Il corpo è la mia grande ragione. Esso non dice IO. Esso fa IO. C'è più verità nel corpo che in tutte le religioni e le filosofie della Terra. Siamo una parte della Natura e della Terra. Vivi in sintonia con il tuo corpo e con la tua vita con la Natura e con la Terra. Prendi dalla Natura e dalla Terra solo ciò che ti è necessario. Segui sempre i ritmi della Natura. Tratta tutti gli esseri viventi con rispetto. Tra gli esemplari della specie Homo Sapiens tratta con rispetto solo quelli che trattano con rispetto te e tutti gli esseri viventi. Il senso della vita è la vita e non esiste alcun "senso della vita" al di fuori della vita stessa. L' esemplare della specie Homo Sapiens in sintonia con il suo corpo e con la sua vita con la Natura e con la Terra è un animale sano che sente istintivamente che il senso della vita è la vita e sente istintivamente cos'è bene per la Vita per la Natura e per la Terra e cos'è male per la Vita per la Natura e per la Terra. L'esemplare della specie Homo Sapiens che ha perso la sintonia con il suo corpo e con la sua vita, con la Natura e con la Terra e cerca "il senso della vita" al di fuori del suo corpo e della sua vita è un animale malato che ha perso ogni rapporto con il suo corpo e con la sua vita con la Natura e con la Terra, pericoloso per la Vita, per la Natura e per la Terra. AUT AUT O la Vita, la Natura e la Terra come valore o il denaro e il profitto come valore. AUT AUT O una società sana che abbia la Vita, la Natura e la Terra come valore. O una società malata che abbia il denaro e il profitto come valore. Il corpo è la mia grande ragione. Esso non dice IO. Esso fa IO. C'è più verità nel corpo che in tutte le religioni e le filosofie della Terra. Siamo una parte della Natura e della Terra. Vivi in sintonia con il tuo corpo e con la tua vita con la Natura e con la Terra. Prendi dalla Natura e dalla Terra solo ciò che ti è necessario. Segui sempre i ritmi della Natura. Tratta tutti gli esseri viventi con rispetto. Tra gli esemplari della specie Homo Sapiens tratta con rispetto solo quelli che trattano con rispetto te e tutti gli esseri viventi. Il senso della vita è la vita e non esiste alcun "senso della vita" al di fuori della vita stessa. L' esemplare della specie Homo Sapiens in sintonia con il suo corpo e con la sua vita con la Natura e con la Terra è un animale sano che sente istintivamente che il senso della vita è la vita e sente istintivamente cos'è bene per la Vita per la Natura e per la Terra e cos'è male per la Vita per la Natura e per la Terra. L'esemplare della specie Homo Sapiens che ha perso la sintonia con il suo corpo e con la sua vita, con la Natura e con la Terra e cerca "il senso della vita" al di fuori del suo corpo e della sua vita è un animale malato che ha perso ogni rapporto con il suo corpo e con la sua vita con la Natura e con la Terra, pericoloso per la Vita, per la Natura e per la Terra. AUT AUT O la Vita, la Natura e la Terra come valore o il denaro e il profitto come valore. AUT AUT O una società sana che abbia la Vita, la Natura e la Terra come valore. O una società malata che abbia il denaro e il profitto come valore. Giamba2016 | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

Giamba2016
"Animale terreno consapevole" e/o "Genus fictus natura et historia" e/o "Io sono una forza del passato solo nella tradizione è il mio amore" sono tre modi diversi di dire la stessa cosa


diario


25 novembre 2017

O PUTTANIERI (una piccolissima minoranza) O PUTTANE (la stragrande maggioranza). Non illudetevi e non fatevi illudere. Non c'è alternativa per chi si coinvolge con la società della produzione e del consumo, del denaro e dell'usura


PREMESSA: Tenete conto che sulla testata del mio blog c'è scritto "ANIMALE TERRENO CONSAPEVOLE":

Quindi come al solito vi porto la consapevolezza della realtà, anche in questo caso, senza alcuna valutazione moralistica sul vostro eventuale accettare di essere "puttanieri" e/o "puttane".

Se la condizione di puttaniere e/o di puttana vi aggrada, nel senso che è è condizione naturale, normale e/o comunque accettabile per la stragrande maggioranza degli esemplari della specie Homo Sapiens, maschio e femmina, io che ce posso fà ?

Che ognuno segua la sua strada..

Compreso chi intende per "seguire la sua strada" mettersi in mezzo alla strada e vendersi al miglior offerente, come fa chiunque cerchi ricchezza e potere nella società della produzione e del consumo, del denaro e dell'usura.

Compreso chi intende per "seguire la sua strada" andare in mezzo alla strada per comprare quelli  che si vendono al miglior offerente, come fa chiunque abbia ricchezza e potere nella società della produzione e del consumo, del denaro e dell'usura.


La società della produzione e del consumo, del denaro e dell'usura ha il denaro come unico valore e convince tutti che il denaro è l'unico valore.

La condizione di puttana è poi l'inevitabile epilogo finale per l'individuo che ha i soldi come unico valore, perchè in lui viene a mancare il valore della vita, della propria dignità e libertà, il rispetto per se stesso e, conseguentemente, per gli altri

Vi spiego come funziona.

Quella piccolissima minoranza che c'ha i soldi c'ha pure i mass media e diffonde l'idea che il denaro è l'unico valore e che avere il denaro è l'unico modo per essere felici.

La stragrande maggioranza di poveracci, martellata dalla culla alla tomba da questo messaggio, finisce ovviamente per avere il denaro come unico valore ed è convinta che avere il denaro sia l'unico modo per essere felici.

I poveracci a questo punto, cioè dopo questo accurato lavoro di martellamento mediatico, sono a tal punto ossessionati dall'idea di avere denaro che farebbero di tutto per averlo.

E infatti fanno di tutto per averlo.

Cercano disperatamente il denaro dove sta il denaro e finiscono ovviamente per andare da quelli che ce l'hanno, che sono, come detto, quelli che hanno diffuso l'idea che il denaro sia l'unico valore e l'unico modo per essere felici.

IL CERCHIO SI CHIUDE.

Quelli glielo danno, gli danno cioè quello che per quei poveracci martellati con quell'unico messaggio E' TUTTO,e in cambio vogliono "soltanto" che vivano come dicono loro e facciano quello che vogliono loro.

I poveracci, che sono sempre quelli convinti che il denaro sia l'unico valore pensano: "Cazzo questi vogliono soltanto che noi facciamo quello che dicono loro e viviamo come dicono loro e in cambio ci danno il denaro che è tutto."

E lo fanno..

Come na puttana..

Na puttana se la paghi fa tutto..

Lo prende davanti, di dietro, fa pompini e fornisce  ogni altra prestazione.

A sto punto sò tutti felici..

Puttanieri e puttane.

Quelli che c'hanno i soldi li adoperano per comprare ed usare quelli che li cercano.

Quelli che cercano i soldi se li pigliano facendo ciò che vogliono quelli che ce l'hanno e li usano per comprarli, usarli e fargli fare ciò che vogliono loro.

L'idea berlusconian-marchionniana della società umana che si impone e si diffonde.

 "Noi abbiamo in mano i soldi, che sono l'unico valore. Voi dovete venire da noi per averli ed ovviamente, per averli, dovete fare come diciamo noi e vivere come diciamo noi, che invece facciamo mpò come cazzo ci pare"" 

Poi, per mettervelo meglio in culo, chiamano tutto questo amore, patto sociale, pace e fine dello scontro tra padroni ed operai.

Invito naturalmente tutti gli individui a rispondere in modo adeguato a questo modo di porsi di una minoranza di individui, facendo valere ognuno i suoi naturali e legittimi diritti individuali e combattendo, se necessario, per difenderli.

Sono però purtroppo consapevole che la potenzialità di essere liberi è scritta nel corredo genetico di una piccolissima minoranza di esemplari della specie Homo Sapèiens e che tutti gli altri, come docili pecorelle, seguiranno il gregge, il cane ed il pastore che li porta a tosare e macellare.

Io ho fatto comunque il mio dovere.

N.D.R: Sotto alla foto delle pecorelle in gregge che seguono il cane ed il pastore che le portano a tosare ed a macellare vi riporto il mio post dal titolo: "L'illusione più diffusa nella specie Homo Sapiens, dopo la fede in dio, nell'umanità e nell'amore per il prossimo, è l'idea che tutti gli esemplari della specie vogliano essere liberi e siano capaci di essere liberi"





L'illusione più diffusa nella specie Homo Sapiens, dopo la fede in dio, nell'umanità e nell'amore per il prossimo, è l'idea che tutti gli esemplari della specie vogliano essere liberi e siano capaci di essere liberi 

In realtà la potenzialità di essere liberi è scritta nel corredo genetico di una piccolissima minoranza degli esemplari della specie Homo Sapiens, i quali, soprattutto in tenera età, fanno l'errore di proiettare negli altri questa potenzialità e vogliono liberarli 


Gli individui della specie sono infatti, in larga maggioranza delle pecorelle che hanno scritto nel loro corredo genetico  soltanto la possibilità di andare in gregge e il bisogno di un cane e di un pastore che le guidino per portarle a tosare ed al macello.

Un atteggiamento che a quella minoranza capace di libertà pare assurdo, a tal punto che impiega parecchio tempo per rendersi conto della sua effettiva esistenza, dopo aver tentato in tutti i modi di "liberare gli altri" proiettando in essi la loro capacità di essere liberi.

Quei pochi esemplari dela specie Homo Sapiens che hanno scritto nel loro corredo genetico la possibilità di essere liberi avranno poi tuti la stessa evoluzione, che avverrà più o meno velocemente a seconda del livello delle loro capacità intellettuali e della forza delle loro ostinazione nel mantenere l' illusione che i loro simili possano essere tutti liberi.

In un primo tempo si dedicheranno con tutti se stessi alla "liberazione degli altri".

In un secondo tempo se la prenderanno con gli altri perchè non sono come loro vorrebbero che fosssero e come si aspettano che siano.

Poi arriveranno addirittura a  maledirli per quello che sono, ignari del fatto che essi sono soltanto delle pecorelle senza alcuna volontà di essere libere ed incapaci di essere libere, perchè nel loro corredo genetico non c'è scritta quella volontà e quella capacità.

Nel loro corredo genetico c'è scritta soltanto la possibilità di seguire il gregge, il cane ed il pastore che li porteranno0 a tosare ed a macellare, ed  è dunque aprioristicamente ed assolutamente impossibile staccarli dalla loro condizione.

L'errore sta dunque nel  cervello di quella minoranza di esemplari della specie Homo Sapiens che proiettano in tutti gli altri  la loro potenzialità di essere liberi, potenzialità  che in realtà non è scritta nel loro corredo genetico e che quindi non gli appartiene.

Il punto finale dell'evoluzione è, come sempre, il raggiungimento della consapevolezza della realtà.

La consapevolezza finale che la potenzialità di essere liberi è scritta soltanto nel corredo genetico di una minoranza di esemplari della specie Homo Sapiens.

A quel punto gli uomini liberi, una piccolissima minoranza di individui della specie Homo Sapiens, si limiteranno a coltivare la loro libertà.

Continueranno certamente a fare dei tentativi di liberare gli altri, portati avanti però in modo intelligente e consapevole e non delirante e fanatico, perchè sono giunti alla consapevolezza dell'aprioristica impossibilità di raggiungere quel risultato con tutti gli esemplari della specie Homo Sapiens.




permalink | inviato da __Giamba__ il 25/11/2017 alle 8:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia     ottobre   <<  1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6  >>   dicembre
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

diario
Terapia intensiva di disintossicazione musicale
MoVimento Cinque Stelle
Coglioni e coglionatori
Specchietti per le allodole
I misteri della poltica
Le donne e l'amore
Buone notizie
Una risata vi seppellirà
I teoremi dello zio Giamba
Ma quanto so' buoni 'sti ebrei !
L'arte che mi piace
Il cinema che mi piace
Signoraggio bancario
Altra informazione
Il lento ma inesorabile degrado dei sinistri
Ogni comunità è sempre e comunque una mafia
I contributi di Giovan Maria Catalan Belmonte
Mi beo degli zotici
Angoscia. illusione, mistificazione, controllo
Il paese della libertà ? Maddechè ?
Friedrich Wilhelm Nietzsche
Max Stirner
Detti e citazioni latine
Comunicando con gli altri bloggers
Zia Democra
I Taliani
Cultura identitaria
AUT AUT O la vita come valore o il denaro come valore
Il cristianesimo è un delirio contro natura
L'unica realtà che esiste è l'individuo
Pier Paolo Pasolini
I coatti mentecatti della società dei consumi
L’ insostenibile leggerezza dell’ essere
Il gioco E’ le sue regole
Il pericoloso delirio della Fede nell’ Umanità;
Uscire fuori dalla logica economica
Chi crede avvelena anche te ! Digli di smettere !
Il virus Rousseau
Nativi americani
Buffoni di corte
Ezra Pound
Mio figlio è un uomo di successo ! Mi dispiace signora...
Arguti cialtroni
La televisiun la t'endormenta come un cujun
La società umana o è patriarcale o non è
Totò
Vaticano S.P.A.
Pantelleria
Ma l'Italia è in grado di dare nutrimento a tutti 'sti immigrati ?
Habere non haberi
Teste di prete
Apologia dello stronzo
Don Matteo Renzie: il pretino democristiano
Luigi Pirandello
Julius Evola
Sub specie aeternitatis
Mass media e manipolazione

VAI A VEDERE

Giamba Facebook
Giamba Twitter
Il fatto quotidiano
Wikileaks
NO TAV
Anticapitalismo
Altra Informazione
Cambiare stile di vita
Manifesto antimodernità
Lettera del capo indiano Seattle al presidente USA


  Genus fictus natura et historia.

Animale terreno consapevole

in sintonia

con il corpo e con la vita,

con la Natura e la Terra.

  Tutti i miei posts 

sono pubblicati

 anche sul mio profilo facebook

www.facebook.com/giamba.pellei  

  Tutti i miei tweets

sul mio profilo twitter

https://twitter.com/GiambaLibero

   Il corpo

è la mia grande ragione.

  Esso non dice IO.

    Esso fa IO.

   C'è più verità nel corpo 

 che in tutte

le religioni e le filosofie

  della Terra.

L'unica realtà che esiste

è l'individuo.

  La cosiddetta "comunità" 

   è un'invenzione

di ricchi e potenti,

  ed è sempre e comunque

una mafia,

  creata

per annichilire gli individui,

 omologarli in un gregge

  e portarli tutti insieme

a tosare

per far lana per il padrone.

 
 

 

CERCA