Il corpo è la mia grande ragione. Esso non dice IO. Esso fa IO. C'è più verità nel corpo che in tutte le religioni e le filosofie della Terra. Siamo una parte della Natura e della Terra. Vivi in sintonia com il tuo corpo e con la tua vita, con la Natura e con la Terra. Tratta tutti gli esseri viventi con rispetto: tra gli esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens tratta con rispetto solo quelli che ti trattano con rispetto. Prendi dalla Natura e dalla Terra solo ciò che ti è necessario. Segui sempre i ritmi della Natura. Alzati e ritirati con il sole. Il senso della vita è la vita e non esiste alcuno "senso della vita" al di fuori della vita stessa ERGO chi cerca "il senso della vita" al di fuori del suo corpo e della sua vita è un animale malato che ha perso ogni rapporto con il suo corpo e con la sua vita, con la Natura e con la Terra. AUT AUT O la vita come valore. O il denaro e il profitto come valore. AUT AUT O una società che abbia la vita come valore o una società che abbia il denaro e il profitto come valore. Il corpo è la mia grande ragione. Esso non dice IO. Esso fa IO. C'è più verità nel corpo che in tutte le religioni e le filosofie della Terra. Siamo una parte della Natura e della Terra. Vivi in sintonia com il tuo corpo e con la tua vita, con la Natura e con la Terra. Tratta tutti gli esseri viventi con rispetto: tra gli esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens tratta con rispetto solo quelli che ti trattano con rispetto. Prendi dalla Natura e dalla Terra solo ciò che ti è necessario. Segui sempre i ritmi della Natura. Alzati e ritirati con il sole. Il senso della vita è la vita e non esiste alcuno "senso della vita" al di fuori della vita stessa ERGO chi cerca "il senso della vita" al di fuori del suo corpo e della sua vita è un animale malato che ha perso ogni rapporto con il suo corpo e con la sua vita, con la Natura e con la Terra. AUT AUT O la vita come valore. O il denaro e il profitto come valore. AUT AUT O una società che abbia la vita come valore o una società che abbia il denaro e il profitto come valore. Giamba2016 | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

Giamba2016
"Animale terreno consapevole" e/o "Genus fictus natura et historia" e/o "Io sono una forza del passato solo nella tradizione è il mio amore" sono tre modi diversi di dire la stessa cosa


Cultura identitaria


9 giugno 2018

Siate sani forti e liberi, superbi ed arroganti. Superbamente ed arrogantemente orgogliosi del vostro corpo e della vostra vita, della Natura e della Terra, della vostra storia, della vostra cultura, della vostra tradizione, della vostra IDENTITA'



Siate sani, forti e liberi.

Siate superbi ed arroganti.

Superbamente ed arrogantemente orgogliosi
del vostro corpo e della vostra vita,
della Natura e della Terra,
della vostra terra e della vostra famiglia,
della vostra storia e della vostra cultura,
delle vostre tradizioni e dei vostri valori,
e di tutto quello 
che forgia la vostra IDENTITA'.

Il vostro IO costruitelo sul corpo, 
sul sano e naturale egoismo, 
sulla sana e naturale aggressività, 
sui sani istinti naturali, 
sulla sintonia con la Natura e con la Terra;

non su filosofieideologiereligioni 
contro natura e contro la vita
che hanno come scopo
quello di annichilirvi come individui,
trasformandovi
da esemplari dela specie Homo Sapiens Sapiens
nati sani, forti e liberi
in docili e miti pecorelle del gregge
da portare a tosare 
per far lana per il padrone.

Il corpo è la mia grande ragione.

Esso non dice IO. Esso fa IO. 

C'è più verità nel corpo 
che in tutte le religioni e le filosofie della Terra. 

Siamo una parte della Natura e della Terra. 

Vivi in sintonia 
con il tuo corpo e con la tua vita, 
con la Natura e con la Terra. 

Tratta tutti gli esseri viventi con rispetto: 
tra gli esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens 
tratta con rispetto 
solo quelli che ti trattano con rispetto. 

Prendi dalla Natura e dalla Terra 
solo ciò che ti è necessario. 

Segui sempre i ritmi della Natura. 

Alzati e ritirati con il sole. 

Il senso della vita è la vita 
e non esiste alcuno "senso della vita" 
al di fuori della vita stessa 

ERGO 

chi cerca "il senso della vita" 
al di fuori del suo corpo e della sua vita 
è un animale malato 
che ha perso ogni rapporto 
con il suo corpo e con la sua vita. 

AUT AUT 

O la vita come valore. 

O il denaro e il profitto come valore. 

AUT AUT 

O una società che abbia la vita come valore

 o una società che abbia il denaro e il profitto come valore. 

Siate arroganti e superbi. 

Arrogantemente e superbamente rispettosi di voi stessi, del vostro corpo e della vostra vita, della Natura e della Terra, della vostra virilità e della vostra femminilità, della vostra storia, della vostra cultura e delle vostre tradizioni, della vostra famiglia, dei vostri valori e della vostra IDENTITA'. 

Bisogna essere arroganti e superbi per combattere un potere ingiusto, arrogante e superbo che ha il denaro come solo valore, 

per combattere il potere dei pochissimi che hanno tutto il denaro e tutti i mass media,

che vuole prima annichilirvi usando i mass media per bombardare i vostri cervelli dalla culla alla tomba e da mane a sera con filosofieideologiereligioni contro natura e contro la vita, 

che hanno come scopo quello di  trasformarvi da esemplari dela specie Homo Sapiens Sapiens nati sani, forti e liberi in docili e miti pecorelle del gregge da portare a tosare  per far lana per il padrone,

per poi umiliarvi, sottomettervi, controllarvi, sfruttarvi ed usarvi 

usando i mass media per bombardare i vostri cervelli dalla culla alla tomba e da mane a sera onvincendovi che il solo il consumo dà la felicità e che il denaro, che serve per consumare, è il solo valore,

per trasformarvi in servi schiavi e puttane dei pochissimi che hanno tutto il denaro.

Siate arroganti e superbi dunque.

Arrogantemente e superbamente rispettosi di voi stessi, del vostro corpo e della vostra vita, della Natura e della Terra, della vostra virilità e della vostra femminilità, della vostra storia, della vostra cultura e delle vostre tradizioni, della vostra famiglia, dei vostri valori e della vostra IDENTITA'.  

Umile, in fondo, è solo chi ha il denaro come solo valore, ed è disposto a tutto per avere denaro:

vendere se stesso, il suo corpo e la sua vita, la Natura e la Terra, la sua virilità e la sua femminilità, la sua storia, la sua cultura e le sue tradizioni, la sua famiglia, i suoi valori e la sua IDENTITA'

per farsi servo schiavo e puttana dei pochissimi che hanno tutto il denaro.

Siate arroganti e superbi dunque.


Arrogantemente e superbamente rispettosi di voi stessi, del vostro corpo e della vostra vita, della Natura e della Terra, della vostra virilità e della vostra femminilità, della vostra storia, della vostra cultura e delle vostre tradizioni, della vostra famiglia, dei vostri valori e della vostra IDENTITA'.  

AUT AUT

O mettete voi stessi, il vostro corpo e la vostra vita, la Natura e la Terra, la vostra virilità e la vostra femminilità, la vostra storia, la vostra cultura e le vostre tradizioni, la vostra famiglia, i vostri valori e la vostra IDENTITA'

al di sopra del denaro

oppure siete fottuti.

Pensate che voi stessi, il vostro corpo e la vostra vita, la Natura e la Terra, la vostra virilità e la vostra femminilità, la vostra storia, la vostra cultura e le vostre tradizioni, la vostra famiglia, i vostri valori e la vostra IDENTITA'

siano meno importanti del denaro.

Allora siete già fottuti:

o siete già servi schiavi e puttane 
dei pochissimi che hanno tutto il denaro
o siete destinati a diventarlo.


P.S. A seguire diciotto sussidi pedagogici in cui spiego in modo ampio, dettagliato ed esaustivo come fa l'1% degli esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens che possiede tutta la ricchezza, tutto il potere e tutti i mass media a plagiare, sottomettere, controllare, sfruttare d usare tutti gli altri

dopo averli trasformati da individui nati sani forti e liberi in miti e docili pecorelle da omologare nel gregge e da portare a tosare tutte insieme per fare lana per il padrone, cioè per i pochissimi che da sempre in ogni società umana possiedono tutta la ricchezza e tutto il potere

SUSSIDIO PEDAGOGICO NUMERO UNO


Ogni essere vivente è guidato dal suo istinto di sopravvivenza, che è un sano e naturale egoismo, e si occupa solo di se stesso e del suo corredo genetico, 

ergo

in primis usa il suo tempo e le sue energie per garantire la sua sopravvivenza individuale,

e in secundis usa il suo tempo e le sue energie per accoppiarsi con un esemplare dell' altro sesso della stessa specie allo scopo di riprodursi, per poi occuparsi dei cuccioli generati, perchè occuparsi dei cuccioli generati aumenta le probabilità di sopravvivenza di quei cuccioli ergo le possibilità di far permanere il suo corredo genetico sulla Terra,

'nzomma

"Ognuno è solo al centro della Terra trafitto da un raggio di sole e se fa li cazzi sua"

ed ognuno verso gli altri ha nella migliore della ipotesi una totale indifferenza, e, nella peggiore della ipotesi, se per sopravvivere deve passare sopra gli altri e/o usare gli altri, aggressività e violenza, da cui bisogna difendersi,

in primis cercando di riportare chi prova a passare sopra agl altri e/o ad usare gli altri a quel rispetto formale standard su cui si fonda la società umana,

in secundis, se non si riesce a riportarlo al rispetto formale standard, ma costui continua con la stessa aggressività e violenza, rispondendo alla violenza ed all' aggressività con la stessa violenza ed aggressività, moltiplicate per dieci;

a 'sto punto se costui si ferma intimorito e torna al rispetto formale standard necessario per tenere in piedi la società umana e la convivenza civile meglio così,

perchè si torna al normale rispetto formale standard ed alla normale convivenza civle che alla fin fine conviene a tutti egoisticamente,

perchè ognuno si trova a vivere in una condizione di civile convivenza in cui non è costretto ad usare gran parte del suo tempo e delle sue energie per difendere se stesso, il suo corpo, la sua vita e la sua prole dalla violenza e dall' aggressività degli altri, come accade nello stato di natura di guerra di tutti contro tutti,

au contraire

se non si torna al normale rispetto formale standard ed alla normale convivenza civle che alla fin fine conviene a tutti egoisticamente,

si porta avanti lo scontro fino alle estreme conseguenze,

finchè alla fine uno prevale e l'altro soccombe.

'Nzomma per chiudere..

Altro che calore umano, ammore a solidarietà..

Ci saranno solo e soltanto, sempre e comunque, violenza, aggressività e tensioni 

finchè non esisterà una società di liberi ed eguali che ripristini la naturale condizione di eguaglianza tra gli esemplari della specie Homom Sapiens Spaiens esistente nello stato di natura,

finchè non esisterà una società in cui vi sia eguale distribuzione di ricchezza e di potere tra tutti gli esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens,

una società che conviene egoisticamente a tutti perchè porterà a delle condizioni esistenziali in cui, essendo ognuno uguale all' altro, nessuno potrà usare la sua ricchezza ed il suo potere contro l' altro,

ed ognuno rispetterà realmente l' altro perchè ognuno non potrà fare altro che rispettare l' altro, non avendo la possibilità reale e concreta di sottometterlo, controllarlo ed usarlo usando una ricchezza ed un potere superiore all' altro,

semplicemente perchè quella ricchezza e quel potere superiore all' altro non ce li ha.

Operare per arrivare ad una società in cui vi sia eguale distribuzione di ricchezza e di potere tra tutti gli esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens, 

che ripristini le naturale condizioni di eguaglianza tra gli esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens esistenti nello stato di natura.

Questa è la sola ed unica strada possibile per avere una società di liberi ed eguali, una società che sarà anche pacifica perchè sarà giusta,

perchè avrà ripristinato le naturale condizioni di eguaglianza tra gli esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens che esistono nello stato di natura.

Come fare ?

Bisogna far capire a tutti gli esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens che questa condizione di uguaglianza di uguale distribuzione di ricchezza e potere, conviene egoisticamente a tutti,

perchè è la sola strada per arrivare ad una società giusta e pacifica di liberi ed eguali,

una società che conviene egoisticamente a tutti,

perchè ognuno troverà conveniente vivere in una società siffatta,

in cui ognuno rispetterà l'altro,

semplicemente perchè dovrà per forza rispettare l' altro,

non avendo ricchezza e potere superiori all' altro per sottometterlo, controllarlo, usarlo e sfruttarlo.

Ma soprattutto e prima di tutto bisogna far capire a tutti gli esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens che chi parla di "calore umano", "amore per il prossimo" "solidarietà". "beneficenza" et ceteras et similia

all'interno di una società umana come questa, in cui l'1% degli esemplari della specie Homo Sapiens Spaiens  possiede tutta la ricchezza e tutto il potere,

o è un arguto coglionatore che opera "consapevolmente" per mantenere lo status quo, cioè per tenere in piedi una società umana all'interno della quale pochissimi possiedono tutta la la ricchezza e tutto il potere,

o è un povero coglione ingenuo, che opera lo stesso, ma "inconsapevolmente", per mantenere lo status quo, cioè per tenere in piedi una società umana all'interno della quale pochissimi possiedono tutta la la ricchezza e tutto il potere.

Per concludere...

Bastano tre parole: INDIVIDUO UGUAGLIANZA RISPETTO.

Per arrivare ad una società in cui vi sia eguale distribuzione di ricchezza e di potere tra tutti gli esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens.

una società umana giusta di liberi ed eguali che ripristini la naturale condizione di eguaglianza tra gli esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens esistente nello stato di natura.

Esisterà una società di liberi ed eguali che ripristina sul pianeta Terra la naturale condizione di eguaglianza tra gli esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens esistente nello stato di natura,

ed esisteranno sul pianeta Terra libertà, democrazia, giustizia ed uguaglianza

solo e soltanto allorchè ci sarà eguale distribuzione di ricchezza e di potere tra tutti gli esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens.

Solo e soltanto allora ognuno rispetterà realmente l' altro

e nessuno avrà più la possibilità reale e concreta di sottomettere, controllare e sfruttare l'altro usando una ricchezza ed un potere superiore all' altro,

semplicemente perchè nessuno avrà una ricchezza ed un potere superiore all' altro.

Chi parla di "libertà", "democrazia", "giustizia", "uguaglianza", "amore per il prossimo" "solidarietà". "beneficenza" et ceteras et similia

all'interno di una società umana in cui pochissimi esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens  possiedono tutta la ricchezza e tutto il potere,

o è un arguto coglionatore che opera "consapevolmente" per mantenere lo status quo, cioè per tenere in piedi una società umana all'interno della quale pochissimi possiedono tutta la la ricchezza e tutto il potere,

o è un povero coglione ingenuo, che opera lo stesso, ma "inconsapevolmente", per mantenere lo status quo, cioè per tenere in piedi una società umana all'interno della quale pochissimi possiedono tutta la la ricchezza e tutto il potere.


SUSSIDIO PEDAGOGICO NUMERO DUE

#noallaviolenza 
più atroce e inaudita, 
che è alla base di tutte le violenze: 
la violenza 
dell' 1% degli esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens 
che possiede tutta la ricchezza,
tutte le banche, tutte le imprese e tutti i mass media
 su tutti gli esseri viventi, sulla Natura e sulla Terra. 

La violenza 
è sempre e comunque 
violenza del più ricco e del più potente 
sul meno ricco e sul meno potente. 

O NOOOO ??


L' 1% degli esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens che possiede tutta la ricchezza,  tutte le banche e tutte le imprese possiede anche tutti i mass media

e con quei mass media usando la tecnica goebbelsiana, cioè: "Basta ripetere una menzogna  dieci cento mille volte al giorno e la menzogna diventa verità"

convince tutti gli altri che: "Il consumo da la felicità ed il denaro che serve per consumare è il solo valore"

in guisa tale  che milardi di esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens siano indotti a consumare di tutto, in gran parte oggetti e/o servizi  non solo inutili ma addirittura dannosi.

A' sto punto accade che miliardi di consumatori coatti mentecatti, miliardi di frenetici cricetini vanno a girare la ruota  della societàdelconsumodellaproduzionedellusura

cioè vanno nelle imprese tutte di proprietà del suddetto 1% a produrre  oggetti e/o servizi inutili o addirittura dannosi

per guadagnare soldi con cui comprare  oggetti e/o servizi inutili o adddirittura dannosi,

in tal guisa

aumentando fatturato e profitti del suddetto 1% che possiede tutte le imprese

e/o se i soldi guadagnati im tal guisa non gli bastano per 
comprare  oggetti e/o servizi inutili o adddirittura dannosi,

vanno a chiedere prestiti, fidi e mutui nelle banche e nelle finanziarie pure quelle  tutte di proprietà di quell' 1%,

aumentando anche in questo caso il fatturato e profitti del suddetto 1%,  che, oltre a tutte le imprese, possiede, come detto, anche tutte le banche.

Ma naturalmente ed ovviamente aumento dei consumi e della produzione 

vuol dire

aumento dell' inquinamento ambientale e peggioramento delle condizioni ambientali sulla Terra

vuol dire cioè

che tutti gli uomini e tutte le donne, tutti gli animali e tutte le piante, 'nzomma tutti gli esseri viventi vivono peggio e/o addirittura crepano a causa dell' inquinamento ambientale e del peggioramento delle condizioni ambientali sulla Terra.

vuol dire insomma:

"Violenza su tutti gli uomini e tutte le donne, su tutti gli animali e su tute le piante, insomma su tutti gli esseri viventi"

i quali naturalmente, necessariamente ed inevitabilmente vivono peggio e/o addirittura crepano a causa dell' inquinamento ambientale e del peggioramento delle condizioni ambientali sulla Terra.

Ecco spiegata quale sia "la violenza  che l' 1% degli esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens che possiede tutta la ricchezza e tutto il potere  fa sulla vita  di tutti gli uomini, di tutte le donne,  di tutti gli animali, di tutte le piante  e di tutti gli esseri viventi."

Avete capito  ?

Non fate come al solito...

Non dite: "Abbiamo capito" se non avete capito solo per fare bella figura.

Dìte che non avete capito e zio Giamba ve lo rispiega di nuovo.

E voi non capite n' antra vorta e da frenetici cricetini quali siete 

tornate nelle imprese tutte di proprietà del suddetto 1% a produrre  oggetti e/o servizi inutili o addirittura dannosi

per guadagnare soldi con cui comprare  oggetti e/o servizi inutili o adddirittura dannosi,

'nzomma 
tornate a girare la ruota della 
societàdelconsumodellaproduzionedellusura.


SUSSIDIO PEDAGOGICO NUMERO TRE


Spazzare via la cultura ebraico - cristiano - massone - comunitario - mafiosa fondata su "amore per il prossimo" e "fratellanza", su "figliuoli cristiani" e "fratelli massoni" , 'nzomma su "amici degli amici" e "noi siamo noi e voi non siete un cazzo" che appesta la Terra


Una società giusta e civile di individui liberi ed eguali deve essere fondata su tre parole:

INDIVIDUO UGUAGLIANZA RISPETTO.

Una società giusta e civile di individui liberi ed eguali deve essere fondata sulla cultura della legalità, della legge uguale per tutti gli individui che la compongono,

applicata concretamente e quotidianamente, severamente e rigorosamente, in modo eguale, su tutti gli individui che la compongono.

Per realizzare una società giusta e civile di individui liberi ed eguali bisogna prima di tutto creare una società umana, che non è mai esistita finora nella storia, in cui ci sia uguale distribuzione di ricchezza e di potere tra gli individui che la compongono,

perchè in una società in cui l' 1% possiede tutta la ricchezza e tutto il potere la legge è solo e soltanto una pistola in mano a quell' 1% che ha tutta la ricchezza e tutto il potere per "sparare addosso a tutti gli altri" con lo scopo di mantenere tutta la ricchezza e tutto il potere.

Una volta creata una società in cui ci sia uguale distribuzione di ricchezza e di potere tra gli individui che la compongono,

e solo e soltanto dopo aver creato una società in cui ci sia uguale distribuzione di ricchezza e di potere tra gli individui che la compongono,

bisogna prima educare tutti gli individui che compongono quella società in cui esiste uguale distribuzione di ricchezza e di potere tra gli individui

alla cultura della legalità, della legge uguale per tutti applicata in modo eguale su tutti,

dicendo chiaramente che chi rispetta la legge uguale per tutti verrà premiato e chi trasgredisce la legge verrà punito,

e poi applicare effettivamente, concretamente e quotidiamente la legge uguale per tutti in modo uguale su tutti,

punendo in modo severo e rigoroso chi trasgredisce la legge uguale per tutti,

per permettere di verificare a tutti che effettivamente chi rispetta la legge è premiato e chi trasgredisce la legge è punito,

e confermare in tal guisa quanto detto nel momento educativo.

In primis dunque educazione alla legalità fin dai primi anni di vita, in famiglia e nelle scuole,

dicendo chiaramente che chi rispetta la legge uguale per tutti verrà premiato e chi trasgredisce la legge verrà punito,

ma spiegando nel contempo che la legalità ed il rispetto della legge uguale per tutti, che impone il rispetto dell' altro, del suo corpo, dela sua vita, della sua prole, delle sue cose

non solo è il solo modo per fondare una società giusta e civile di liberi ed eguali

ma conviene egoisticamente a tutti

perchè se tutti rispettano la legge che tutela il rispetto dell' altro, del suo corpo, dela sua vita, della sua prole, delle sue cose,

si vive tutti meglio.

In secundis applicare concretamente e quotidinamente la legge uguale per tutti
in modo uguale su tutti,

punendo in modo severo e rigoroso chi trasgredisce la legge uguale per tutti,

per permettere a tutti di verificare che quella legge uguale per tutti ed applicata concretamente e quotidianamente, in modo severo e rigoroso su tutti, al cui rispetto sono stati educati

esiste realmente ed è effettivamente applicata, concretamente e quotidianamente, in modo severo e rigoroso su tutti

allo scopo di confermare quanto insegnato nel momento educativo,

e cioè

in primis che chi rispetta la legge uguale per tutti viene premiato e chi trasgredisce la legge viene punito,

e in secundis che si vive tutti meglio

se la legge uguale per tutti che impone il rispetto dell' altro, del suo corpo, dela sua vita, della sua prole, delle sue cose viene rispettata da tutti

ergo che conviene a tutti egoisticamente

rispettare la legge uguale per tutti che impone il rispetto dell' altro, del suo corpo, dela sua vita, della sua prole e delle sue cose.


SUSSIDIO PEDAGOGICO NUMERO QUATTRO

Il vostro IO 
costruitelo sul corpo, 
sul sano e naturale egoismo, 
sulla sana e naturale aggressività, 
sui sani istinti naturali, 
sulla sintonia con la Natura e con la Terra, 
non su filosofieideologiereligioni 
contro natura e contro la vita.

Il corpo è la mia grande ragione.

Esso non dice IO. Esso fa IO. 

C'è più verità nel corpo 
che in tutte le religioni e le filosofie della Terra. 

Siamo una parte della Natura e della Terra. 

Vivi in sintonia 
con il tuo corpo e con la tua vita, 
con la Natura e con la Terra. 

Tratta tutti gli esseri viventi con rispetto: 
tra gli esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens 
tratta con rispetto 
solo quelli che ti trattano con rispetto. 

Prendi dalla Natura e dalla Terra 
solo ciò che ti è necessario. 

Segui sempre i ritmi della Natura. 

Alzati e ritirati con il sole. 

Il senso della vita è la vita 
e non esiste alcuno "senso della vita" 
al di fuori della vita stessa 

ERGO 

chi cerca "il senso della vita" 
al di fuori del suo corpo e della sua vita 
è un animale malato 
che ha perso ogni rapporto 
con il suo corpo e con la sua vita. 

AUT AUT 

O la vita come valore. 

O il denaro e il profitto come valore. 

AUT AUT 

O una società che abbia la vita come valore

 o una società che abbia il denaro e il profitto come valore.


SUSSIDIO PEDAGOGICO NUMERO CINQUE

Come gestire  gli esemplari malati della specie Homo Sapiens Sapiens, alienati fin dalla più tenera età da se stessi,  dal loro corpo e dalla loro vita,  dalla Natura e dalla Terra,  

dalla diseducazione  ebraico - cristian - massonica - comunitario - mafiosa, contro natura e contro la vita, 

a colpi di "amore per il prossimo" e "fratellanza", 

che ha criminalizzato e colpevolizzato in loro, fin dalla più tenera età,  il sano e naturale egoismo,  la sana e naturale aggressività e i sani istinti naturali.

L' animale sano della specie Homo Sapiens Sapiens, l' uomo libero, impara fin dalla più giovane età a gestire l' animale malato della specie Homo Sapiens Sapiens, 

alienato da se stesso, dal suo corpo e dalla sua vita, dalla Natura e dalla Terra, dalla diseducazione  ebraico - cristian - massonica - comunitario - mafioso, contro natura e contro la vita,  

che ha criminalizzato e colpevolizzato in lui,  fin dalla più tenera età, il sano e naturale egoismo, la sana e naturale aggressività e i sani istinti naturali,

fino ad impedirgli di manifestarli, 

usando minchiate tipo "amore per il prossimo", "fratellanza" et ceteras et similia,

allo scopo di trasformarlo in un povero animale malato, un poveraccio ossessionato dagli altri e dalla necessità di piacere agli altri, 

ergo

in una mite e docile pecorella omologata nel gregge chiamato "comunità", da portare a tosare per far lana per il padrone insieme a tutte le altre pecorelle,

'nzomma in un servoschiavoputtana di ricchi e potenti,

in quanto tale completamente incapace di vivere una vita sana e naturale,  in sintonia con il sano e naturale egoismo, con la sana e naturale aggressività, con i sani istinti naturali,

quindi completamente incapace di raggiungere la sua felicità,

il quale non può far altro, viste e considerate le sue pietose condizioni psico - fisiche e le conseguenti penose condizioni esistenziali, 

che essere necessariamente ed inevitabilmente invidioso  di qualunque animale sano, di qualunque uomo libero che sia in perfetta salute psico - fisica, in sintonia con il suo corpo e con la sua vita, con la Natura e con la Terra, in possesso del suo sano e naturale egoismo e della sua sana e naturale aggressività e capace di vivere e soddisfare i suoi sani istinti naturali,

quindi capace di raggiungere la felicità e di essere felice.

L'uomo libero conosce l' animale malato della specie Homo Sapiens Sapiens, la mite e docile pecorella del gregge, il servoschiavoputtana di ricchi e potenti ed i suoi problemi

ergo

conosce anche le tecniche che il povero animale malato, la mite e docile pecorella del gregge, il servoschiavoputtana di ricchi e potenti userà per cercare inutilmente, e senza alcuna possibilità di riuscirci, di renderlo uguale  a lui,

che consistono fondamentalmente nel cercare di ripetere con l' uomo libero le tecniche che hanno usato su di lui, povero animale malato, disgraziata mite e docile pecorella del gregge, disperato servoschiavoputtana di ricchi e potenti, fin dalla più tenera età:

il povero animale malato, la mite e docile pecorella del gregge, il servoschiavoputtana di ricchi e potenti riproporrà dunque le suddette minchiate "amore per il prossimo", "fratellanza" et ceteras et similia, che hanno proposto a lui in tenera età,

affermando la necessità di dedicarsi e di occuparsi degli altri, di piacere e compiacere agli altri, di vivere nella comunità,

illudendosi in tal guisa di colpevolizzare e criminalizzare nell' uomo libero, come hanno fatto con lui fin dalla più tenera età, il sano e naturale egoismo, la sana e naturale aggressività, e i sani istinti naturali, fino ad impedirgli di manifestarli,

naturalmente senza ottenere alcun risultato.

Ignora due cose il povero animale malato, la mite e docile pecorella omologata nel gregge, il servoschiavoputtana di ricchi e potenti,

in primis ignora che l'uomo libero conosce i poveri animali malati, le miti e docili pecorelle omologate nel gregge, i servischiaviputtane di ricchi e potenti 

ed ha incontrato nella sua vita migliaia di poveri animali malati, di miti e docili pecorelle omologate nel gregge, di servischiaviputtane di ricchi e potenti, 

che hanno cercato di convincerlo che "animale malato è meglio" che "mite e docile pecorella è meglio, che "servoschiavoputtana è meglio",

cercando di raggiungere lo scopo, necessariamente, inevitabilmente ed aprioristicamente impossible, di trasformare tutti in animali malati, in miti e docili pecorelle omologate nel gregge, in servischiaviputtane di ricchi e potenti, 

prefiggendosi l'obiettivo folle e delirante di eliminare tutti gli uomini liberi dalla Terra,

in guisa tale da non essere più costretti a sopportare la sofferenza generata in loro, poveri disgraziati e disperati animali malati, povere disgraziate e disperate miti e docili pecorelle del gregge, poveri disgraziati e disperati servischiaviputtane di ricchi e potenti,

dall' esistenza sulla Terra di uomini liberi,

che gli ricorda ogni giorno che è possibile essere liberi e rendono pertanto ancor più insopportabile la loro umiliante condizione di animali malati, di miti e docili pecorelle del gregge, di servischiaviputtane di ricchi e potenti, ed ancor più terribile la sofferenza che da quella umiliante condizione deriva;

in secundis ignora l' animale malato, la mite e docile pecorella del gregge, il servoschiavoputtana di ricchi e potenti che mentre nel suo DNA c'è già scritta la sua condizione di animale malato, mite e docile pecorella del greggee servoschiavoputtana di ricchi e potenti

ergo

il suo essere animale malato, mite e docile pecorella del gregge e servoschiavoputtana di ricchi e potenti non è che una manifestazione di una caratteristica genetica,

au contraire

nel DNA dell'uomo libero c'è già scritto il suo essere uomo libero ed il suo essere un uomo libero è semplicemente la manifestazione della caratteristica genetica di "uomo libero"

ergo

questo rende necessariamente, inevitabilmente ed aprioristicamente impossible che egli possa diventare un animale malato, una mite e docile pecorella del gregge , un servoschiavoputtana di ricchi e potenti,

ergo

tutti i suoi tentativi di trasformare un uomo libero in animale malato, mite e docile pecorella del gregge , servoschiavoputtana di ricchi e potenti sono necessariamente, inevitabilmente ed aprioristicamente destinati al fallimento,

fermo restando il suo "diritto de provacce"

che al povero animale malato, alla disgraziata mite e docile pecorella del gregge , al disperato servoschiavoputtana di ricchi e potenti porteranno solo altra delusione, altra frustrazione ed altra rabbia, che si andranno ad aggiungere a quelle derivanti dalla sua penosa condizione esistenziale,
nonchè un notevole quanto inutile dispendio di tempo ed energie,

au contraire

all' uomo libero porteranno divertimento e sollazzo, quindi altra felicità ed altra gioia, che si aggiungeranno a quelle che già gli vengono dalla sua gioiosa condizione esistenziale,

divertimento e sollazzo procurati dalla visione dell' animale malato - mite e docile pecorella del gregge - servoschiavoputtana di ricchi e potenti che si dibatte, si dimena e soffre, preso nelle grinfie della societàdelconsumodellaproduzionedellusura,

sempre più avviluppato nella sua disperata e disgraziata condizione esistenziale di animale malato ergo mite e docile pecorella del gregge ergo servoschiavoputtana dei ricchi e potenti che in questa società possiedono tutta la ricchezza.


Figli e Uoli in Verità in Verità vi dico !

Se entrate a far parte di una società
in cui l' 1% possiede tutta la ricchezza,
tutte le banche e tutte le imprese,
quello che vi capiterà,
necessariamente ed inevitabilmente,
è di diventare servi, schiavi e puttane di quell' 1%.

Figli e Uoli Verità in Verità vi dico !

Io vi porto la consapevolezza della realtà
ed il mio ruolo termina qui.

Ora potete decidere consapevolmente.

E cosa deciderete figli e uoli ve lo dico io.

Se nel vostro DNA
c'è scritto geneticamente
l' essere servo, schiavo e puttana
entrerete a far parte di questa società.

Se nel vostro DNA c'è scritto geneticamente
l' essere uomini liberi
vi rifuterete di entrarne a farne parte.

Parola di Giamba !

Rendete grazie a Giamba !

Oppure no...

'Nzomma fate mpò come cazzo ve pare.

Sefapeddì...

In realtà quel che farete
è già scritto nel vostro DNA.

Se sentimo...


SUSSIDIO PEDAGOGICO NUMERO SEI

Il solo rapporto sincero possibile tra esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens è quello in cui ognuno esprime il suo sano e naturale egoismo e la sua sana e naturale aggressività e li contrappore al sano e naturale egoismo e alla sana naturale aggressività dell altro,

per giungere poi

o ad un accordo paritario fondato sul principio di uguaglianza e sul rispetto reciproco dell' altro, del suo corpo, della sua vita, delle sue cose e della sua prole, voluto ed accettato da ambedue le parti e messo in atto concretamente e quotidianamente da ambedue le parti, per evitare continue e costanti tensioni e violenze,

o allo scontro violento in cui alla fine uno prevale e l' altro soccombe, se quell' accordo non è possibile perchè una delle due parti non lo vuole e non lo accetta e/o lo vuole e lo accetta solo a parole e poi non lo mette in atto concretamente e quotidianamente.

Per quanto riguarda invece minchiate come "amore per il prossimo", "solidarietà", "altruismo" et ceteras et similia, 

ìnzomma tutte quelle situazioni in cui  un esemplare della specie Homo Sapiens dice di "non essere egoista" e di "pensare sempre agli altri", 

in nome del cosiddetto "amore per il prossimo", un presunto ed ipotetico interesse di ogni esemplare della specie Homo Sapiens Sapiens per ogni altro esemplare della specie Homo Sapiens Sapiens,

si tratta soltanto di simulazioni usate 

in primis come espediente per blandire l'aggressività dell' altro riportandolo ad una situazione infantile,

in secundis come espediente per richiedere ai coglioni che credono che 'sta cosa chiamata "amore per il prossimo" esista veramente, 

di fare la stessa cosa con gli altri, cioè di pensare più agli altri che a se stessi, di avere fiducia negli altri, et ceteras et similia

in modo da criminalizzare il loro sano e naturale egoismo e la loro sana e naturale aggressività,

non avere più la contrapposizone naturale del loro sano e naturale egoismo e della loro sana e naturale aggressività al proprio sano e naturale egoismo e alla propria sana e naturale aggressività

e poter fare agevolmente quel che si vuoe di loro.

Affermo con convinzione tutto questo perchè sono scientificamente, definitivamente e serenamente certo che 

"Ognuno è solo al centro della Terra trafitto da un raggio di sole e se fa li cazzi sua, e che quelli che se li fanno meglio so' proprio quelli che fanno finta di occuparsi degli altri".

E non a seguito di presunte ed ipotetiche delusioni ricevute da miei simili, 

ma per via della suddetta conclusione scientifica: "Ognuno è solo al centro della Terra trafitto da un raggio di sole e se fa li cazzi sua, e quelli che se li fanno meglio so' proprio quelli che fanno finta di occuparsi degli altri"

a cui sono giunto in giovanissima età,  

che è proprio quello che mi ha evitato la patetica parabola  "ricerca di amore - illusione - delusione " tanto comune a moltissimi esemplari dela specie Homo Sapiens Sapiens,, 

quelli che vanno "alla ricerca di ammore" per tutta l'esistenza

proprio perchè ignari della semplice realtà che "Ognuno è solo al centro della Terra trafitto da un raggio di sole e se fa li cazzi sua, e che quelli che se li fanno meglio so' proprio quelli che fanno finta di occuparsi degli altri".









permalink | inviato da _Giamba_ il 9/6/2018 alle 18:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia     maggio       
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

diario
Terapia intensiva di disintossicazione musicale
MoVimento Cinque Stelle
Coglioni e coglionatori
Specchietti per le allodole
I misteri della poltica
Le donne e l'amore
Buone notizie
Una risata vi seppellirà
I teoremi dello zio Giamba
Ma quanto so' buoni 'sti ebrei !
L'arte che mi piace
Il cinema che mi piace
Signoraggio bancario
Altra informazione
Il lento ma inesorabile degrado dei sinistri
Ogni comunità è sempre e comunque una mafia
I contributi di Giovan Maria Catalan Belmonte
Mi beo degli zotici
Angoscia. illusione, mistificazione, controllo
Il paese della libertà ? Maddechè ?
Friedrich Wilhelm Nietzsche
Max Stirner
Detti e citazioni latine
Comunicando con gli altri bloggers
Zia Democra
I Taliani
Cultura identitaria
AUT AUT O la vita come valore o il denaro come valore
Il cristianesimo è un delirio contro natura
L'unica realtà che esiste è l'individuo
Pier Paolo Pasolini
I coatti mentecatti della società dei consumi
L’ insostenibile leggerezza dell’ essere
Il gioco E’ le sue regole
Il pericoloso delirio della Fede nell’ Umanità;
Uscire fuori dalla logica economica
Chi crede avvelena anche te ! Digli di smettere !
Il virus Rousseau
Nativi americani
Buffoni di corte
Ezra Pound
Mio figlio è un uomo di successo ! Mi dispiace signora...
Arguti cialtroni
La televisiun la t'endormenta come un cujun
La società umana o è patriarcale o non è
Totò
Vaticano S.P.A.
Pantelleria
Ma l'Italia è in grado di dare nutrimento a tutti 'sti immigrati ?
Habere non haberi
Teste di prete
Apologia dello stronzo
Don Matteo Renzie: il pretino democristiano
Luigi Pirandello
Julius Evola
Sub specie aeternitatis
Mass media e manipolazione

VAI A VEDERE

Giamba Facebook
Giamba Twitter
Il fatto quotidiano
Wikileaks
NO TAV
Anticapitalismo
Altra Informazione
Cambiare stile di vita
Manifesto antimodernità
Lettera del capo indiano Seattle al presidente USA


 

 

Tutti i miei posts sono pubblicati

anche sul mio profilo facebook

www.facebook.com/giamba.pellei  

 

Potete trovare tutti i miei tweets

sul mio proiflo twitter

https://twitter.com/GiambaLibero

 

 

Il corpo è la mia grande ragione.

Esso non dice IO.

Esso fa IO.

C'è più verità nel corpo

che in tutte le religioni e le filosofie

della Terra.

L'unica realtà che esiste è l'individuo.

La cosiddetta "comunità" 

è un'invenzione di ricchi e potenti,

ed è sempre e comunque una mafia,

creata per annichilire gli individui,

omologarli in un gregge

e portarli tutti insieme a tosare

per far lana per il padrone.

 

 

CERCA