Vivete da animali terreni consapevoli. In sintonia con il corpo e con la vita, con la Natura e con la Terra. Vivete da animali terreni consapevoli. Consapevoli di essere un fenomeno naturale ed una parte della Natura e della Terra, come tutti gli altri esseri viventi. Vivete da animali terreni consapevoli. Consapevoli della realtà naturale della vita e della morte, della naturale precarietà dell' esistenza e dell' assoluta estraneità degli altri. Vivete da animali terreni consapevoli. Seguite sempre i ritmi della Natura e della Terra e prendete dalla Natura e dalla Terra solo ciò che vi è necessario, consumando solo ciò di cui il vostro corpo ha bisogno per stare bene: cibo e acqua q.b., aria pura da respirare, una sana attività fisica e sessuale, un’ esistenza legata ai ritmi circadiani, otto ore per notte di sonno. Vivete da animali terreni consapevoli. Il corpo è la grande ragione. Esso non dice IO. Esso fa IO. C'è più verità nel corpo che in tutte le religioni e le filosofie della Terra. Vivete da animali terreni consapevoli. Trattate tutti gli esseri viventi con rispetto. Tra gli esemplari della specie Homo Sapiens trattate con rispetto solo quelli che trattano con rispetto voi e tutti gli esseri viventi. Vivete da animali terreni consapevoli. Il senso della vita è la vita e non esiste alcun "senso della vita" al di fuori della vita stessa. Vivete da animali terreni consapevoli. AUT AUT. O la Vita, la Natura e la Terra come valore. O il denaro e dio come valore. AUT AUT. O una società sana che ha la Vita, la Natura e la Terra come valore, che tuteli la Vita, la Natura e la Terra. O una società malata che ha il denaro e dio come valore, che distruggerà la Vita, la Natura e la Terra. Vivete da animali terreni consapevoli. In sintonia con il corpo e con la vita, con la Natura e con la Terra. Vivete da animali terreni consapevoli. Consapevoli di essere un fenomeno naturale ed una parte della Natura e della Terra, come tutti gli altri esseri viventi. Vivete da animali terreni consapevoli. Consapevoli della realtà naturale della vita e della morte, della naturale precarietà dell' esistenza e dell' assoluta estraneità degli altri. Vivete da animali terreni consapevoli. Seguite sempre i ritmi della Natura e della Terra e prendete dalla Natura e dalla Terra solo ciò che vi è necessario, consumando solo ciò di cui il vostro corpo ha bisogno per stare bene: cibo e acqua q.b., aria pura da respirare, una sana attività fisica e sessuale, un’ esistenza legata ai ritmi circadiani, otto ore per notte di sonno. Vivete da animali terreni consapevoli. Il corpo è la grande ragione. Esso non dice IO. Esso fa IO. C'è più verità nel corpo che in tutte le religioni e le filosofie della Terra. Vivete da animali terreni consapevoli. Trattate tutti gli esseri viventi con rispetto. Tra gli esemplari della specie Homo Sapiens trattate con rispetto solo quelli che trattano con rispetto voi e tutti gli esseri viventi. Vivete da animali terreni consapevoli. Il senso della vita è la vita e non esiste alcun "senso della vita" al di fuori della vita stessa. Vivete da animali terreni consapevoli. AUT AUT. O la Vita, la Natura e la Terra come valore. O il denaro e dio come valore. AUT AUT. O una società sana che ha la Vita, la Natura e la Terra come valore, che tuteli la Vita, la Natura e la Terra. O una società malata che ha il denaro e dio come valore, che distruggerà la Vita, la Natura e la Terra. Giamba2016 | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

Giamba2016
"Animale terreno consapevole" e/o "Genus fictus natura et historia" e/o "Io sono una forza del passato solo nella tradizione è il mio amore" sono tre modi diversi di dire la stessa cosa


Ogni comunità è sempre e comunque una mafia


26 luglio 2020

L' iperprotezione dei cittadini è una strategia consapevolmente e scientificamente messa in atto dal potere per mantenerli deboli e renderli più docili



Io sono un abile ed esperto nuotatore in mare.

Per anni ed anni sono andato a nuotare al largo ogni giorno senza che nessuno mi dicesse alcunchè.

Ieri un ragazzino isterico vestito da bagnino ha cercato di impedirmi di andare a nuotare oltre le boe bianche che segnalano il punto dove si finisce di toccare

dicendomi: "La capitaneria di porto ci ha detto di non far andare nessuno oltre le boe bianche".

Naturalmente ho risposto con calma al ragazzino isterico vestito da bagnino che sono un nuotatore esperto, che so cosa faccio e che mi assumo tutte le responsabilità, ed ho continuato a nuotare,

ma non ho potuto fare a meno di notare la differenza con quello che accadeva anni fa,

e, come faccio sempre, ho cominciato a pensare per cercare di capire le motivazioni di questa differenza.

Prima di tutto sgombero il campo dalla prevedibile obiezione, che già sento nell' aere: "E vabbè ma te sei invecchiato e il bagnino ti ha fermato per quello".

La motivazione dell intervento del bagnino non è assolutamente quella

in primis perchè da animale terreno consapevole quale sono con il passar degli anni ho ridotto la lunghezza e la durata delle mie nuotate, proprio perchè sono assolutamente consapevole del passare degli anni e del fatto che a sessant'anni il corpo non è più i grado di fare quello che fa a venti;

in secundis perchè lo stesso divieto ad andare a nuotare dove non si tocca viene imposto anche ai miei figli, che sono nuotatori abili ed esperti come me, e ad altri ragazzi giovani che sono anche loro abili ed esperti nuotatori.

'Nzomma 'sto divieto assurdo di impedire di andare a nuotare dove non si tocca è imposto a tutti,

e per di più, come detto, non è il capriccio del ragazzino isterico vestito da bagnino che cerca di impedire a me e a tutti gli altri di andare a nuotare dove non si tocca,

ma è, come si dice "un ordine che viene dall' alto", nella fattispecie dalla capitaneria di porto e dalla guardia costiera.

'Nzomma...

Le cosiddette "autorità" hanno deciso di rivolgere nei confronti dei cittadini una "iperprotezione" assolutamente assurda ed insensata,

che non riguarda solo ciò di cui sto parlando, cioè l'assurdo divieto di andare a nuotare in mare dove non si tocca,

ma si manifesta ogni giorno in ogni momento della vita quotidiana con divieti e limitazioni altrettanto assurde ed insensate.

Se poi aggiungete a questo l'esaltazione della debolezza, della malattia, dell' ignoranza, della vecchiaia, dell' handicap et ceteras et similia che i mass media di questa società diffondono ogni giorno da mane a sera il quadro è completo.

A questo punto una domanda sorge spontanea...

Perchè per secoli la specie Homo Sapiens ha esaltato giustamente la forza, la salute, la giovinezza, la cultura e tutto ciò che è indispensabile per essere sani, forti e liberi,

ed invece ora esalta la debolezza, la malattia, la vecchiaia, l'ignoranza e tutto ciò che rende fragili gli esemplari della specie Homo Sapiens,

giungendo fino ad iperproteggere, fin dalla più tenera età, esemplari della specie Homo Sapiens nati sani e forti per renderli malati e deboli ?

Per rispondere a questa domanda parto dalla considerazioni che ho fatto più volte a a proposito di quella che io chiamo "la diseducazione cristiana",

cioè una "educazione" contro natura e contro la vita, fondata sul delirio contro natura e conto la vita chiamato "cristianesimo",

che da secoli criminalizza negli esemplari della specie Homo Sapiens che cadono nelle sue grinfie, fin dalla più tenera età, definendolo "colpa" e peccato",, tutto quello che hanno di più sano,

cioè il sano e naturale egoismo e la sana e naturale tendenza a soddisfare i propri sani istinti naturali,

per poi dirgli che la "cosa buona e giusta" è dedicarsi agli altri, farsi amare dagli altri e ricevere l'approvazione degli altri,

in guisa tale da trasformare esemplari della specie Homo Sapiens nati sani e forti, che è impossibile controllare, sottomettere, sfruttare ed usare

in miti e docili pecorelle omologate nel gregge che sarà facilissimo portare a tosare per far lana per il padrone,

'nzomma, fuor di metafora, in esemplari della specie Homo Sapiens malati e deboli che sarà facilissimo per il potente di turno controllare, sottomettere, sfruttare ed usare.

L' iperprotezione dei cittadini messa in atto dallo stato è la stessa, identica cosa della "diseducazione cristiana" e va nella stessa direzione:

è una strategia consapevolmente e scientificamente messa in atto dal potere per rendere deboli gli esemplari della specie Homo Sapiens e, in quanto deboli, più docili.

Tornando all' esempio proposto se la capitaneria di porto e la guardia costiera impongono ai cittadini di ogni età,

spacciandola per misura necessaria che lo "stato buono" impone ai cittadini "per proteggerli",

il divieto assurdo ed insensato di andare a nuotare al mare dove non si tocca,

i cittadini di ogni età inizieranno dopo un pò a pensare che quella misura, siccome viene presa dallo "stato buono" che li vuole proteggere è una misura "buona e giusta",

quindi finiranno per considerare "buono e giusto" il divieto di andare a nuotare dove non si tocca,

accetteranno quel divieto senza manco ragionare,

quindi senza pensare che quel divieto è assurdo ed insensato, visto e considerato che un esemplare della specie Homo Sapiens sano, forte e libero è assolutamente in grado di nuotare al mare dove non si tocca,

e rinunceranno così ad un' attività sana e naturale come quella di nuotare, che qualsiasi esemplare della specie Homo Sapiens è in grado di esercitare e che lo rende appunto più sano, forte e libero.

Se aggiungete a questo

in primis la "diseducazione cristiana",

cioè una "educazione" contro natura e contro la vita" che criminalizza negli esemplari della specie Homo Sapiens che cadono nelle sue grinfie, fin dalla più tenera età, definendolo "colpa" e peccato", tutto quello che hanno di più sano,

cioè il sano e naturale egoismo e la sana e naturale tendenza a soddisfare i propri sani istinti naturali,

per poi dirgli che la "cosa buona e giusta" è dedicarsi agli altri, farsi amare dagli altri e ricevere l'approvazione degli altri,

in guisa tale da trasformare esemplari della specie Homo Sapiens nati sani, forti e liberi, che è impossibile controllare, sottomettere, sfruttare ed usare

in miti e docili pecorelle omologate nel gregge che sarà facilissimo portare a tosare per far lana per il padrone,

'nzomma, fuor di metafora, che sarà facilissimo per il potente di turno controllare, sottomettere, sfruttare ed usare;

in secundis l'esaltazione della debolezza, della malattia, dell' ignoranza, della vecchiaia, dell' handicap et ceteras et similia

che i mass media della societàdelconsumodellaproduzionee dellusura diffondono ogni giorno da mane a sera il risultato finale voluto dal potere è raggiunto:

milioni di esemplari della specie Homo Sapiens che considerano colpevole e peccaminoso tutto quello che hanno di più sano, cioè il sano e naturale egoismo e la sana e naturale tendenza a soddisfare i propri sani istinti naturali,

convinti che la "cosa buona e giusta" è dedicarsi agli altri, farsi amare dagli altri e ricevere l'approvazione degli altri,

e che è è cosa buona e giusta essere deboli, malati, ignoranti, vecchi, handicappati et ceteras et similia

sono trasformati in milioni miti e docili pecorelle omologate nel gregge che sarà facilissimo portare a tosare per far lana per il padrone,

'nzomma, fuor di metafora, milioni di esemplari della specie Homo Sapiens che sarà facilissimo per i pochissimi che possiedono tutta la ricchezza e tutto il potere nella societàdelconsumodellaproduzionedellusura controllare, sottomettere, sfruttare ed usare.

N.D.R. I mass media che diffondono ed esaltano la "diseducazione cristiana", l' iperprotezione dei cittadini e la debolezza, la malattia, l' ignoranza, la vecchiaia, l' handicap et ceteras et similia

sono tutti in mano a quei pochissimi che possiedono tutta la ricchezza e tutto il potere nella societàdelconsumodelllaproduzionedellusura,

cioè quelli a cui serve diffondere ed esaltare la "diseducazione cristiana", l' iperprotezione dei cittadini e la debolezza, la malattia, l' ignoranza, la vecchiaia, l' handicap et ceteras et similia

per avere a disposizione milioni miti e docili pecorelle omologate nel gregge che sarà facilissimo portare a tosare per far lana

'nzomma, fuor di metafora, milioni di esemplari della specie Homo Sapiens che sarà facilissimo per loro, che hanno tutta la ricchezza e tutto il potere, controllare, sottomettere, sfruttare ed usare.





permalink | inviato da _Giamba_ il 26/7/2020 alle 18:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia     maggio       
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

diario
Terapia intensiva di disintossicazione musicale
MoVimento Cinque Stelle
Coglioni e coglionatori
Specchietti per le allodole
I misteri della poltica
Le donne e l'amore
Buone notizie
Una risata vi seppellirà
I teoremi dello zio Giamba
Ma quanto so' buoni 'sti ebrei !
L'arte che mi piace
Il cinema che mi piace
Signoraggio bancario
Altra informazione
Il lento ma inesorabile degrado dei sinistri
Ogni comunità è sempre e comunque una mafia
I contributi di Giovan Maria Catalan Belmonte
Mi beo degli zotici
Angoscia. illusione, mistificazione, controllo
Il paese della libertà ? Maddechè ?
Friedrich Wilhelm Nietzsche
Max Stirner
Detti e citazioni latine
Comunicando con gli altri bloggers
Zia Democra
I Taliani
Cultura identitaria
AUT AUT O la vita come valore o il denaro come valore
Il cristianesimo è un delirio contro natura
L'unica realtà che esiste è l'individuo
Pier Paolo Pasolini
I coatti mentecatti della società dei consumi
L’ insostenibile leggerezza dell’ essere
Il gioco E’ le sue regole
Il pericoloso delirio della Fede nell’ Umanità;
Uscire fuori dalla logica economica
Chi crede avvelena anche te ! Digli di smettere !
Il virus Rousseau
Nativi americani
Buffoni di corte
Ezra Pound
Mio figlio è un uomo di successo ! Mi dispiace signora...
Arguti cialtroni
La televisiun la t'endormenta come un cujun
La società umana o è patriarcale o non è
Totò
Vaticano S.P.A.
Pantelleria
Ma l'Italia è in grado di dare nutrimento a tutti 'sti immigrati ?
Habere non haberi
Teste di prete
Apologia dello stronzo
Luigi Pirandello
Julius Evola
Sub specie aeternitatis
Mass media e manipolazione

VAI A VEDERE

Giamba Facebook
Giamba Twitter
Wikileaks
Altra Informazione
Manifesto antimodernità
Lettera del capo indiano Seattle al presidente USA


 

 

  Tutti i miei posts su:

www.facebook.com/giamba.pellei  

Tutti i miei tweets su:

https://twitter.com/GiambaLibero

Tutte le mie foto su:

https://www.instagram.com/giambapellei/

 

Genus fictus

natura et historia

e/o animale terreno

consapevole

e/o io sono

una forza del passato

solo nella tradizione

è il mio amore

sono tre modi diversi

di dire la stessa cosa.

L'unica realtà che esiste

è l'individuo.

  La cosiddetta "comunità" 

   è un'invenzione

di ricchi e potenti, 

  ed è sempre e comunque

una mafia,

  creata

per annichilire gli individui, 

 omologarli in un gregge

  e portarli tutti insieme

a tosare

per far lana per il padrone.

 
 
 
 

 

CERCA