Il corpo è la mia grande ragione. Esso non dice IO. Esso fa IO. C'è più verità nel corpo che in tutte le religioni e le filosofie della Terra. Siamo una parte della Natura e della Terra. Vivi in sintonia com il tuo corpo e con la tua vita, con la Natura e con la Terra. Tratta tutti gli esseri viventi con rispetto: tra gli esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens tratta con rispetto solo quelli che ti trattano con rispetto. Prendi dalla Natura e dalla Terra solo ciò che ti è necessario. Segui sempre i ritmi della Natura. Alzati e ritirati con il sole. Il senso della vita è la vita e non esiste alcuno "senso della vita" al di fuori della vita stessa ERGO chi cerca "il senso della vita" al di fuori del suo corpo e della sua vita è un animale malato che ha perso ogni rapporto con il suo corpo e con la sua vita, con la Natura e con la Terra. AUT AUT O la vita come valore. O il denaro e il profitto come valore. AUT AUT O una società che abbia la vita come valore o una società che abbia il denaro e il profitto come valore. Il corpo è la mia grande ragione. Esso non dice IO. Esso fa IO. C'è più verità nel corpo che in tutte le religioni e le filosofie della Terra. Siamo una parte della Natura e della Terra. Vivi in sintonia com il tuo corpo e con la tua vita, con la Natura e con la Terra. Tratta tutti gli esseri viventi con rispetto: tra gli esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens tratta con rispetto solo quelli che ti trattano con rispetto. Prendi dalla Natura e dalla Terra solo ciò che ti è necessario. Segui sempre i ritmi della Natura. Alzati e ritirati con il sole. Il senso della vita è la vita e non esiste alcuno "senso della vita" al di fuori della vita stessa ERGO chi cerca "il senso della vita" al di fuori del suo corpo e della sua vita è un animale malato che ha perso ogni rapporto con il suo corpo e con la sua vita, con la Natura e con la Terra. AUT AUT O la vita come valore. O il denaro e il profitto come valore. AUT AUT O una società che abbia la vita come valore o una società che abbia il denaro e il profitto come valore. Giamba2016 | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

Giamba2016
"Animale terreno consapevole" e/o "Genus fictus natura et historia" e/o "Io sono una forza del passato solo nella tradizione è il mio amore" sono tre modi diversi di dire la stessa cosa


Max Stirner


6 marzo 2014

Nessuna cosa mi sta più a cuore di me stesso







A chi non appartiene la causa ch'io debbo difendere? 

Essa è, innanzitutto, la causa buona in se  stessa, 

poi la causa di Dio, della verità, della libertà, della giustizia; 

poi la causa del mio popolo,  del mio principe, della mia patria; 

infine la causa dello spirito, e mille altre ancora. 

Soltanto, essa  non dev'essere mai la mia causa! 

"Onta all'egoista che non pensa che a sé stesso!" 

Vediamo un po', più da vicino, 

che cosa pensino della propria causa 

coloro per gl'interessi dei  quali 

noi dobbiamo lavorare, sacrificarci ed infervorarci. 

Voi che così profondamente conoscete le cose che concernono Dio,

 ed avete investigato per  millenni gli abissi e scrutato il cuore della divinità, 

certo saprete dirci in qual modo Egli stesso  

tratti la causa alla quale siamo chiamati a servire. 

Non tentate di nasconderci il modo di condursi  del Signore. 

Ebbene, qual'è la sua causa? 

Ha egli forse — come da noi si richiede — abbracciato  una causa a lui estranea, 

ha egli fatta sua la causa della verità o dell'amore? 

Voi vi sentite  indignati in udir pronunciare un simile assurdo 

e ci sapete insegnare che quella di Dio è bensì la  causa della verità e dell'amore, 

ma che essa non può esser detta a lui estranea, 

giacché Dio è per  se stesso la verità e l'amore; 

e vi muove a sdegno il supporre che Dio possa assomigliarsi a noi  poveri vermi 

col favorire la causa d'altri come se fosse la propria. 

"Dio dovrebbe occuparsi della  causa della verità, se non fosse egli stesso la verità?".
 
Egli non pensa che alla propria causa, 

ma egli è il tutto nel tutto, 

e così la sua causa abbraccia  tutto; 

noi non siamo il tutto nel tutto e la nostra causa è oltre modo meschina e spregevole, 

perciò  noi dobbiamo servire ad "una causa più elevata". 

Ebbene, è chiaro che Dio non si occupa che  delle cose sue, 

non pensa che a se stesso e non vede che se stesso; 

guai a tutto ciò che contrasta a'  suoi disegni. 

Egli non serve ad uno più alto di lui e non cerca di soddisfare che sé stesso. 

La sua è  una causa prettamente egoistica. 

Osserviamo un po' la causa dell' umanità che si vorrebbe facessimo  nostra. 

E forse quella  d'alcuno a lei estraneo;

 l'umanità serve forse ad una causa superiore? 

No, l'umanità non vede che  se stessa, 

essa non è ad altro intenta che a favorire se medesima,

 né ha, all'infuori della propria,  causa alcuna. 

Nell'intento di svilupparsi, essa fa che popoli ed individui  si logorino, 

ed  allorquando questi hanno compiuto il loro ufficio,

 essa per tutta riconoscenza li getta nel  letamaio della storia. 

Non è forse la causa dell'umanità una causa prettamente egoistica? 

Non ho bisogno di dimostrare a coloro che ci vorrebbero imporre la propria causa, 

che col far  ciò essi si dimostrano teneri della lor salute, non già della nostra.

 Osservate gli altri. 

Forse che la  Verità, la Libertà, l'Umanità richiedono da voi altre cose 

se non che v'infervoriate per loro e  serviate a' lor fini ? 

In ciò essi trovano tutto il lor vantaggio.

 Osservate un po' il popolo tutelato dai patrioti a tutta  prova.

 I patrioti cadono nelle battaglie cruente e nella lotta colla fame e colla miseria; 

forse che il popolo si commuove perciò? 

Grazie al concime dei loro cadaveri esso diviene un popolo  fiorente! 

Gli individui son morti per "la grande causa del popolo"

 che paga il suo debito con  alcune parole di ringraziamento, 

e ne trae tutto il profitto che può. 

Ecco un egoismo che frutta! 

Ma osservate un po' quel sultano, che provvede con tanto affetto ai "suoi". 

Non è egli forse  l'immagine più schietta del disinteresse?

 Non sacrifica egli  forse incessantemente sé stesso al  bene dei suoi? 

Si, proprio dei suoi! 

Prova un po' a fargli capire che non sei suo bensì tuo: 

in  premio dell'esserti sottratto al suo egoismo tu sarai gettato in una carcere.

 Il sultano non conosce altra causa che la propria: 

egli è per sé il tutto nel tutto, è l'unico, 

e non consente ad alcuno di non  essere dei "suoi". 

E da tutti questi esempi illustri non volete apprendere 

che il miglior partito è quello dell'egoista?

 Io per mio conto faccio tesoro di queste lezioni 

e piuttosto che servire  disinteressatamente a quei grandi egoisti, 

voglio essere l'egoista io stesso.  

Dio e l'umanità non hanno risposto la loro causa che in sé stessi. 

Perciò voglio riporre anch'io  in me stesso la mia causa, 

io, che, al pari di Dio, sono nulla per ogni altra cosa,

 e per me sono il  mio tutto, l'unico. 

Se Dio e l'umanità son ricchi abbastanza per esser tutto a sé stessi,

 io sento che a me manca  ancor meno e che non potrò lagnarmi della mia "vanità".

 Io non sono già il nulla del vacuo, 

bensì  il nulla creatore, il nulla dal quale io stesso creo ogni cosa. 

Lungi dunque da me ogni causa, che non sia propriamente e interamente la mia!

 Voi pensate  che la mia causa debba essere per lo meno la "buona causa"? 

Ma che buono, ma che cattivo ! 

Io  sono per me stesso la mia causa, ed io non sono né buono né cattivo. 

Tutto ciò per me non ha senso alcuno. 

Il divino è cosa di Dio, l'umano dell' "uomo". 

La mia causa non è divina né umana, 

non è la  verità, non è la bontà, né la giustizia, né la libertà, 

bensì unicamente ciò che è mio; 

e non è una  causa universale, bensì unica, come unico sono io. 

Nessuna cosa mi sta a cuore più di me stesso.


L'unico e la sua proprietà

Max Stiirner

http://isole.ecn.org/ponte/mediateca/unico.pdf







permalink | inviato da _Giamba_ il 6/3/2014 alle 9:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia     giugno        aprile
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

diario
Terapia intensiva di disintossicazione musicale
MoVimento Cinque Stelle
Coglioni e coglionatori
Specchietti per le allodole
I misteri della poltica
Le donne e l'amore
Buone notizie
Una risata vi seppellirà
I teoremi dello zio Giamba
Ma quanto so' buoni 'sti ebrei !
L'arte che mi piace
Il cinema che mi piace
Signoraggio bancario
Altra informazione
Il lento ma inesorabile degrado dei sinistri
Ogni comunità è sempre e comunque una mafia
I contributi di Giovan Maria Catalan Belmonte
Mi beo degli zotici
Angoscia. illusione, mistificazione, controllo
Il paese della libertà ? Maddechè ?
Friedrich Wilhelm Nietzsche
Max Stirner
Detti e citazioni latine
Comunicando con gli altri bloggers
Zia Democra
I Taliani
Cultura identitaria
AUT AUT O la vita come valore o il denaro come valore
Il cristianesimo è un delirio contro natura
L'unica realtà che esiste è l'individuo
Pier Paolo Pasolini
I coatti mentecatti della società dei consumi
L’ insostenibile leggerezza dell’ essere
Il gioco E’ le sue regole
Il pericoloso delirio della Fede nell’ Umanità;
Uscire fuori dalla logica economica
Chi crede avvelena anche te ! Digli di smettere !
Il virus Rousseau
Nativi americani
Buffoni di corte
Ezra Pound
Mio figlio è un uomo di successo ! Mi dispiace signora...
Arguti cialtroni
La televisiun la t'endormenta come un cujun
La società umana o è patriarcale o non è
Totò
Vaticano S.P.A.
Pantelleria
Ma l'Italia è in grado di dare nutrimento a tutti 'sti immigrati ?
Habere non haberi
Teste di prete
Apologia dello stronzo
Don Matteo Renzie: il pretino democristiano
Luigi Pirandello
Julius Evola
Sub specie aeternitatis
Mass media e manipolazione

VAI A VEDERE

Giamba Facebook
Giamba Twitter
Il fatto quotidiano
Wikileaks
NO TAV
Anticapitalismo
Altra Informazione
Cambiare stile di vita
Manifesto antimodernità
Lettera del capo indiano Seattle al presidente USA


 

 

Tutti i miei posts sono pubblicati

anche sul mio profilo facebook

www.facebook.com/giamba.pellei  

 

Potete trovare tutti i miei tweets

sul mio proiflo twitter

https://twitter.com/GiambaLibero

 

 

Il corpo è la mia grande ragione.

Esso non dice IO.

Esso fa IO.

C'è più verità nel corpo

che in tutte le religioni e le filosofie

della Terra.

L'unica realtà che esiste è l'individuo.

La cosiddetta "comunità" 

è un'invenzione di ricchi e potenti,

ed è sempre e comunque una mafia,

creata per annichilire gli individui,

omologarli in un gregge

e portarli tutti insieme a tosare

per far lana per il padrone.

 

 

CERCA