Vivete da animali terreni consapevoli. In sintonia con il corpo e con la vita, con la Natura e con la Terra. Vivete da animali terreni consapevoli. Consapevoli di essere un fenomeno naturale ed una parte della Natura e della Terra, come tutti gli altri esseri viventi. Vivete da animali terreni consapevoli. Consapevoli della realtà naturale della vita e della morte, della naturale precarietà dell' esistenza e dell' assoluta estraneità degli altri. Vivete da animali terreni consapevoli. Seguite sempre i ritmi della Natura e della Terra e prendete dalla Natura e dalla Terra solo ciò che vi è necessario, consumando solo ciò di cui il vostro corpo ha bisogno per stare bene: cibo e acqua q.b., aria pura da respirare, una sana attività fisica e sessuale, un’ esistenza legata ai ritmi circadiani, otto ore per notte di sonno. Vivete da animali terreni consapevoli. Il corpo è la grande ragione. Esso non dice IO. Esso fa IO. C'è più verità nel corpo che in tutte le religioni e le filosofie della Terra. Vivete da animali terreni consapevoli. Trattate tutti gli esseri viventi con rispetto. Tra gli esemplari della specie Homo Sapiens trattate con rispetto solo quelli che trattano con rispetto voi e tutti gli esseri viventi. Vivete da animali terreni consapevoli. Il senso della vita è la vita e non esiste alcun "senso della vita" al di fuori della vita stessa. Vivete da animali terreni consapevoli. AUT AUT. O la Vita, la Natura e la Terra come valore. O il denaro e il profitto come valore. AUT AUT. O una società sana che ha la Vita, la Natura e la Terra come valore, che tuteli la Vita, la Natura e la Terra. O una società malata che ha il denaro e il profitto come valore, che distruggerà la Vita, la Natura e la Terra. Vivete da animali terreni consapevoli. In sintonia con il corpo e con la vita, con la Natura e con la Terra. Vivete da animali terreni consapevoli. Consapevoli di essere un fenomeno naturale ed una parte della Natura e della Terra, come tutti gli altri esseri viventi. Vivete da animali terreni consapevoli. Consapevoli della realtà naturale della vita e della morte, della naturale precarietà dell' esistenza e dell' assoluta estraneità degli altri. Vivete da animali terreni consapevoli. Seguite sempre i ritmi della Natura e della Terra e prendete dalla Natura e dalla Terra solo ciò che vi è necessario, consumando solo ciò di cui il vostro corpo ha bisogno per stare bene: cibo e acqua q.b., aria pura da respirare, una sana attività fisica e sessuale, un’ esistenza legata ai ritmi circadiani, otto ore per notte di sonno. Vivete da animali terreni consapevoli. Il corpo è la grande ragione. Esso non dice IO. Esso fa IO. C'è più verità nel corpo che in tutte le religioni e le filosofie della Terra. Vivete da animali terreni consapevoli. Trattate tutti gli esseri viventi con rispetto. Tra gli esemplari della specie Homo Sapiens trattate con rispetto solo quelli che trattano con rispetto voi e tutti gli esseri viventi. Vivete da animali terreni consapevoli. Il senso della vita è la vita e non esiste alcun "senso della vita" al di fuori della vita stessa. Vivete da animali terreni consapevoli. AUT AUT. O la Vita, la Natura e la Terra come valore. O il denaro e il profitto come valore. AUT AUT. O una società sana che ha la Vita, la Natura e la Terra come valore, che tuteli la Vita, la Natura e la Terra. O una società malata che ha il denaro e il profitto come valore, che distruggerà la Vita, la Natura e la Terra. Giamba2016 | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

Giamba2016
"Animale terreno consapevole" e/o "Genus fictus natura et historia" e/o "Io sono una forza del passato solo nella tradizione è il mio amore" sono tre modi diversi di dire la stessa cosa


Il cristianesimo è un delirio contro natura


10 maggio 2019

Il cosiddetto "amore per il prossimo" è uno strumento alternativo alla violenza, più pratico della violenza perchè evita reazioni violente, inventato dai pochissimi che possiedono tutta la ricchezza per controllare e usare gli altri.


Il cosiddetto "amore per il prossimo" è uno strumento alternativo alla violenza, meno costoso e più pratico della violenza perchè evita reazioni violente, inventato dai pochissimi che da sempre possiedono tutta la ricchezza in tutte le società umane finora esistite, per controllare, sottomettere e sfruttare tutti gli altri.

Dice: "Non è possibile un mondo giusto senza Amore".

Dico: "In realtà è esattamente il contrario: il cosiddetto "Amore per il prossimo", inesistente in Natura, è uno strumento per impedire che si arrivi ad un mondo giusto,

ad una società umana giusta di liberi ed eguali,

inventato dai pochissimi che da sempre, in ogni società umana finora esistita, possiedono tutta la ricchezza e tutto il potere e li usano per controllare, sottomettere e sfruttare tutti gli altri,

ed usato per blandire la sana e naturale aggressività di tutti gli altri, allo scopo di poterli controllare, sottomettere e sfruttare,

evitando di usare la repressione violenta, che è sicuramente lo strumento più semplice ed immediato per controllare, sottomettere e sfruttare tutti gli altri, ma ha un difetto gravissimo per i pochissimi che hanno tutta la ricchezza:

fa spendere più denaro, quel denaro che è il solo valore dei pochissimi che hanno tutta la ricchezza,

che sono sempre e comunque dei "criminali" perchè allucinati dal denaro, che è il lorosolo valore, sono totalmente privi del valore di riferimento da cui è nata la società umana e su cui dovrebbe fondarsi ogni società umana:

il rispetto dell' altro, della sua vita, del suo corpo, della sua prole, delle sue cose, della sua identità, della sua dignità e della sua libertà.

Perchè la repressione violenta, che è sicuramente lo strumento più semplice ed immediato usato dai pochissimi criminali che hanno tutta la ricchezza per controllare, sottomettere e sfruttare tutti gli altri, fa spendere più denaro a quei pochissimi ?

Perchè provoca la sana e naturale reazione violenta di tutti gli altri, che mantengono la sana e naturale aggressività se essa non viene blandita usando lo strumento "amore per il prossimo" inventato appositamente per blandirla,

ed usano la sana e naturale aggressività, giustamente e legittimamente, per combattere contro quei pochissimi che vogliono mantenere tutta la ricchezza,

prefiggendosi l' obiettivo, giusto e legittimo, di togliere la ricchezza dalle mani di quei pochissimi, che la usano per poterli controllare, sottomettere e sfruttare,

per redistribuirla in modo uguale tra tutti i componenti della società umana,

e, conseguentemente, costringe quei pochissimi a creare forze militari, eserciti, polizie et ceteras et similia, che devono essere sempre e comunque essere finanziate da quei pochissimi che vogliono mantenere tutta la ricchezza,

perchè forze militari, eserciti, polizie et ceteras et similia all' interno delle società umane in cui pochissimi possiedono tutta la ricchezza, cioè in tutte le società umane finora esistite,

operano sempre e comunque al servizio dei pochissimi che possiedono tutta la ricchezza per difendere quei pochissimi e permettergli di mantenere tutta la ricchezza,

quindi mettono in atto la repressione violenta, per cui sono stati creati, che è la loro ragione di esistere, sempre e comunque contro quelli che cercano giustamente e legittimamente di redistribuire la ricchezza, che è tutta in mano a quei pochissimi, per distribuirla in modo uguale tra tutti i componenti della società umana.

In realtà per creare un mondo giusto, una società umana giusta di liberi ed eguali, basta distribuire in modo uguale ricchezza e potere tra tutti gli esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens,

per poi imporre una legge, uguale per tutti, che imponga ad ognuno il rispetto dell' altro, della sua vita, del suo corpo, della sua prole, delle sue cose, della sua identità, della sua dignità e della sua libertà,

ed il cosiddetto "amore per il prossimo" non solo non serve in alcun modo a creare una società giusta di liberi ed eguali e/o a tenere in piedi una società giusta di liberi ed eguali dopo che essa è stata creata,

ma è esattamente l' opposto: è uno strumento per impedire che si giunga ad una società giusta di liberi ed eguali, che funziona nel modo che spiego a seguire.

In un pianeta Terra in cui pochissimi possiedono tutta la ricchezza e tutto il potere e li usano per controllare, sottomettere ed usare tutti gli altri, come da sempre avviene in ogni società umana finora esistita,

questi pochissimi devono tenere conto che, visto e considerato che l' uguaglianza tra gli esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens è cosa naturale, "naturale" nel senso letterale della parola, perchè nello stato di natura di guerra di tutti contro tutti nessun esemplare della specie è così forte da non poter essere ucciso da un altro,

tutti gli altri, che hanno in sè la consapevolezza di questa uguaglianza naturale tra gli esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens,

non accetteranno mai e poi mai una società umana che non solo non mantiene quella uguaglianza naturale tra gli esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens, ma crea addirittura una condizione contro natura in cui pochissimi possiedono tutta la ricchezza e tutto il potere e li usano per controllare, sottomettere ed usare tutti gli altri,

quindi prima o poi, in un modo o nell' altro, come è sempre accaduto in tutte le società umana finora esistite, faranno qualcosa per cambiare quella situazione, e ci saranno delle tensioni e delle violenze.

La prima risposta, quella più semplice ed immediata, per mantenere una situazione contro natura ed ingiusta in cui pochissimi possiedono tutta la ricchezza e tutto il potere e li usano per controllare, sottomettere ed usare tutti gli altri, è naturalmente la violenza:

quei pochissimi che hanno tutta la ricchezza e tutto il potere si armano in modo massiccio, organizzano eserciti, forze di polizia et ceteras et similia, tutte pagate da loro e ai loro ordini, per tenere sottomessi tutti gli altri,

e continuare così a mantenere tutta la ricchezza e tutto il potere.

Ma 'sta cosa non solo è difficile, perchè a possedere tutta la ricchezza e tutto il potere sono pochissimi mentre tutti gli altri sono tantissimi, ma è troppo dispendiosa.

A un certo punto della storia, prima con Socrate poi coll cristianesimo, ricchi e potenti si accorgono che approcciando gli altri in modo non aggressivo, simulando amore e disponibilità, li si riporta al rapporto genitore - cucciolo, in condizione infantile,

e li si rende dipendente e ricettivi, in attesa di qualcuno che li ami e che si occupi di loro, che arriverà prima o poi, dal' alto, per amarli ed occuparsi di loro

quel che accadrà a questo punto è che masse di coglioni, convinti che esista una cosa chiamata "amore per il prossimo", quindi fiduciosi nell' amore per il prossimo in generale, che riguarda tutti gli uomini,

e in particolare dell' amore di ricchi e potenti per loro, perchè ricchi e potenti, in quanto uomini, quindi pervasi di "amore per il prossimo" come tutti gli uomini, non possono non amarli,

se ne staranno buoni buoni e non faranno nulla per cambiare la situazione in cui pochissimi possiedono tutta la ricchezza e tutto il potere e li usano per controllare, sottomettere ed usare tutti gli altri.

'Nzomma...

Se si inventa 'na cosa chiamata "amore per il prossimo" e si diffonde la convinzione che 'sta cosa chiamata "amore per il prossimo" esista veramente,

i pochissimi che hanno tutta la ricchezza e tutto il potere potranno rivolgersi a tutti gli altri, cioè a tutti quelli che non hanno un cazzo dicendogli: "Io ti amo e mi occuperò di te"

molti di quei coglioni se ne staranno buoni e non faranno nulla per cambiare la situazione in cui pochissimi possiedono tutta la ricchezza e tutto il potere e li usano per controllare, sottomettere ed usare tutti gli altri.

e, conseguentemente, i pochissimi che hanno tutta la ricchezza e tutto il potere potranno ridurre la quantità di violenza necessaria per tenere buoni tutti gli altri,

perchè la violenza, a quel punto, dovrà essere usata solo e soltanto contro quelli che non sono così coglioni da credere veramente alla colossale minchiata che ricchi e potenti in nome de 'sta cosa chiamata "amore per il prossimo" si occuperanno di tutti gli altri,

e cercheranno di fare qualcosa per cambiare la situazione in cui pochissimi possiedono tutta la ricchezza e tutto il potere e li usano per controllare, sottomettere ed usare tutti gli altri.

Il primo a scoprire che approcciando l'altro in modo non aggressivo, simulando amore e disponibilità, lo si riporta al rapporto genitore - cucciolo, in condizione infantile, e lo si rende dipendente e ricettivo, fu Socrate.

Il cristianesimo comprende la potenza della tecnica di plagio socratica e la perfeziona inventando il cosiddetto "amore per il prossimo".

Per comprendere la tecnica di plagio inventata da Socrate, perfezionata dai cristiani, ed usata da ogni politico, da ogni pubblicitario, da ogni venditore, da ogni truffatore e da ogni cialtrone, ed evitare che essa funzioni,

bisogna dunque partire dall'inizio, cioè da Socrate e dal metodo socratico, che funziona perchè parte dalla constatazione di un meccanismo psicologico semplicissimo, ne prende consapevolezza e lo fa scattare ogni volta con sottile arguzia.

Socrate scopre che se si avvicina l'altro in modo non aggressivo, ma umile ed amorevole, simulando interesse per lui, gli si ripropone il rapporto genitore - cucciolo, lo si riconduce al rapporto genitore - cucciolo e si ricrea in lui la stessa condizione di dipendenza che aveva nell'infanzia, da cucciolo, nei confronti dei genitori:

usando questa tecnica di approccio all' altro si blandisce la sana e naturale aggressività dell' esemplare adulto della specie Homo Sapiens Sapiens e si crea una disponibilità totale, un' apertura totale che permette di intrufolarsi come si vuole prima nel suo cervello e poi nella sua vita, che può così essere controllata, usata e sfruttata.

La tecnica socratica di approccio all' altro, non aggressiva, umile ed amorevole,
che simula interesse per l'altro, riuscendo a blandire la sana e naturale aggressività, crea di fatto una disponibilità totale

che permette di evitare il sano e naturale meccanismo psicologico del confronto tra due esemplari adulti della specie Homo Sapiens Sapiens, che inizia, in modo sano e naturale, esprimendo le proprie convinzioni, per cercare di convincere l'altro, anche in modo aggressivo, se necessario,

e termina, in modo altrettanto sano e naturale, e naturalmente anche legittimo,
con tre possibilità modalità: o uno convince l' altro, o l' altro convince l' uno, o ognuno dei dei mantiene la sua opinione.

Socrate per primo ha capito il funzionamento di questo meccanismo psicologico di approccio non aggressivo all' altro e lo ha usato sui giovani ateniesi fondando su di essa il cosiddetto "metodo socratico", che è una vera e propria "sistematizzazione del plagio":

approcciare l' altro dicendo di sapere di non sapere, con umiltà ed ammmore, per blandire la sua aggressività, ottenere la sua disponibilità, e poi procedere,
sempre in modo morbido,

prima con ironia, per spazzare via le "false verità", che sono in realtà le legittime opinioni dell'altro,

per poi portargli, nel momento maieutico, la Verità Vera, che è naturalmente solo e soltanto l' opinione di Socrate,

visto e considerato solo opinioni esistono, quella di Socrate, quella di ciascun giovane ateniese, quella mia, quella tua e quella di chiunque altro, e nessuna Verità Vera.

Ma il metodo socratico, che è sicuramente un' ottime tecnica di plagio, ha un difetto: ogni volta Socrate doveva ricominciare da capo, perchè ogni volta il suo interlocutore, davanti a questo ometto che lo approcciava in modo umile ed amorevole, si chiedeva, sorretto dal suo sano e naturale egoismo e dalla sua sana e naturale aggressività, cosa volesse questo ometto da lui:

a volte Socrate riusciva a superare questa sana e naturale aggressività e questa sana e naturale diffidenza, a volte no.

Il cristianesimo comprende immediatamente la validità di questa tecnica di plagio, ma nota immediatamente quel suo difetto e, per superarlo, inventa il cosiddetto "amore per il prossimo".

Il cristianesimo comprende cioè immediatamente che simulando interesse per gli altri si riesce a ricondurli in condizione infantile, a blandire la loro aggressività e ad ottenere la loro disponibilità, quindi la possibilità di infilarsi nel loro cervello per plagiarli e di intrufolarsi nella loro vita per controllarli ed usarli,

ma comprende anche che questa attività finalizzata a blandire l'aggressività dell' altro e ad ottenere la sua disponibilità per infilarsi come un coltello nel burro nel suo cervello e plagiarlo deve ricominciare ogni volta da capo.

Per evitare questo inconveniente della tecnica socratica di plagio il cristianesimo inventa e poi diffonde tra gli esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens il cosiddetto "amore per il prossimo", cioè la convinzione che esista un interesse naturale e reale di ogni esemplare della specie Homo Sapiens Sapiens per ogni altro esemplare adulto della specie Homo Sapiens Sapiens, in realtà assolutamente inesistente in natura,

che sarebbe simile a quello dell' esemplare adulto per il cucciolo generato, che è proprio il modello di riferimento su cui il cosiddetto "amore per il prossimo" viene inventato.

L'invenzione e la diffusione del cosiddetto "amore per il prossimo", cioè della convinzione che ogni esemplare adulto della specie Homo Sapiens Sapiens abbia un interesse reale per ogni altro esemplare adulto della specie Homo Sapiens,
permette di superare il difetto insito nel metodo socratico:

se si diffonde la convinzione che esiste l'amore per il prossimo, cioè un interesse reale di ogni esemplare adulto della specie Homo Sapiens Sapiens per ogni altro esemplare adulto della specie Homo Sapiens Sapiens, e questa convinzione diventa un Dogma,

ogni esemplare adulto della specie Homo Sapiens Sapiens considererà naturale che Socrate o un prete o un qualsiasi altro esemplare adulto della sua specie che usa il metodo socratico si presenti a lui sapendo di non sapere "con amore ed umiltà",

perchè penserà che Socrate o il prete o qualsiasi altro esemplare adulto della sua specie fa così perchè è ispirato dal cosiddetto "amore per il prossimo", alla cui esistenza, a quel punto, tutti credono dogmaticamente.

L'invenzione e la diffusione del cosiddetto "amore per il prossimo", cioè della convinzione che ogni esemplare adulto della specie Homo Sapiens Sapiens abbia un interesse reale per ogni altro esemplare adulto della specie Homo Sapiens, e la trasformazione di quella convinzione in Dogma,

farà si che ogni esemplare della specie Homo Sapiens Sapiens trovi assolutamente ovvio, scontato e naturale che un altro esemplare della specie Homo Sapiens Sapiens lo approcci con amore ed umiltà,

quindi non avrà alcun dubbio ed alcuna diffidenza verso chi lo approccia con amore ed umiltà, si aprirà totalmente a lui ed avrà verso di lui un' assoluta disponibilità,

e questo che renderà enormemente più facile il lavoro di plagio sistematizzato nel metodo socratico: spazzare va le "false verità", cioè le legittime opinioni dell' interlocutore, per sostituirle con le proprie opinioni personali, spacciate come"Verità Vera" nei confronti di chi, a quel punto, è in condizione di dipendenza infantile, quindi totalmente disponibile e completamente aperto ad accettare l' opinione dell' altro come "Verità Vera".

SUSSIDIO PEDAGOGICO AUDIOVISIVO

Fantozzi e il megadirettore galattico che lo ama..


https://www.youtube.com/watch?v=_PdXFHaMVdc






permalink | inviato da _Giamba_ il 10/5/2019 alle 18:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia     aprile       
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

diario
Terapia intensiva di disintossicazione musicale
MoVimento Cinque Stelle
Coglioni e coglionatori
Specchietti per le allodole
I misteri della poltica
Le donne e l'amore
Buone notizie
Una risata vi seppellirà
I teoremi dello zio Giamba
Ma quanto so' buoni 'sti ebrei !
L'arte che mi piace
Il cinema che mi piace
Signoraggio bancario
Altra informazione
Il lento ma inesorabile degrado dei sinistri
Ogni comunità è sempre e comunque una mafia
I contributi di Giovan Maria Catalan Belmonte
Mi beo degli zotici
Angoscia. illusione, mistificazione, controllo
Il paese della libertà ? Maddechè ?
Friedrich Wilhelm Nietzsche
Max Stirner
Detti e citazioni latine
Comunicando con gli altri bloggers
Zia Democra
I Taliani
Cultura identitaria
AUT AUT O la vita come valore o il denaro come valore
Il cristianesimo è un delirio contro natura
L'unica realtà che esiste è l'individuo
Pier Paolo Pasolini
I coatti mentecatti della società dei consumi
L’ insostenibile leggerezza dell’ essere
Il gioco E’ le sue regole
Il pericoloso delirio della Fede nell’ Umanità;
Uscire fuori dalla logica economica
Chi crede avvelena anche te ! Digli di smettere !
Il virus Rousseau
Nativi americani
Buffoni di corte
Ezra Pound
Mio figlio è un uomo di successo ! Mi dispiace signora...
Arguti cialtroni
La televisiun la t'endormenta come un cujun
La società umana o è patriarcale o non è
Totò
Vaticano S.P.A.
Pantelleria
Ma l'Italia è in grado di dare nutrimento a tutti 'sti immigrati ?
Habere non haberi
Teste di prete
Apologia dello stronzo
Don Matteo Renzie: il pretino democristiano
Luigi Pirandello
Julius Evola
Sub specie aeternitatis
Mass media e manipolazione

VAI A VEDERE

Giamba Facebook
Giamba Twitter
Wikileaks
Altra Informazione
Manifesto antimodernità
Lettera del capo indiano Seattle al presidente USA


 

 

 

  Trovate tutti i miei posts

anche sul mio profilo facebook

www.facebook.com/giamba.pellei    

  e tutti i miei tweets

sul mio profilo twitter

https://twitter.com/GiambaLibero

Genus fictus

natura et historia

e/o animale terreno

consapevole

e/o io sono

una forza del passato

solo nella tradizione

è il mio amore

sono tre modi diversi

di dire la stessa cosa.

L'unica realtà che esiste

è l'individuo.

  La cosiddetta "comunità" 

   è un'invenzione

di ricchi e potenti, 

  ed è sempre e comunque

una mafia,

  creata

per annichilire gli individui, 

 omologarli in un gregge

  e portarli tutti insieme

a tosare

per far lana per il padrone.

 
 
 

 

CERCA