Il corpo è la mia grande ragione. Esso non dice IO. Esso fa IO. C'è più verità nel corpo che in tutte le religioni e le filosofie della Terra. Vivi in sintonia col corpo. Vivi in sintonia con la vita. Vivi in sintonia con la Natura. Vivi in sintonia con la Terra. Noi siamo una parte della Natura e della Terra. Tutta la vita è sacra. Tratta tutti gli esseri viventi con rispetto. Prendi dalla Natura e dalla Terra solo ciò che ti è necessario. Segui sempre i ritmi della Natura. Alzati e ritirati con il sole. Il senso della vita è la vita e non esiste alcuno "senso della vita" al di fuori della vita stessa ERGO chi cerca "il senso della vita" al di fuori del suo corpo e della sua vita è un animale malato che ha perso ogni rapporto con il suo corpo e con la sua vita. AUT AUT O la vita come valore. O il denaro e il profitto come valore. AUT AUT O una società che abbia la vita come valore o una società che abbia il denaro e il profitto come valore. Il corpo è la mia grande ragione. Esso non dice IO. Esso fa IO. C'è più verità nel corpo che in tutte le religioni e le filosofie della Terra. Vivi in sintonia col corpo. Vivi in sintonia con la vita. Vivi in sintonia con la Natura. Vivi in sintonia con la Terra. Noi siamo una parte della Natura e della Terra. Tutta la vita è sacra. Tratta tutti gli esseri viventi con rispetto. Prendi dalla Natura e dalla Terra solo ciò che ti è necessario. Segui sempre i ritmi della Natura. Alzati e ritirati con il sole. Il senso della vita è la vita e non esiste alcuno "senso della vita" al di fuori della vita stessa ERGO chi cerca "il senso della vita" al di fuori del suo corpo e della sua vita è un animale malato che ha perso ogni rapporto con il suo corpo e con la sua vita. AUT AUT O la vita come valore. O il denaro e il profitto come valore. AUT AUT O una società che abbia la vita come valore o una società che abbia il denaro e il profitto come valore. Giamba2016 | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

Giamba2016
"Animale terreno consapevole" e/o "Genus fictus natura et historia" e/o "Io sono una forza del passato solo nella tradizione è il mio amore" sono tre modi diversi di dire la stessa cosa


diario


4 giugno 2017

Il processo educativo delle ideologie comunitarie opera con inaudita violenza sul cucciolo di Homo Sapiens, per cancellare in lui la sua identità individuale ed il suo sano e naturale egoismo, togliendogli gli strumenti naturali per raggiungere la felicità

L'unica realtà che esiste è l'individuo.
La comunità non esiste.

La parola "comunità" nasce dalla paura dell'altro e della sua libertà e si prefigge lo scopo di omologarlo ed irretirlo attraverso una serie di tecniche e strumenti di controllo per impedirgli di esercitare la sua individualità e la sua libertà. che è  espressione di quella individualità.

Nella realtà accade che una minoranza di individui ipotizzi l'esistenza di una realtà chiamata "comunità" per irrretire e controllare tutti gli altri, allo scopo di usarli  per i loro obiettivi ed i loro interessi.

Ogni comunità è una mafia ed opera secondo il modello della chiesa cattolica, che è la comunità mafiosa originaria, ed usando le sue tecniche, che sono fondamentalmnete delle tecniche di mantenimento dell'esemplare adulto in condizione infantile e di criminalizzazione dell'individuo e del suo sano e naturale egoismo.

La tecnica più possente è quella basata sull'invenzione del cosiddetto "amore per il prossimo".

Si scopre che approcciando un esemplare adulto della specie in modo non aggressivo se ne blandisce l'aggressivitàe si ha la possibilità di controllarlo meglio, mantenendolo in condizione infantile.
Si inventa così una cosa chiamata "amore per il prossimo", si ipotizza cioè che ogni esemplare adulto della specie Homo Sapiens sia interessato a tutti gli esemplari della specie Homo Sapiens.
Un atteggiamento assolutamente inesistente in natura, che viene inventato e forgiato partendo dalla realtà naturale dell'interesse dell'esemplare adulto per i cuccioli generati.
Un interesse quello si reale e naturale, ma di natura fondamentalmente egoistica, in quanto finalizzato alla permanenza del proprio corredo genetico sulla Terra, che diviene più probabile occupandosi dei cuccioli generati.
Si parte da questo interesse reale e si diffonde l'idea che lo stesso interesse esista da parte di ogli esemplare adulto della specie nei confronti di tutti gli altri.
In questo modo si convince l'esemplare adulto che gli altri siano interessati a lui, come lo erano i suoi genitori in età infantile, e lo si pone in questo modo in una condizione di attesa dell'intervento degli altri nella sua vita e per risolvere i problemi della sua vita,
riducendo la sua azione autonoma e mantenendolo in condiizione infantile per controllarlo meglio.

Accanto alla tecnica basata sull'invenzione dell'amore per il prossimo esistono altre tecniche finalizzate all'omologazione ed all'irertimento dell'individuo nella comunità, TUTTE FONDATE SULLA COLPEVOLIZZAZIONE E SULLA CRIMINALIZZAZIONE DELL'INDIVIDUO E DEL SUO SANO E NATURALE EGOISMO.

Si mette a punto una tecnica educativa che criminalizza nel bambino, fin dalla più tenera età. ogni sana espressione del naturale egoismo, che viene tacciata come peccaminosa, sbagliata o addirittura criminale.
Il cucciolo di Homo Sapiens viene costantemente seguito ed oppresso,in famiglia, a scuola ed in tutti gli altri momenti della sua esistenza, da "educatori"  che puniscono ossessivamente e compulsivamente ogni suo pensiero ed ogni sua azione
sana e naturalmente egoista, finalizzata al soddisfacimentio dei suoi bisogni ed alla realizzazione della sua felicità.
Nel contempo, si premiano tutti quei pensieri e quei comportamentei  rivolti verso gli altri che il cucciolo, ossesso, intimidito ed oppresso da adulti che puniscono il suo sano e naturale egoismo, inizia a fare per compiacere quegli adulti di cui, data la sua
dipendenza naturale di cucciolo, ha bisogno per sopravvivere.

Questo "processo educativo" di criminalizzazione dell'egoismo e di creazione dell'altruismo, cioè di un interesse verso gli atri assolutamente inesistente in natura nel cucciolo sano,  viene portato avanti da parte degli educatori della comunità con una violenza inaudita, che riesce a volte a reprimere nel cucciolo ogni sano e naturale egoismo, ogni aggressività, in pratica tutti gli strumenti che la natura gli ha fornito per garantire la sua felicità individuale.

Il risultato finale di questo violento processo educativo sarà un cucciolo oppresso ed ossesso, in cui ogni sano e naturale egoismo viene letteralmente annichilito ed annullato, ed in cui la stessa identità individuale viene distrutta.

Lo scopo è quello di ottenere un esemplare adulto della specie infantile, docile e remissivo, che per tutta la vita viva soltanto per gli altri e per la comunità. completamente infelice, del tutto privo di quelle risorse naturali ed individuali che sono la premessa necessaria ed insostituibile per raggiungere la sua felicità.





permalink | inviato da __Giamba__ il 4/6/2017 alle 18:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia     gennaio       
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

diario
Terapia intensiva di disintossicazione musicale
MoVimento Cinque Stelle
Coglioni e coglionatori
Specchietti per le allodole
I misteri della poltica
Le donne e l'amore
Buone notizie
Una risata vi seppellirà
I teoremi dello zio Giamba
Ma quanto so' buoni 'sti ebrei !
L'arte che mi piace
Il cinema che mi piace
Signoraggio bancario
Altra informazione
Il lento ma inesorabile degrado dei sinistri
Ogni comunità è sempre e comunque una mafia
I contributi di Giovan Maria Catalan Belmonte
Mi beo degli zotici
Angoscia. illusione, mistificazione, controllo
Il paese della libertà ? Maddechè ?
Friedrich Wilhelm Nietzsche
Max Stirner
Detti e citazioni latine
Comunicando con gli altri bloggers
Zia Democra
I Taliani
Cultura identitaria
AUT AUT O la vita come valore o il denaro come valore
Il cristianesimo è un delirio contro natura
L'unica realtà che esiste è l'individuo
Pier Paolo Pasolini
I coatti mentecatti della società dei consumi
L’ insostenibile leggerezza dell’ essere
Il gioco E’ le sue regole
Il pericoloso delirio della Fede nell’ Umanità;
Uscire fuori dalla logica economica
Chi crede avvelena anche te ! Digli di smettere !
Il virus Rousseau
Nativi americani
Buffoni di corte
Ezra Pound
Mio figlio è un uomo di successo ! Mi dispiace signora...
Arguti cialtroni
La televisiun la t'endormenta come un cujun
La società umana o è patriarcale o non è
Totò
Vaticano S.P.A.
Pantelleria
Ma l'Italia è in grado di dare nutrimento a tutti 'sti immigrati ?
Habere non haberi
Teste di prete
Apologia dello stronzo
Don Matteo Renzie: il pretino democristiano
Luigi Pirandello
Julius Evola
Sub specie aeternitatis
Mass media e manipolazione
Change.org

VAI A VEDERE

Giamba Facebook
Giamba Twitter
Il fatto quotidiano
Change
Wikileaks
NO TAV
Anticapitalismo
Altra Informazione
Cambiare stile di vita
Manifesto antimodernità
Lettera del capo indiano Seattle al presidente USA
Liberarsi dal consumismo


 

 

Tutti i miei posts  

 sono pubblicati qui   

sul mio profilo facebook     

www.facebook.com/giamba.pellei

e sull' altro mio blog

www.giambalibero.wordpress.com

 

 

Il corpo è la mia grande ragione.

Esso non dice IO.

Esso fa IO.

C'è più verità nel corpo

che in tutte le religioni e le filosofie

della Terra.

L'unica realtà che esiste è l'individuo.

La cosiddetta "comunità" 

è un'invenzione di ricchi e potenti,

ed è sempre e comunque una mafia,

creata per annichilire gli individui,

omologarli in un gregge

e portarli tutti insieme a tosare

per far lana per il padrone.

 

CERCA