Il corpo è la mia grande ragione. Esso non dice IO. Esso fa IO. C'è più verità nel corpo che in tutte le religioni e le filosofie della Terra. Siamo una parte della Natura e della Terra. Vivi in sintonia com il tuo corpo e con la tua vita, con la Natura e con la Terra. Tratta tutti gli esseri viventi con rispetto: tra gli esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens tratta con rispetto solo quelli che ti trattano con rispetto. Prendi dalla Natura e dalla Terra solo ciò che ti è necessario. Segui sempre i ritmi della Natura. Alzati e ritirati con il sole. Il senso della vita è la vita e non esiste alcuno "senso della vita" al di fuori della vita stessa ERGO chi cerca "il senso della vita" al di fuori del suo corpo e della sua vita è un animale malato che ha perso ogni rapporto con il suo corpo e con la sua vita, con la Natura e con la Terra. AUT AUT O la vita come valore. O il denaro e il profitto come valore. AUT AUT O una società che abbia la vita come valore o una società che abbia il denaro e il profitto come valore. Il corpo è la mia grande ragione. Esso non dice IO. Esso fa IO. C'è più verità nel corpo che in tutte le religioni e le filosofie della Terra. Siamo una parte della Natura e della Terra. Vivi in sintonia com il tuo corpo e con la tua vita, con la Natura e con la Terra. Tratta tutti gli esseri viventi con rispetto: tra gli esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens tratta con rispetto solo quelli che ti trattano con rispetto. Prendi dalla Natura e dalla Terra solo ciò che ti è necessario. Segui sempre i ritmi della Natura. Alzati e ritirati con il sole. Il senso della vita è la vita e non esiste alcuno "senso della vita" al di fuori della vita stessa ERGO chi cerca "il senso della vita" al di fuori del suo corpo e della sua vita è un animale malato che ha perso ogni rapporto con il suo corpo e con la sua vita, con la Natura e con la Terra. AUT AUT O la vita come valore. O il denaro e il profitto come valore. AUT AUT O una società che abbia la vita come valore o una società che abbia il denaro e il profitto come valore. Giamba2016 | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

Giamba2016
"Animale terreno consapevole" e/o "Genus fictus natura et historia" e/o "Io sono una forza del passato solo nella tradizione è il mio amore" sono tre modi diversi di dire la stessa cosa


Mi beo degli zotici


9 dicembre 2013

Sempre restando al mibeodeglizotici, appaiono sulle porte delle chiese striscioni tipo stadio con affermazioni intimidatorie e ridicolmente false tipo: "CHI BESTEMMIA NON RAGIONA E CHI RAGIONA NON BESTEMMIA",







Prima di passare
all' argomento centrale di questo post,

che è la dimostrazione
dell'inconsistenza teoretica dell' affermazione

CHI BESTEMMIA NON RAGIONA E CHI RAGIONA NON BESTEMMIA,

a cui giungerò mostrando la totale mancanza di connessione

tra il "bestemmiare" ed il "ragionare",


faccio una considerazione

sugli scopi che si propone

un pretino o un fraticello

che imprime tale scritta su uno striscione da stadio

per poi apporlo sulle porte della chiesa.



Appare evidente lo scopo intimidatorio

che ci si prefigge

nel presentare la bestemmia
come sintomo di pazzia contenuto nel

CHI BESTEMMIA NON RAGIONA,

e nell'attribuire  la capacità di ragionare

solo a chi non bestemmia, quindi crede, contenuto nel successivo:

CHI RAGIONA NON BESTEMMIA.



Lo scopo, in realtà ridicolo e patetico,

è quello di insinuare nel cervelletto debole

di qualche pecorella allontanatasi dal gregge

l'idea che non credere e non andare in chiesa

sia sintomo di pazzia,

con lo scopo evidente di ricondurlo nel gregge.


La diperazione del preticello e del fraticello,

privo di clientela e pertanto sempre più ossessionato

dal bisogno
di ricondurre nel gregge qualche pecorella,

è sicuramente all'origje di quella affernazione,

e finisce per giustificare la sua ridicola falsità.


Detto ciò,

passo a dimostrare l'assoluta inconsistenza teoretica

dell' affermazione

CHI BESTEMMIA NON RAGIONA E CHI RAGIONA NON BESTEMMIA,

a dimostrare cioè la mancanza totale di connessione

tra "bestemmiare" e "ragionare".


Me la potrei cavare semplicemente

scrivendo su questo post un poderoso

PORCO DIO


per poi intrattenervi con ragionamenti di vario tipo

sui più disparati argomenti,

per mostrarvi in tal guisa, empiricamente,

che io che bestemmio ragiono.


Potrei cavarmela,

ancor più semplicemente,

elencando una serie di personaggi storici

che avevavo grossa e quotidiana consuetudine con la bestemmia

e che, nel contempo,

hanno prodotto ragionamenti raffinati e sopraffini.


Potrei ancor più facilmente cavarmela

parlando dell'arcivescovo di Taranto,

uno che NON BESTEMMIA MA NON RAGIONA,

perchè egli, che sicuramente non bestemmia,

 becca la mazzetta da Riva dell'ILVA

per predicare ai fedeli

che il detto Riva è un imprenditore buono che ama gli operai

e la detta ILVA un paradiso terrestre che dà lavoro a tutti,

mandando decine di operai a morire di tumore in quella fabbrica,

mostrando in tal guisa,

lui che non bestemmia,

nessuna capacità di ragionare.



Ma siccome non voglio ricorrere

ad espedienti così semplici

 affronto dunque senza indugio quell'affermazione

dal punto di vista teoretico,

allo scopo di dimostrarne l'assoluta inconsistenza,

ragionando sulla bestemmia.


Chi ragiona

usa il metodo sperimentale,

che prevede la verifica e la falsifica ( vedi Popper) delle affermazioni,

e di fronte ad affermazioni tipo DIO ESISTE,

non avendo un referente per la parola "dio",

assume necessariamente ed inevitabilmente

posizioni tipo

MA CHI CAZZO E' STO DIO ?


A quel punto la bestemmia,

cioè il PORCO DIO,

spogliato di tutte le connotazioni di sacrilegio

e di atentato alla sacralità

di cui lo rivestono i credenti,

assume lo stesso significato

di un PORCO NULLA,

di UN PERDINDIRINDINA

o di un POFFARBACCO.


Si può ben dire, dunque,

che non solo non è vero che

CHI BESTEMMIA NON RAGIONA,

ma che anzi

è proprio chi ragiona bestemmia,

perchè ragionando addiviene alla conclusione

che quel fantomatico "dio" è nulla,

e mostra quindi che quel PORCO DIO

è qualcosa di assolutamente innocuo.


Sicuramente più innocuo

dell'arcivescovo di Taranto,

uno che, come detto sopra, sicuramente non bestemmia,

ma che altrettanto sicuramente non ragiona,

perchè becca la mazzetta da Riva dell'ILVA

per predicare ai fedeli

che il detto Riva è un imprenditore buono che ama gli operai

e la detta ILVA un paradiso terrestre che dà lavoro a tutti,

mandando in tal guisa decine di operai a morire di tumore,

e mostrando così. in modo clamoroso,

che lui, che non bestemmia,

non ha alcuna capacità di ragionare,

mostrando cioè non solo non è vero che

CHI BESTEMMIA NON RAGIONA,

ma spesso, au contraire,

CHI NON BESTEMMIA NON RAGIONA.


Si può dire insomma

che a volte non ragiona chi bestemmia

e a volte non ragiona chi non bestemmia.


Si può concludere, cioè.

che non vi è alcuna connessione

tra il "bestemmiare" ed il "ragionare"


C.V.D.






permalink | inviato da _Giamba_ il 9/12/2013 alle 9:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia     settembre   <<  1 | 2  >>   febbraio
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

diario
Terapia intensiva di disintossicazione musicale
MoVimento Cinque Stelle
Coglioni e coglionatori
Specchietti per le allodole
I misteri della poltica
Le donne e l'amore
Buone notizie
Una risata vi seppellirà
I teoremi dello zio Giamba
Ma quanto so' buoni 'sti ebrei !
L'arte che mi piace
Il cinema che mi piace
Signoraggio bancario
Altra informazione
Il lento ma inesorabile degrado dei sinistri
Ogni comunità è sempre e comunque una mafia
I contributi di Giovan Maria Catalan Belmonte
Mi beo degli zotici
Angoscia. illusione, mistificazione, controllo
Il paese della libertà ? Maddechè ?
Friedrich Wilhelm Nietzsche
Max Stirner
Detti e citazioni latine
Comunicando con gli altri bloggers
Zia Democra
I Taliani
Cultura identitaria
AUT AUT O la vita come valore o il denaro come valore
Il cristianesimo è un delirio contro natura
L'unica realtà che esiste è l'individuo
Pier Paolo Pasolini
I coatti mentecatti della società dei consumi
L’ insostenibile leggerezza dell’ essere
Il gioco E’ le sue regole
Il pericoloso delirio della Fede nell’ Umanità;
Uscire fuori dalla logica economica
Chi crede avvelena anche te ! Digli di smettere !
Il virus Rousseau
Nativi americani
Buffoni di corte
Ezra Pound
Mio figlio è un uomo di successo ! Mi dispiace signora...
Arguti cialtroni
La televisiun la t'endormenta come un cujun
La società umana o è patriarcale o non è
Totò
Vaticano S.P.A.
Pantelleria
Ma l'Italia è in grado di dare nutrimento a tutti 'sti immigrati ?
Habere non haberi
Teste di prete
Apologia dello stronzo
Don Matteo Renzie: il pretino democristiano
Luigi Pirandello
Julius Evola
Sub specie aeternitatis
Mass media e manipolazione

VAI A VEDERE

Giamba Facebook
Giamba Twitter
Il fatto quotidiano
Wikileaks
NO TAV
Anticapitalismo
Altra Informazione
Cambiare stile di vita
Manifesto antimodernità
Lettera del capo indiano Seattle al presidente USA


 

 

Tutti i miei posts sono pubblicati

anche sul mio profilo facebook

www.facebook.com/giamba.pellei  

 

Potete trovare tutti i miei tweets

sul mio proiflo twitter

https://twitter.com/GiambaLibero

 

 

Il corpo è la mia grande ragione.

Esso non dice IO.

Esso fa IO.

C'è più verità nel corpo

che in tutte le religioni e le filosofie

della Terra.

L'unica realtà che esiste è l'individuo.

La cosiddetta "comunità" 

è un'invenzione di ricchi e potenti,

ed è sempre e comunque una mafia,

creata per annichilire gli individui,

omologarli in un gregge

e portarli tutti insieme a tosare

per far lana per il padrone.

 

 

CERCA