" nasce come risposta all' angoscia generata negli esemplari più deboli della specie Homo Sapiens Sapiens dalla consapevolezza che essi stessi e tutti i loro simili si occupano solo e soltanto di se stessi, guidati dal loro istinto di sopravvivenza,

capirete immediatamente che il delirio contro natura e contro la vita chiamato "cristianesimo" è la risposta perfetta per cancellare quell' angoscia,

perchè colpevolizza proprio quel sano e naturale egoismo, manifestazione del sano e naturale istinto di sopravvivenza, che porta tutti gli esemplare della specie Homo Sapiens Sapiens ad occuparsi solo e soltanto di se stessi,

che è proprio quello che angoscia gli esemplari più deboli della specie Homo Sapiens Sapiens).

In secundis il delirio contro natura e contro la vita chiamato "cristianesimo" colpevolizza la tendenza sana a naturale di ogni essere vivente, quindi anche di ogni esemplare della specie Homo Sapiens Sapiens, a soddisfare i propri sani istinti naturali,

nonchè il piacere ed il godimento che quella sana e naturale soddisfazione dei propri sani istinti naturali procura,

che è il segnale sano e naturale che il corpo invia per indicare tutto ciò che è favorevole alla sopravvivenza individuale ed alla permanenza del proprio corredo genetico sulla Terra,

affinchè l'organismo vivente, per cercare quel piacere e quel godimento, si procuri tutto ciò che è favorevole alla sopravvivenza individuale ed alla permanenza del proprio corredo genetico sulla Terra,

così come il dolore e la sofferenza segnalano tutto ciò che è contrario alla sopravvivenza individuale ed alla permanenza del proprio corredo genetico sulla Terra,

affinchè l'organismo vivente, per evitare quel dolore e quella sofferenza, eviti tutto ciò che è contrario alla sopravvivenza individuale ed alla permanenza del proprio corredo genetico sulla Terra.

In tertiis, raggiungendo in tal guisa l' acme del delirio e della folia contro natura e contro la vita,
il delirio contro natura e contro la vita chiamato "cristianesimo" esalta proprio quel dolore e quella sofferenza che segnalano tutto ciò che è contrario alla sopravvivenza individuale ed alla permanenza del proprio corredo genetico sulla Terra,

affinchè l'organismo vivente, per evitare quel dolore e quella sofferenza, eviti tutto ciò che è contrario alla sopravvivenza individuale ed alla permanenza del proprio corredo genetico sulla Terra,

affermando che dolore e sofferenza non solo non sono da evitare, come il corpo segnala ad ogni organismo vivente sano per fargli evitare tutto ciò che è contrario alla sopravvivenza individuale ed alla permanenza del proprio corredo genetico sulla Terra,

ma sono da ricercare e da esaltare, perchè rendono simili al matto scemo che si autoproclamava figlio di un presunto ed ipotetico dio, morto in croce tra immani dolori, che è il modlelo di riferimento dei "cristiani", che addirittura se lo portano appeso al collo in effige.

Riassumo un attimo per farvi comprendere appieno come il delirio contro natura e contro la vita chiamato "cristianesimo" possa ridurre un esemplare della specie Homo Sapiens Sapiens che ha la sciagura di cadere in tenera età nelle mani degli ometti in tonaca che lo diffondono.

Quel che accade è che un essere vivente nato sano, forte e libero,

che ha in sè in modo innato il suo sano e naturale egoismo, caratteristica sana e naturale di tutti gli esseri viventi, perchè sana e naturale manifestazione dell' istinto di sopravvivenza,

la tendenza sana a naturale a soddisfare i propri sani istinti naturali per procurarsi il piacere ed il godimento che gli segnalano tutto ciò che è favorevole alla sopravvivenza individuale ed alla permanenza del proprio corredo genetico sulla Terra,

e, nel contempo, la tendenza sana e naturale ad evitare il dolore e la sofferenza, che gli segnalano tutto ciò che è contrario alla sopravvivenza individuale ed alla permanenza del proprio corredo genetico sulla Terra,

viene trasformato in un mentecatto alienato da se stesso, dal suo corpo e dalla sua vita, dalla Natura e dalla Terra,

che considera una "colpa" ed un "peccato", quindi addirittura come qualcosa da evitare, il suo sano e naturale egoismo e la sua sana e naturale tendenza a soddisfare i propri sani istinti naturali,

e considera invece come qualcosa di positivo, quindi addirittura come qualcosa da ricercare, il dolore e sofferenza che lo rendono simile al matto scemo che si autoproclamava figlio di un presunto ed ipotetico dio, morto in croce tra immani dolori, che si porta appeso al collo in effige e che è il suo modello di riferimento.

Il risultato finale della "diseducazione cristiana", cioè del processo attraverso il quale si infila nei cervelli dei cuccioli di Homo Sapiens Sapiens, fin dalla più tenera età, il delirio contro natura e contro la vita chiamato "cristianesimo",

sarà un esemplare della specie Homo Sapiens Sapiens adulto alienato da se stesso, dal suo corpo e dalla sua vita dalla Natura e dalla Terra,

un povero metecatto privato di tutto ciò che un essere vivente ha di più sano e naturale, cioè il suo sano e naturale egoismo, la tendenza sana a naturale a soddisfare i propri sani istinti naturali per procurarsi piacere e godimento e la tendenza sana e naturale ad evitare il dolore e la sofferenza.

che la "diseducazione cristiana" gli ha fatto credere siano "colpa e peccato.

Un esemplare della specie Homo Sapiens Sapiens adulto alienato da se stesso, dal suo corpo e dalla sua vita dalla Natura e dalla Terra, quindi del tutto privo della capacità di avere quella sana e naturale autonomia che un esemplare adulto della specie dovrebbe avere,

e, conseguentemente, alla ricerca ossessiva e disperata dell' approvazione degli altri, cioè della sua "comunità",

a cui sarà facilissimo far fare quel che si vuole, cioè che quel che vuole la "comunità",

approvando tutti i pensieri ed i comportamenti che lo rendono uguale a tutti gli altri componenti della "comunità",

e disapprovando tutti i pensieri ed i comportamenti che lo rendono diverso da tutti gli altri componenti della "comunità".

E visto e considerato che, come ho scritto sopra, la cosiddetta "comunità", cioè il gregge in cui sono omologati milioni di esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens dopo essere stati trasformati da individui nati sani, forti e liberi a miti e docili pecorelle,

è sempre e comunque e solo e soltanto uno strumento possente di controllo usato dai pochissimi che in ogni società umana possiedono tutta la ricchezza e tutto il potere per controllare, sottomettere, usare e sfruttare tutti gli altri,

il risultato finale sarà quello consapevolmente e scientificamente ricercato:

i pochissimi che in ogni società umana possiedono tutta la ricchezza e tutto il potere potranno controllare, sottomettere, usare e sfruttare facilmente milioni di esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens omologati nel gregge chiamato "comunità",

dopo averli trasformati da individui nati sani, forti e liberi a miti e docili pecorelle usando la "diseducazione cristiana" per infilare nei loro cervelli il delirio contro natura e contro la vita chiamato "cristianesimo".






permalink | inviato da _Giamba_ il 1/10/2019 alle 8:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia     settembre        novembre
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

diario
Terapia intensiva di disintossicazione musicale
MoVimento Cinque Stelle
Coglioni e coglionatori
Specchietti per le allodole
I misteri della poltica
Le donne e l'amore
Buone notizie
Una risata vi seppellirà
I teoremi dello zio Giamba
Ma quanto so' buoni 'sti ebrei !
L'arte che mi piace
Il cinema che mi piace
Signoraggio bancario
Altra informazione
Il lento ma inesorabile degrado dei sinistri
Ogni comunità è sempre e comunque una mafia
I contributi di Giovan Maria Catalan Belmonte
Mi beo degli zotici
Angoscia. illusione, mistificazione, controllo
Il paese della libertà ? Maddechè ?
Friedrich Wilhelm Nietzsche
Max Stirner
Detti e citazioni latine
Comunicando con gli altri bloggers
Zia Democra
I Taliani
Cultura identitaria
AUT AUT O la vita come valore o il denaro come valore
Il cristianesimo è un delirio contro natura
L'unica realtà che esiste è l'individuo
Pier Paolo Pasolini
I coatti mentecatti della società dei consumi
L’ insostenibile leggerezza dell’ essere
Il gioco E’ le sue regole
Il pericoloso delirio della Fede nell’ Umanità;
Uscire fuori dalla logica economica
Chi crede avvelena anche te ! Digli di smettere !
Il virus Rousseau
Nativi americani
Buffoni di corte
Ezra Pound
Mio figlio è un uomo di successo ! Mi dispiace signora...
Arguti cialtroni
La televisiun la t'endormenta come un cujun
La società umana o è patriarcale o non è
Totò
Vaticano S.P.A.
Pantelleria
Ma l'Italia è in grado di dare nutrimento a tutti 'sti immigrati ?
Habere non haberi
Teste di prete
Apologia dello stronzo
Luigi Pirandello
Julius Evola
Sub specie aeternitatis
Mass media e manipolazione

VAI A VEDERE

Giamba Facebook
Giamba Twitter
Wikileaks
Altra Informazione
Manifesto antimodernità
Lettera del capo indiano Seattle al presidente USA


 

 

 

  Trovate tutti i miei posts

anche sul mio profilo facebook

www.facebook.com/giamba.pellei    

  e tutti i miei tweets

sul mio profilo twitter

https://twitter.com/GiambaLibero

Genus fictus

natura et historia

e/o animale terreno

consapevole

e/o io sono

una forza del passato

solo nella tradizione

è il mio amore

sono tre modi diversi

di dire la stessa cosa.

L'unica realtà che esiste

è l'individuo.

  La cosiddetta "comunità" 

   è un'invenzione

di ricchi e potenti, 

  ed è sempre e comunque

una mafia,

  creata

per annichilire gli individui, 

 omologarli in un gregge

  e portarli tutti insieme

a tosare

per far lana per il padrone.

 
 
 

 

CERCA