Vivete da animali terreni consapevoli. In sintonia con il corpo e con la vita, con la Natura e con la Terra. Vivete da animali terreni consapevoli. Consapevoli di essere un fenomeno naturale ed una parte della Natura e della Terra, come tutti gli altri esseri viventi. Vivete da animali terreni consapevoli. Consapevoli della realtà naturale della vita e della morte, della naturale precarietà dell' esistenza e dell' assoluta estraneità degli altri. Vivete da animali terreni consapevoli. Seguite sempre i ritmi della Natura e della Terra e prendete dalla Natura e dalla Terra solo ciò che vi è necessario, consumando solo ciò di cui il vostro corpo ha bisogno per stare bene: cibo e acqua q.b., aria pura da respirare, una sana attività fisica e sessuale, un’ esistenza legata ai ritmi circadiani, otto ore per notte di sonno. Vivete da animali terreni consapevoli. Il corpo è la grande ragione. Esso non dice IO. Esso fa IO. C'è più verità nel corpo che in tutte le religioni e le filosofie della Terra. Vivete da animali terreni consapevoli. Trattate tutti gli esseri viventi con rispetto. Tra gli esemplari della specie Homo Sapiens trattate con rispetto solo quelli che trattano con rispetto voi e tutti gli esseri viventi. Vivete da animali terreni consapevoli. Il senso della vita è la vita e non esiste alcun "senso della vita" al di fuori della vita stessa. Vivete da animali terreni consapevoli. AUT AUT. O la Vita, la Natura e la Terra come valore. O il denaro e il profitto come valore. AUT AUT. O una società sana che ha la Vita, la Natura e la Terra come valore, che tuteli la Vita, la Natura e la Terra. O una società malata che ha il denaro e il profitto come valore, che distruggerà la Vita, la Natura e la Terra. Vivete da animali terreni consapevoli. In sintonia con il corpo e con la vita, con la Natura e con la Terra. Vivete da animali terreni consapevoli. Consapevoli di essere un fenomeno naturale ed una parte della Natura e della Terra, come tutti gli altri esseri viventi. Vivete da animali terreni consapevoli. Consapevoli della realtà naturale della vita e della morte, della naturale precarietà dell' esistenza e dell' assoluta estraneità degli altri. Vivete da animali terreni consapevoli. Seguite sempre i ritmi della Natura e della Terra e prendete dalla Natura e dalla Terra solo ciò che vi è necessario, consumando solo ciò di cui il vostro corpo ha bisogno per stare bene: cibo e acqua q.b., aria pura da respirare, una sana attività fisica e sessuale, un’ esistenza legata ai ritmi circadiani, otto ore per notte di sonno. Vivete da animali terreni consapevoli. Il corpo è la grande ragione. Esso non dice IO. Esso fa IO. C'è più verità nel corpo che in tutte le religioni e le filosofie della Terra. Vivete da animali terreni consapevoli. Trattate tutti gli esseri viventi con rispetto. Tra gli esemplari della specie Homo Sapiens trattate con rispetto solo quelli che trattano con rispetto voi e tutti gli esseri viventi. Vivete da animali terreni consapevoli. Il senso della vita è la vita e non esiste alcun "senso della vita" al di fuori della vita stessa. Vivete da animali terreni consapevoli. AUT AUT. O la Vita, la Natura e la Terra come valore. O il denaro e il profitto come valore. AUT AUT. O una società sana che ha la Vita, la Natura e la Terra come valore, che tuteli la Vita, la Natura e la Terra. O una società malata che ha il denaro e il profitto come valore, che distruggerà la Vita, la Natura e la Terra. Giamba2016 | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

Giamba2016
"Animale terreno consapevole" e/o "Genus fictus natura et historia" e/o "Io sono una forza del passato solo nella tradizione è il mio amore" sono tre modi diversi di dire la stessa cosa


Ma l'Italia è in grado di dare nutrimento a tutti 'sti immigrati ?


5 maggio 2019

Sul pianeta Terra ci sono otto miliardi di esemplari della specie Homo Sapiens. Il pianeta Terra può nutrirne a malapena la metà. La sola scelta possibile di chi ha una terra che gli dà nutrimento è difenderla da chi vuole portargliela via.


I mentecatti che vivono in un territorio che gli dà nutrimento e predicano "accoglienza, ammmore e solidarietà" ripetendo la litania: "Chi non ha da mangiare sulla sua terra ha diritto a spostarsi su un' altra terra",

non tengono conto di un semplice dato numerico: sul pianeta Terra ci sono otto miliardi di esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens e il pianeta Terra può nutrirne a malapena la metà.

Ne consegue che i mentecatti, in quanto ignari di quel semplice dato numerico, non sono in grado di realizzare che il territorio su cui vivono, che è una parte del pianeta Terra, così come il pianeta Terra, non può nutrire un numero illimitato di esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens,

e, conseguentemente, non sono in grado di rendersi conto che se accoglieranno sulla loro terra chi non ha da mangiare sulla sua terra, in nome di "accoglienza, ammmore e solidarietà" ripetendo la litania: "Chi non ha da mangiare sulla sua terra ha diritto a spostarsi su un' altra terra",

quel che accadrà è che quelli che non hanno da mangiare sulla loro terra mangeranno sulla terra di chi li ospita, cioè la loro terra,

quindi, visto e considerato che la loro terra non ha nutrimento per tutti, si nutriranno di quello di cui ora si nutrono loro,

lasciando loro in condizioni di non potersi nutrire.

Se è vero, come è vero, che ogni essere vivente sano, guidato dal proprio sano e naturale istinto di sopravvivenza, ha un comportamento sano e naturale che lo porta

in primis, per sopravvivere come individuo, a procurarsi il nutrimento di cui ha bisogno per sopravvivere,

e in secundis, per far permanere il proprio corredo genetico sulla Terra, ad accoppiarsi con un esemplare dell' altro sesso per riprodursi e ad occuparsi dei cuccioli generati procurando loro il nutrimento di cui hanno bisogno per sopravvivere,

ne consegue che la scelta sana, naturale, sensata e ragionevole, la sola scelta possibile di un esemplare della specie Homo Sapiens Sapiens che vive in una terra che dà nutrimento a lui, permettendogli di sopravvivere come individuo, e ai suoi cuccioli , permettendogli di farli sopravvivere, in guisa tale da far permanere il proprio corredo genetico sulla Terra,

è difendere quella terra che dà nutrimento a lui e ai suoi cuccioli da chi vuole portargliela via per trarne nutrimento per sè e per i suoi cuccioli

Au contraire

se è vero, come è vero, che ogni essere vivente sano, guidato dal proprio sano e naturale istinto di sopravvivenza, ha un comportamento sano e naturale che lo porta

in primis, per sopravvivere come individuo, a procurarsi il nutrimento di cui ha bisogno per sopravvivere,

e in secundis, per far permanere il proprio corredo genetico sulla Terra, ad accoppiarsi con un esemplare dell' altro sesso per riprodursi e ad occuparsi dei cuccioli generati procurando loro il nutrimento di cui hanno bisogno per sopravvivere,

non si può non concludere

che c'è una totale condizione di alienazione da se stessi, dal loro corpo e dalla loro vita, dalla Natura e dalla Terra, in quegli esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens che vivono in una terra che gli dà nutrimento e predicano "accoglienza, ammmore e solidarietà" ripetendo la litania: "Chi non ha da mangiare sulla sua terra ha diritto a spostarsi su un' altra terra",

di cui si può ben dire che sono dei mentecatti assoluti, perchè, ignari del semplice dato numerico che sul pianeta Terra ci sono otto miliardi di esemplari della specie Homo Sapiens e che il pianeta Terra può nutrirne a malapena la metà,

non sono in grado di realizzare che il territorio su cui vivono, che è una parte del pianeta Terra, così come il pianeta Terra, non può nutrire un numero illimitato di esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens,

e, conseguentemente, non tengono conto che se accoglieranno sulla loro terra chi non ha da mangiare sulla sua terra, in nome di "accoglienza, ammmore e solidarietà" ripetendo la litania: "Chi non ha da mangiare sulla sua terra ha diritto a spostarsi su un' altra terra",

quel che accadrà è che quelli che non hanno da mangiare sulla loro terra mangeranno sulla terra di chi li ospita, traendone nutrimento per se stessi e per i propri cuccioli,

e che, visto e considerato che la loro terra non ha nutrimento per tutti si nutriranno di quello di cui ora si nutrono loro,

e lasceranno loro in condizioni di non poter nutrire se stessi e i propri cuccioli

A questo punto sorge spontanea una domanda: "Cos'è che rende così mentecatti degli esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens,, cos'è che li aliena a tal punto degli esseri viventi da se stessi, dal loro corpo e dalla loro vita, dalla Natura e dalla Terra ?"

La risposta è semplice.

Quegli esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens sono così mentecatti, quegli esseri viventi sono a tal punto alienati da se stessi, dal loro corpo e dalla loro vita, dalla Natura e dalla Terra

perchè sono cresciuti con la diseducazione cristiana, fondata sul delirio contro natura e contro la vita chiamata “cristianesimo”,

che trasforma esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens nati sani forti e e liberi in docili e miti pecorelle omologate nel gregge chiamate “comunità”,

che sarà così facilissimo controllare, sottomettere e sfruttare da parte di quei pochissimi che hanno tutta la ricchezza e tutto il potere,

che hanno inventato il cristianesimo e la cosiddetta “comunità” proprio per quello, cioè per controllare, sottomettere e sfruttare tutti gli altri,

ed usano i preti, pagandoli, per diffondere la diseducazione cristiana.

Come funziona la diseducazione cristiana ?

Si parte inventando il cosiddetto "amore per il prossimo", cioè un presunto ed ipotetico interesse di ogni esemplare della specie Homo Sapiens Sapiens per ogni altro esemplare della specie Homo Sapiens Sapiens, in realtà inesistente in natura,

e poi lo si propone agli esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens fin dalla più tenera età come "dover essere", come modello di riferimento per ogni comportamento,

per poi esaltare come cose giuste da fare l' amare gli altri, l' occuparsi degli altri, il piacere agli altri e l' essere approvati dagli altri, dalla cosiddetta “comunità”,

e, conseguentemente, criminalizzare e colpevolizzare, definrndolo “peccato”, il sano e naturale egoismo e la sana e naturale naturale tendenza a soddisfare i sani istinti naturali,

insomma tutto ciò che gli esseri viventi hanno di più sano, e che gli consente di avere un' esistenza sana, naturale e felice.

In tal guisa si creano dei poveracci disgraziati che considerano “peccato” ogni sana e naturale manifestazione del sano e naturale egoismo ed ogni sana e naturale tendenza a soddisfare i sani istinti naturali,

quindi sempre pieni di sensi di colpa,

quindi incapaci di azioni sane e naturali, autonome e libere, che cercano sempre e comunque l’approvazione degli altri prima di agire.

Il risultato è quello auspicato, cioè il controllo totale di quei poracci disgraziati ridotti in tal guisa.

Come ? E’ semplicissimo...

Basta approvare quei poracci disgraziati ogni volta che fanno quello che è utile agli altri e/o alla cosiddetta “comunità” per convincerli a continuare a farlo,

e au contraire disapprovare quei poracci disgraziati, creando in loro dei sensi di colpa, le rare volte in cui cercano di fare qualcosa che conviene a loro, per farli tornare fare quel che conviene agli altri e/o alla cosiddetta “comunità”.

Il gioco è fatto.

Quel che accadrà è che i poracci, obnubilati e stravolti dal delirio contro natura e contro la vita chiamato "cristianesimo", in particolare dal cosiddetto "amore per il prossimo", un presunto ed ipotetico interesse di ogni esemplare della specie Homo Sapiens per ogni altro esemplare della specie Homo Sapiens,

useranno il cervello per costruire illusioni su presunti ed ipotetici rapporti di ammore e solidarietà tra esemplari della specie Homo Sapiens,

e, conseguentemente, il loro cervello, obnubilato e stravolto, non sarà più in grado di funzionare in modo appropriato, come strumento di sopravvivenza peculiare della specie, come fa quello degli esemplari sani della specie Homo Sapiens,

per raccogliere dati sensoriali dalla realtà con i cinque sensi, per poi elaborarli allo scopo di costruire un' immagine mentale della realtà che sia più simile possibile alla realtà effettiva,

da usare per agire intelligentemente e convenientemente nella realtà, allo scopo di soddisfare il loro sano e naturale egoismo e i loro sani istinti naturali.

'Nzomma quel che accade è che i poracci non vedono più la realtà in generale, e, nella fattispecie, riguardo all' argomento di cui sto parlando,

non vedono quel che vedono gli esemplari sani della specie Homo Sapiens Sapiens:

sul pianeta Terra ci sono otto miliardi di esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens,

il pianeta Terra può nutrirne a malapena la metà

e la sola scelta possibile di chi ha una terra che gli dà nutrimento è difenderla da chi vuole portargliela via

ERGO

predicano "accoglienza, ammmore e solidarietà" ripetendo la litania: "Chi non ha da mangiare sulla sua terra ha diritto a spostarsi su un' altra terra",

dimenticando il semplice dato numerico che sul pianeta Terra ci sono otto miliardi di esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens e che il pianeta Terra può nutrirne a malapena la metà,

e, conseguentemente, dimenticando che il territorio su cui vivono, che è una parte del pianeta Terra, così come il pianeta Terra può nutrire un numero illimitato di esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens

ERGO

non tenendo conto che se accoglieranno sulla loro terra chi non ha da mangiare sulla sua terra, in nome di "accoglienza, ammmore e solidarietà" ripetendo la litania: "Chi non ha da mangiare sulla sua terra ha diritto a spostarsi su un' altra terra",

quel che accadrà è che quelli che non hanno da mangiare sulla loro terra mangeranno sulla terra di chi li ospita,

e che, visto e considerato che la loro terra non ha nutrimento per tutti si nutriranno di quello di cui ora si nutrono loro,

lasciando loro in condizioni di non nutrirsi.

A questo punto concludo.

Che volevo di' figli e uoli carissimi ?

Volevo di' che stiamo parlando di cibo figli e pure uoli carissimi...

Volevo di' che stiamo parlando di animali che muoiono di fame...

E gli animali che muoiono di fame
se gli porgi la mano
per offrirgli ammore e solidarietà
prima te se magnano la mano,
poi il braccio,
e poi te se magnano intero.

O NOOO ??

P.S.

Oh se appartenete al folto gruppo
di esemplari della specie Homo Sapiens
che fanno le prediche su "ammmore e solidarietà"
pe' fa bella figura,
come copertura pe' continua' a magna'
continuate così che va benissimo.

Per questi figli di ndrocchia non c'è problema..

Ad avere grossi problemi, in un pianeta Terra che può a mala pena nutrire la metà degli otto miliardi di esemplari della specie Homo Sapiens viventi,

saranno quei poracci coglioni stravolti dal delirio contro natura e contro la vita chiamato "cristianesimo", in cui sano e naturale egoismo e sani istinti naturali sono stati criminalizzati fin dalla più tenera età, che hanno perso sintonia con il loro corpo e con la lor vita, con la Natura e con la Terra,

i quali non solo predicano ma realizzano pure anche ammore e solidarietà.

Se fate parte di questo gruppo di minchioni tenete conto che in un pianeta Terra che può nutrire solo la metà degli otto miliardi di esempalri della specie Homo Sapiens presenti,

il minimo che ve po' capita' è che quelli che c'hanno fame ve se magnano vivi..

'Nzomma me sa tanto che il vostro, figli e uoli carissimi, è un approccio sbagliato al problema, direi masochistico ed autolesionistico,

ed io, figli e pure uoli carissimi, vi consiglio vivamente di cambiare completamente approccio nei confronti degli altri esemplari della specie Homo Sapiens.

Figli e pure uoli carissimi,
armatevi e difendete quel che avete
dagli animali della specie Homo Sapiens affamati
che ve lo vogliono leva'.

Presssto che è tardi !

Poi fate mpò come ve pare eh..

A me che me frega...







permalink | inviato da _Giamba_ il 5/5/2019 alle 18:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia     marzo       
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

diario
Terapia intensiva di disintossicazione musicale
MoVimento Cinque Stelle
Coglioni e coglionatori
Specchietti per le allodole
I misteri della poltica
Le donne e l'amore
Buone notizie
Una risata vi seppellirà
I teoremi dello zio Giamba
Ma quanto so' buoni 'sti ebrei !
L'arte che mi piace
Il cinema che mi piace
Signoraggio bancario
Altra informazione
Il lento ma inesorabile degrado dei sinistri
Ogni comunità è sempre e comunque una mafia
I contributi di Giovan Maria Catalan Belmonte
Mi beo degli zotici
Angoscia. illusione, mistificazione, controllo
Il paese della libertà ? Maddechè ?
Friedrich Wilhelm Nietzsche
Max Stirner
Detti e citazioni latine
Comunicando con gli altri bloggers
Zia Democra
I Taliani
Cultura identitaria
AUT AUT O la vita come valore o il denaro come valore
Il cristianesimo è un delirio contro natura
L'unica realtà che esiste è l'individuo
Pier Paolo Pasolini
I coatti mentecatti della società dei consumi
L’ insostenibile leggerezza dell’ essere
Il gioco E’ le sue regole
Il pericoloso delirio della Fede nell’ Umanità;
Uscire fuori dalla logica economica
Chi crede avvelena anche te ! Digli di smettere !
Il virus Rousseau
Nativi americani
Buffoni di corte
Ezra Pound
Mio figlio è un uomo di successo ! Mi dispiace signora...
Arguti cialtroni
La televisiun la t'endormenta come un cujun
La società umana o è patriarcale o non è
Totò
Vaticano S.P.A.
Pantelleria
Ma l'Italia è in grado di dare nutrimento a tutti 'sti immigrati ?
Habere non haberi
Teste di prete
Apologia dello stronzo
Don Matteo Renzie: il pretino democristiano
Luigi Pirandello
Julius Evola
Sub specie aeternitatis
Mass media e manipolazione

VAI A VEDERE

Giamba Facebook
Giamba Twitter
Wikileaks
Altra Informazione
Manifesto antimodernità
Lettera del capo indiano Seattle al presidente USA


 

 

 

  Trovate tutti i miei posts

anche sul mio profilo facebook

www.facebook.com/giamba.pellei    

  e tutti i miei tweets

sul mio profilo twitter

https://twitter.com/GiambaLibero

Genus fictus

natura et historia

e/o animale terreno

consapevole

e/o io sono

una forza del passato

solo nella tradizione

è il mio amore

sono tre modi diversi

di dire la stessa cosa.

L'unica realtà che esiste

è l'individuo.

  La cosiddetta "comunità" 

   è un'invenzione

di ricchi e potenti, 

  ed è sempre e comunque

una mafia,

  creata

per annichilire gli individui, 

 omologarli in un gregge

  e portarli tutti insieme

a tosare

per far lana per il padrone.

 
 
 

 

CERCA