Il corpo è la mia grande ragione. Esso non dice IO. Esso fa IO. C'è più verità nel corpo che in tutte le religioni e le filosofie della Terra. Siamo una parte della Natura e della Terra. Vivi in sintonia con il tuo corpo e con la tua vita con la Natura e con la Terra. Prendi dalla Natura e dalla Terra solo ciò che ti è necessario. Segui sempre i ritmi della Natura. Tratta tutti gli esseri viventi con rispetto. Tra gli esemplari della specie Homo Sapiens tratta con rispetto solo quelli che trattano con rispetto te e tutti gli esseri viventi. Il senso della vita è la vita e non esiste alcun "senso della vita" al di fuori della vita stessa. L' esemplare della specie Homo Sapiens in sintonia con il suo corpo e con la sua vita con la Natura e con la Terra è un animale sano che sente istintivamente che il senso della vita è la vita e sente istintivamente cos'è bene per la Vita per la Natura e per la Terra e cos'è male per la Vita per la Natura e per la Terra. L'esemplare della specie Homo Sapiens che ha perso la sintonia con il suo corpo e con la sua vita, con la Natura e con la Terra e cerca "il senso della vita" al di fuori del suo corpo e della sua vita è un animale malato che ha perso ogni rapporto con il suo corpo e con la sua vita con la Natura e con la Terra, pericoloso per la Vita, per la Natura e per la Terra. AUT AUT O la Vita, la Natura e la Terra come valore o il denaro e il profitto come valore. AUT AUT O una società sana che abbia la Vita, la Natura e la Terra come valore. O una società malata che abbia il denaro e il profitto come valore. Il corpo è la mia grande ragione. Esso non dice IO. Esso fa IO. C'è più verità nel corpo che in tutte le religioni e le filosofie della Terra. Siamo una parte della Natura e della Terra. Vivi in sintonia con il tuo corpo e con la tua vita con la Natura e con la Terra. Prendi dalla Natura e dalla Terra solo ciò che ti è necessario. Segui sempre i ritmi della Natura. Tratta tutti gli esseri viventi con rispetto. Tra gli esemplari della specie Homo Sapiens tratta con rispetto solo quelli che trattano con rispetto te e tutti gli esseri viventi. Il senso della vita è la vita e non esiste alcun "senso della vita" al di fuori della vita stessa. L' esemplare della specie Homo Sapiens in sintonia con il suo corpo e con la sua vita con la Natura e con la Terra è un animale sano che sente istintivamente che il senso della vita è la vita e sente istintivamente cos'è bene per la Vita per la Natura e per la Terra e cos'è male per la Vita per la Natura e per la Terra. L'esemplare della specie Homo Sapiens che ha perso la sintonia con il suo corpo e con la sua vita, con la Natura e con la Terra e cerca "il senso della vita" al di fuori del suo corpo e della sua vita è un animale malato che ha perso ogni rapporto con il suo corpo e con la sua vita con la Natura e con la Terra, pericoloso per la Vita, per la Natura e per la Terra. AUT AUT O la Vita, la Natura e la Terra come valore o il denaro e il profitto come valore. AUT AUT O una società sana che abbia la Vita, la Natura e la Terra come valore. O una società malata che abbia il denaro e il profitto come valore. Giamba2016 | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

Giamba2016
"Animale terreno consapevole" e/o "Genus fictus natura et historia" e/o "Io sono una forza del passato solo nella tradizione è il mio amore" sono tre modi diversi di dire la stessa cosa


Diario


13 dicembre 2018

Dice: "L'io non esiste". Dico IO: "L' IO è la sola cosa che esiste: a dire che l' io non esiste è chi vuole distruggere ogni IDENTITA', per fare degli esseri umani dei burattini senza identità, col denaro come solo valore, che si vendono per denaro"


IO sono la mia IDENTITA'.

La mia IDENTITA', costruita su forti e solide fondamenta, fortemente solida e fortemente esistente in me, e fondata prima di tutto sulla mia sintonia col mio corpo e con la mia vita, con la Natura e con la Terra,

poi sulla mia razza, sul mio sesso, sulla mia terra, sulla mia famiglia, sulla mia storia, sulle mie tradizioni, sulla mia cultura, sui miei valori,

che sono degli strumenti del mio corpo e della mia vita per tutelare il mio corpo e la mia vita, che sono miei e soltanto miei, che fanno di me quel che sono, che costituiscono la mia IDENTITA', il mio IO, e che ispirano il mio pensiero e la mia azione

è rispettosa di tutte le altre IDENTITA', costruite e fondate anch' esse sulla sintonia col corpo e la mia vita, con la Natura e con la Terra,

ma su un' altra razza, su un altro sesso sesso, su un' altra terra, su un' altra famiglia, su un' altra storia, su altre tradizioni, su un' altra cultura, su altri valori,

che hanno la stessa funzione del mio IO, della mia IDENTITA', cioè tutelare il loro corpo e la loro vita, e la stessa validità del mio,

solo e soltanto se quelle IDENTITA' costruite e fondate su un' altra razza, su un altro sesso sesso, su un' altra terra, su un' altra famiglia, su un' altra storia, su altre tradizioni, su un' altra cultura, su altri valori,

avranno rispetto della mia IDENTITA', costruita e fondata sulla mia razza, sul mio sesso, sulla mia terra, sulla mia famiglia, sulla mia storia, sulle mie tradizioni, sulla mia cultura, sui miei valori.

Detto questo, detto cioè che l' IO è la sola cosa che esiste, che l'individuo è la sola realtà che esiste, e spazzato via ogni dubbio sull' esistenza dell' IO, vediamo perchè chi mette in discussione o addirittura nega l'esistenza dell' IO mette in discussione l'esistenza dell' IO, cerchiamo di capire, forti del nostro IO e della nostra IDENTITA', fortemente consapevoli del nostro IO ed ella nostra IDENTITA', quali scopi si prefigge chi cerca di indirizzare gli altri verso la discussione o addirittura la negazione della loro IDENTITA' e del loro IO.

Ho detto che il mio IO, la mia IDENTITA' è quello su cui si fonda ogni mio pensiero e ogni mia azione.

Un individuo che ha forte consapevolezza del suo IO e della sua IDENTITA', ha un profondo rispetto per se stesso, per il suo corpo e per la sua vita, per la Natura e per la Terra, per la sua cultura, per le sue tradizioni e per i suoi valori, ha una forte dignità e una ferma consapevolezza della sua libertà,

ERGO

è assolutamente impermeabile alla diffusione del delirio che il denaro è il solo valore e non è assolutamente disposto a fare tutto per denaro, un atteggiamento che porta necessariamente a divenire servo, schiavo o puttana di chi il denaro ce l' ha tutto

ERGO

non è in alcun modo possibile che un individuo che ha forte consapevolezza del suo IO e della sua IDENTITA' si faccia servo, schiavo o puttana di chi ha tutto il denaro.

Un individuo del genere, che ha una forte consapevolezza del suo IO e della sua IDENTITA', è un ostacolo insormontabile sulla strada della realizzazione della società che ha il denaro come solo valore, la societàdella produzionedelconsumoedellusura,

ERGO

la società che ha il denaro come solo valore, la societàdella produzionedelconsumoedellusura, è costretta ad attaccare e deve necessariamente attaccare il suo IO e la sua IDENTITA', quindi la sua sintonia con se stesso, col suo corpo e con la sua vita, con la Natura e con la Terra, con la sua cultura, le sue tradizioni e si suoi valori, per distruggere le fondamenta di quell' IDENTITA' che sono le fondamenta di quell' IO.

Anzi di più..

La società che ha il denaro come solo valore, la societàdellaproduzionedelconsumoedellusura ha bisogno di burattini senza corpo e senza vita, senza cultura, senza tradizioni e senza valori, senza identità, senza dignità e senza libertà, che hanno il denaro come solo valore, disposto a tutto per avere denaro, necessariamente ed inevitabilmente destinati a diventare servo e schiavo di chi il denaro ce l'ha tutto.

perchè quello è l' Uomo Ideale
della societàdellaproduzionedelconsumoedellusura

ERGO

deve distruggere negli esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens ogni sintonia col corpo e con la vita, con la Natura e con la Terra, ma anche ogni cultura, ogni tradizione, ogni valore, insomma tutto quello che alimenta e nutre l' IDENTITA', l' IO, per distruggere IO e IDENTITA',

perchè IO e IDENTITA sono un ostacolo insormontabile alla trasformazione di tutti gli esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens in burattini senza corpo, senza vita, senza cultura, senza tradizioni e senza valori, senza identità, senza dignità e senza libertà, che hanno solo il denaro come solo valore.

Per quello i pochissimi che hanno tutto il denaro nella società della produzione, del consumo e dell' usura devono distruggere IO e IDENTITA'. per trasformare tutti gli esemplari della specie Homo sapiens Sapiens nei loro "Uomini Ideali":

burattini senza corpo e senza vita, servi, schiavi e puttane del denaro e di chi il denaro ce l'ha tutto.

P.S. A seguire sette sussidi pedagogici sul tema

SUSSIDIO PEDAGOGICO NUMERO UNO

Un uomo privo di una forte
 identità, forgiata dalla natura, dalla storia e dalla cultura, che dia senso ai suoi pensieri, alle sue parole ed alle sue azioni, è un nulla disperato che spreca la sua esistenza a correre dietro a consumi e denaro

ergo

la societàdelconsumodellaproduzionedellusura, che non ha bisogno di uomini ma di consumatori coatti mentecatti, di nulla disperati che sprechino la loro esistenza a correre dietro  a consumi e denaro, di cricetini forsennati che muovano freneticamente la ruota consumi - produzione - fatturato - PIL,

si adopera in ogni modo per togliere agli individui la loro identità,

negando e/o irridendo tutto ciò che forgia l'identità di ogni individuo, quindi la sua razza, il suo sesso, la sua terra, la sua famiglia, la sua storia, le sue tradizioni, la sua cultura e i suoi valori;

lo fa usando i suoi mass media

in primis per bombardare i cervelli dalla culla alla tomba e da mane a sera con messaggi che negano e/o irridono tutto ciò che forgia l'identità di ogni individuo, quindi la sua razza, il suo sesso, la sua terra, la sua famiglia, la sua storia, le sue tradizioni, la sua cultura e i suoi valori,

in secundis, dopo aver annichilito in tal guisa l'identità degli individui, per bombardare i cervelli dalla culla alla tomba e da mane a sera con messaggi che esaltano il Pensiero Unico della societàdelconsumodellaproduzioneedellusura: "Solo il consumo dà la felicità ed il denaro, che serve per consumare, è il solo valore

allo scopo di trasformare degli esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens nati sani, forti e liberi , con una loro identità, una loro dignità ed una loro libertà

in consumatori coatti mentecatti,

in nullità disperate ed insensate che non hanno più alcuna identità, alcuna dignità ed alcuna libertà, che non sono più nulla e non hanno più alcuna possibilità di difendere la loro dignità e la loro libertà.,

in nullità disperate ed insensate che hanno solo consumo e denaro come valore, disposte a tutto per avere denaro, necessariamente ed inevitabilmente destinate a diventare servi, schiavi e puttane dei pochissimi che hanno tutto il denaro,

in cricetini forsennati che muovono freneticamente la ruota consumi - produzione - fatturato - PIL della societàdelconsumodellaproduzioneedellusura

in consumatori coatti mentecatti, nullità disperate ed insensate che hanno solo consumo e denaro come valore, a cui la societàdelconsumodellaproduzioneedellusura concederà la libertà di pensare, parlare e vivere secondo il Pensiero Unico della societàdelconsumodellaproduzioneedellusura,

"la libertà di essere dei consumatori coatti mentecatti",

"la libertà di essere nulla, delle nullità disperate ed insensate".

Per combattere questo tentativo di annichilirvi che viene messo in atto quotidianamente dai mass media della societàdelconsumodellaproduzioneedellusura avete una sola possibilità:

essere orgogliosamente, superbamente ed arrogantemente rispettosi della vostra identità, qualunque sia la vostra identità, e di tutto quello che forgia la vostra identità

ergo

essere orgogliosamente, superbamente ed arrogantemente rispettosi della vostra razza, qualunque sia la vostra razza,

essere orgogliosamente, superbamente ed arrogantemente rispettosi del vostro sesso, qualunque sia il vostro sesso,

essere orgogliosamente, superbamente ed arrogantemente rispettosi della vostra terra, qualunque sia la vostra terra,

essere orgogliosamente, superbamente ed arrogantemente rispettosi della vostra famiglia, qualunque sia la vostra famiglia,

essere orgogliosamente, superbamente ed arrogantemente rispettosi della vostra storia, qualunque sia la vostra storia,

essere orgogliosamente, superbamente ed arrogantemente rispettosi delle vostre tradizioni, qualunque siano le vostre tradizioni,

essere orgogliosamente superbamente ed arrogantemente rispettosi della vostra cultura, qualunque sia la vostra cultura,

essere orgogliosamente, superbamente ed arrogantemente rispettosi dei vostri valori, qualunque siano i vostri valori.

Dopo di che sani, forti e liberi, dotati di una forte identità, forgiata sulla razza a cui appartenete, sul sesso a cui appartenete, sulla terra in cui siete nati e cresciuti, sulla famiglia in cui siete nati e cresciuti, sulla storia, sulle tradizioni, sulla cultura e sui valori con cui siete nati e cresciuti,

ed orgogliosamente, superbamente ed arrogantemente rispettosi della vostra identità e di tutto quello che forgia la vostra identità, quindi della vostra razza, del vostro sesso, della vostra terra, della vostra famiglia, della vostra storia, delle vostre tradizioni, della vostra cultura e dei vostri valori,

pretenderete orgogliosamente, superbamente ed arrogantemente da tutti gli altri il rispetto della vostra identità e di tutto quello che forgia la vostra identità, quindi della vostra razza, del vostro sesso, della vostra terra, della vostra famiglia, della vostra storia, delle vostre tradizioni, della vostra cultura e dei vostri valori,

concederete rispetto per la sua identità e per tutto quello che forgia la sua identità, quindi la sua razza, il suo sesso, la sua terra, la sua famiglia, la sua storia, le sue tradizioni, la sua cultura e i suoi valori,

solo a chi rispetta la vostra identità e tutto quello che forgia la vostra identità, quindi la vostra razza, il vostro sesso, la vostra terra, la vostra famiglia, la vostra storia, le vostre tradizioni, la vostra cultura e i vostri valori,
e combatterete con violenza, per difendere la vostra identità e tutto quello che forgia la vostra identità, quindi la vostra razza, il vostro sesso, la vostra terra, la vostra famiglia, la vostra storia, le vostre tradizioni, la vostra cultura e i vostri valori,

chi non rispetta la vostra identità e tutto quello che forgia la vostra identità, quindi la vostra razza, il vostro sesso, la vostra terra, la vostra famiglia, la vostra storia, le vostre tradizioni, la vostra cultura e i vostri valori

fortemente consapevoli che

avere un' identità, cioè "essere qualcosa", è la conditio sine qua non della libertà di un individuo, chè "libertà" è semplicemente la condizione che permette di manifestare ed esprimere quel che si è, cioè la propria identità.


"Libertà"
è semplicemente la condizione
che permette ad un individuo
di manifestare ed esprimere
con i pensieri, le parole e le azioni
quel che è,
cioè la sua identità.

ergo

"avere un' identità",
cioè "essere qualcosa",
è la conditio sine qua non
per essere liberi,
cioè per poter usare
la libertà,
che è appunto la condizione
che permette ad di un individuo
di manifestare ed esprimere,
con i pensieri, le parole e le azioni
quel che è,
cioè la sua identità.

L'individuo che non ha un' identità
è nulla,
quindi non potrà usare in alcun modo
la condizione di libertà
che gli viene assicurata,
perchè se è nulla
avrà solo il suo nulla
da manifestare ed esprimere,
manifesterà ed esprimerà solo il nulla che è,
ergo
non avrà nulla da manifestare ed esprimere,
nessuna possibilità di esprimersi e di manifestarsi.
e nessuna possibilità di essere libero.


Ogni esemplare della specie Homo Sapiens Sapiens ha una sua identità ed è un suo diritto naturale ed inalienabile pretendere rispetto per la sua identità, qualunque essa sia, e combattere contro chiunque non rispetti la sua identità, per difenderla e tutelarla.

Ogni esemplare della specie Homo Sapiens Sapiens ha innanzitutto una sua identità naturale

perchè nasce da un determinato maschio e da una determinata femmina, quindi ha un corredo genetico che è per il 50% quello di quel determinato maschio e per il 50% quello di quella determinata femmina, che condiziona naturalmente, necessariamente ed inevitabilmente quello che è e fa di lui quello che è, dal punto di vista biologico e fisiologico,

ed ha un suo sesso, quindi o è un maschio o è una femmina, e l'essere un maschio o una femmina condiziona naturalmente, necessariamente ed inevitabilmente quello che è e fa di lui quello che è , dal punto di vista biologico e fisiologico.

Ogni esemplare della specie Homo Sapiens Sapiens ha poi una sua identità culturale

perchè cresce in un determinato territorio, e si impregna e si imbeve sin dalla più tenera età, necessariamente ed inevitabilmente, di tutto quel che esiste su quel determinato territorio,

perchè cresce in una determinata famiglia, e si impregna e si imbeve sin dalla più tenera età, necessariamente ed inevitabilmente, del modo di pensare e di vivere di quella determinata famiglia,

perchè ha una sua storia, che è quella del suo territorio e della sua famiglia, e si impregna e si imbeve sin dalla più tenera età, necessariamente ed inevitabilmente, del modo di pensare e di vivere di quel determinato territorio e di quella determinata famiglia,

perchè ha delle sue tradizioni, che sono quelle del suo territorio, della sua famiglia e della sua storia, e si impregna e si imbeve sin dalla più tenera età, necessariamente ed inevitabilmente, di quelle tradizioni;

perchè ha una una sua cultura, che è quella del suo territorio, della sua famiglia, della sua storia e delle sue tradizioni, e si impregna e si imbeve sin dalla più tenera età, necessariamente ed inevitabilmente, di quella cultura;

perchè ha dei valori, che sono quelli del suo territorio, della sua famiglia, della sua storia, delle sue tradizioni e della sua cultura, e si impregna e si imbeve sin dalla più tenera età, necessariamente ed inevitabilmente, di quei valori.

Ogni esemplare della specie Homo Sapiens Sapiens ha una sua identità, che è naturale e culturale, che è forgiata, necessariamente ed inevitabilmente, dal suo corredo genetico, dal suo sesso, dal territorio in cui è nato e cresciuto, dalla famiglia in cui è nato e cresciuto, dalla storia, dalle tradizioni, dalla cultura, dai valori con cui è nato e cresciuto.

La societàdelconsumodellaproduzioneedellusura cerca di negare ed irridere l' identità degli individui,

che è il fondamento necessario della dignità degli individui

e della possibilità di essere liberi degli individui,

perchè per essere liberi bisogna naturalmente e necessariamente "essere qualcosa", cioè avere un' identità,

visto e considerato che, a ben vedere, la libertà non è altro che la possibilità di manifestare ed esprimere, con i pensieri, con le parole e con le azioni, la propria identità.

SUSSIDIO PEDAGOGICO NUMERO DUE

La diffusione del delirio che il denaro è il solo valore e la societàdella produzionedelconsumoedellusura, che di quel delirio è la realizzazione concreta, è la "soluzione finale" ideata dagli ebrei per vendicare secoli di emarginazione e persecuzione.

Il delirio chiamato "societàdella produzionedelconsumoedelllusura, realizzazione concreta dell' altro delirio "il denaro è il solo valore", ha il suo fondamento su un altro delirio: il delirio dei cristiani che trasformano la condanna a morte per crocefissione (N.D.R. la sedia elettrica o l'iniezione letale dell'epoca per eseguire le condanne a morte) di un povero pazzo che si autonominava "figlio di dio" in "uccisione del dio in Terra", accusano gli ebrei della colpa e li emarginano e perseguitano per secoli.

La diffusione del dogma che il denaro è il solo valore e la società della produzione, del consumo e dell' usura, che di quel dogma è la realizzazione concreta, è la "soluzione finale" ideata dagli ebrei per vendicare secoli di emarginazione e persecuzione.

Da questa emarginazione e da questa persecuzione, che è andata avanti per secoli, nasce il comprensibile odio degli ebrei per tutti gli altri, accompagnato dalla necessità di praticare l' usura, unica attività possibile per chi veniva ogni tanto cacciato in qualunque zona della Terra vivesse e quindi non poteva avere nè attività economiche stabili nè beni immobili.

La conseguenza pratica di quella emarginazione e di quella persecuzione è che chi ebrei hanno accumulato per secoli denaro e odio.

Da questa unione tra odio e denaro, allorchè il denaro è diventato talmente tanto da consentire di poter sfogare quell' odio, è nata la "vendetta degli ebrei", la "soluzione finale" ideata dagli ebrei per vendicare quei secoli di persecuzione ed emarginazione: diffondere il dogma che il denaro è il solo valore e creare una società in cui il denaro è il solo valore, per distruggere in tutti gli altri culture, tradizioni, valori, identità, quelle culture, quelle tradizioni, quei valori, quell' identità che per gli ebrei
erano semplicemente gli strumenti su cui tutti gli altri fondavano la loro emarginazione e la loro persecuzione.

La società della produzione, del consumo e dell' usura, che fa del denaro il solo valore è la "soluzione finale" trovata dagli ebrei per vendicare secoli di emarginazione e persecuzione, è lo sbocco finale di un popolo che ha accumulato denaro e odio per secoli, ed ha usato quel denaro accumulato per sfogare l' odio accumulato in tutti quei secoli.

Il denaro accumulato dagli ebrei con l'usura, unica attività possibile per chi veniva continuamente cacciato da ogni parte della Terra, e non poteva dunque mettere in atto alcun tipo di attività stabile,
diventa strumento per vendicare secoli di persecuzione e di emarginazione, per sfogare secoli di odio accumulato.

Il denaro accumulato con l'usura permette di istituzionalizzare l'usura nelle banche, per poi creare una società in cui il denaro è il solo valore e tutto il denaro è in mano agli ebrei.

E per fare del denaro il solo valore bisogna diffondere in tutti gli altri il dogma che il denaro è il solo valore, dopo aver distrutto in loro la sintonia con se stessi, con il loro corpo, con la loro vita, con la Natura, con la Terra, con le loro culture, le loro tradizioni, i loro valori, culture, tradizioni e valori fondati sul rispetto di se stessi, del proprio corpo, della propria vita, della Natura e della Terra, che costruivano le singole IDENTITA', punto di riferimento certo per la propria dignità e la propria libertà.

E per fare del denaro il solo valore bisogna trasformare tutti gli altri in burattini del denaro, in servi, schiavi e puttane del denaro e di chi ha tutto il denaro, dopo aver distrutto in loro la sintonia con se stessi, con il loro corpo, con la loro vita, con la Natura, con la Terra, con le loro culture, le loro tradizioni, i loro valori, culture, tradizioni e valori fondati sul rispetto di se stessi, del proprio corpo, della propria vita, della Natura e della Terra, che costruivano le singole IDENTITA', punto di riferimento certo per la propria dignità e la propria libertà.

Quel che resta è la societàdellaproduzionedelconsumoedellusura.

Quel che resta sono milioni di esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens del tutto privi di sintonia con se stessi, con il loro corpo, con la loro vita, con la Natura, con la Terra, con le loro culture, le loro tradizioni, i loro valori, culture, tradizioni e valori fondati sul rispetto di se stessi, del proprio corpo, della propria vita, della Natura e della Terra, che costruivano le singole IDENTITA', punto di riferimento certo per la propria dignità e la propria libertà.

Quel che resta sono milioni di esemplari della specie Homo Sapiens che hanno il denaro come solo valore, senza valori di riferimento fondati sul rispetto per se stessi, per il proprio corpo, per la propria vita, per la Natura e per la Terra, senza più identità, sena più dignità, senza più libertà, ridotti a servi, schiavi e puttane del denaro e di chi il denaro ce l'ha tutto, ridicoli burattini senza vita
disposti a tutto per avere denaro.

Quel che resta è una specie Homo Sapiens che ha perso ogni sintonia con se stessa, con il suo corpo, con la sua vita, con la Natura, con la Terra, con le sue culture, con le sue tradizioni, con i suoi valori,
culture, tradizioni e valori fondati sul rispetto di se stessi, del proprio corpo, della propria vita, della Natura e della Terra, che finirà necessariamente ed inevitabilmente per distruggere le condizioni che permettono la vita sul pianeta Terra.

Quel che resta è una specie Homo Sapiens Sapiens che distruggerà il pianeta Terra.

SUSSIDIO PEDAGOGICO NUMERO TRE

Contra usuram - Ezra Pound


Con usura nessuno ha una solida casa
di pietra squadrata e liscia
per istoriarne la facciata,
con usura
non v'è chiesa con affreschi di paradiso
harpes et luz
e l'Annunciazione dell'Angelo
con le aureole sbalzate,
con usura
nessuno vede dei Gonzaga eredi e concubine
non si dipinge per tenersi arte
in casa ma per vendere e vendere
presto e con profitto, peccato contro natura,
il tuo pane sarà staccio vieto
arido come carta,
senza segala né farina di grano duro,
usura appesantisce il tratto,
falsa i confini, con usura
nessuno trova residenza amena.
Si priva lo scalpellino della pietra,
il tessitore del telaio
CON USURA
la lana non giunge al mercato
e le pecore non rendono
peggio della peste è l'usura, spunta
l'ago in mano alle fanciulle
e confonde chi fila. Pietro Lombardo
non si fe' con usura
Duccio non si fe' con usura
nè Piero della Francesca o Zuan Bellini
nè fu "La Calunnia" dipinta con usura.
L'Angelico non si fe' con usura, nè Ambrogio de Praedis,
nessuna chiesa di pietra viva firmata : "Adamo me fecit".
Con usura non sorsero
Saint Trophine e Saint Hilaire,
usura arrugginisce il cesello
arrugginisce arte ed artigiano
tarla la tela nel telaio, nessuno
apprende l 'arte d'intessere oro nell'ordito;
l'azzurro s'incancrena con usura; non si ricama
in cremisi, smeraldo non trova il suo Memling
usura soffoca il figlio nel ventre
arresta il giovane amante
cede il letto a vecchi decrepiti,
si frappone tra giovani sposi
CONTRO NATURA
Ad Eleusi han portato puttane
carogne crapulano
ospiti d'usura.

SUSSIDIO PEDAGOGICO NUMERO QUATTRO

La maschera senza volto

Il cosiddetto uomo moderno
è un criminale senza rispetto
per gli altri esseri viventi,
per la Vita, per la Natura e per la Terra,
perchè ha il denaro come solo valore,

e la sua allucinazione per il denaro
lo porta a perdere
ogni sintonia con se stesso,
con il suo corpo e con la sua vita,
con la Natura e con la Terra,
con la sua terra e con la sua famiglia,
con la sua storia e con la sua cultura,
con i suoi valori e con le sue tradizioni,

fino a trasformarlo
in un disperato
senza alcuna identità,
quindi senza alcun rispetto per se stesso,
disposto a farsi servo schiavo e puttana
per avere denaro.

E come può
avere rispetto
per gli altri esseri viventi,
per la Vita, per la Natura e per la Terra,
un disperato
senza alcuna identità,
quindi senza alcun rispetto per se stesso,
disposto a farsi servo schiavo e puttana
per avere denaro ?

La maschera senza volto

Se la sola cosa che conta
è fare spettacolo,
cioè creare scenari
per provocare emozioni fittizie,

tutta la vita
viene impiegata
per creare scenari,
fare spettacolo
e provocare emozioni fittizie,

e alla fine
non esiste più una vita vera e reale
e non esistono più emozioni vere e reali.

Restano solo il nulla ed il vuoto
di esemplari della specie Homo Sapiens
senza più una vita vera e reale
e senza più emozioni vere e reali,

un nulla ed un vuoto
che generano angoscia e depressione,

che i disperati cercano di cancellare
abusando di
scenari e di spettacoli
che creano emozioni fittizie,
con cui cercano di coprire
la mancanza di una vita vera e reale
e di emozioni vere e reali,
il nulla ed il vuoto,
l' angoscia e la depressione,

e, quando questo non basta più,
abusando di
alcool, droga, farmaci, tabacco, gioco d' azzardo
et ceteras et similia,

con cui si annichiliscono
fino a rendersi addirittura incapaci
di vedere la mancanza di vita vera e reale
e di emozioni vere e reali,

fino a rendersi addirittura incapaci
di percepire il nulla ed il vuoto,
che naturalmente non solo restano in loro,

ma sono la sola cosa che resta,

e che a quel punto
resta in modo definitivo, irrevocabile ed ineluttabile,

perchè i disgraziati,
non avendo più consapevolezza
del nulla e del vuoto che sono,

non hanno più la possibilità
di emanciparsi
da quella condizione di nulla e di vuoto,

che diviene la loro condizione
definitiva, irrevocabile ed ineluttabile.

Restano solo il nulla ed il vuoto.

Resta solo una maschera senza volto.

Un' ulteriore e definitiva involuzione
della specie Homo Sapiens
rispetto a quel che aveva già rilevato Pirandello,
il quale, parlando di maschere e volti,
dava per scontato che,
sotto le maschere,
esistessero dei volti.

"Nel lungo tragitto della vita
incontrerai tante maschere
e pochi volti"

Uno nessuno e centomila - Luigi Pirandello

Tutto è dimostrabile
soprattutto il contrario
con un' abile manipolazione dello scenario

Lo scenario - Lucio Battisti

SUSSIDIO PEDAGOGICO NUMERO CINQUE

I cosiddetti "uomini moderni" sono un pericolo per la Vita, per la Natura e per la Terra,

perchè hanno impressa nei cervelli la Verità Dogmatica "Il denaro è il solo valore", che fa da presupposto a tutti i loro pensieri e a tutte le loro azioni,

e questo fa di loro in primis degli individui disposti a tutto per avere denaro, anche a farsi servi schiavi e puttane,

quindi dei disperati senza più alcun rispetto per se stessi, per il proprio corpo e per la propria vita.

degli esseri viventi malati che hanno perso ogni sintonia con se stessi, con il proprio corpo e con la propria vita , con la Natura e con la Terra,

e in secundis, necessariamente ed inevitabilmente, come conseguenza del loro essere dei disperati che non hanno alcun rispetto per se stessi, per il proprio corpo e per la propria vita.

fa di loro dei criminali che non hanno alcun rispetto per gli altri esseri viventi, per il loro corpo e per la loro vita, per la Natura e per la Terra.

La situazione è veramente drammatica perchè la condizione di disperati criminali dei cosiddetti "uomini moderni" che hanno solo il denaro come valore, è irrevocabile, immutabile ed ineluttabile,

perchè è irrevocabile, immutabile ed ineluttabile nei loro cervelli la Verità Dogmatica. "Il denaro è il solo valore"

che viene bombardata dalla culla alla tomba e da mane a sera dai mass media della societàdelconsumodellaproduzione edellusura.

E' infatti impossibile chiedere di aver rispetto per gli altri esseri viventi, per il loro corpo e per la loro vita, per la Natura e per la Terra,

a degli esseri viventi malati che hanno impressa nei cervelli la Verità Dogmatica: "Il denaro è il solo valore"

perchè essi, proprio perchè hanno impressa nei cervelli la Verità Dogmatica: "Il denaro è il solo valore",

sono dei disperati che hanno perso ogni sintonia con se stessi, con il proprio corpo e con la propria vita, con la Natura e con la Terra,

ergo ogni rispetto per se stessi, per il proprio corpo e per la propria vita,

e dei disperati che hanno perso ogni sintonia con se stessi, con il proprio corpo e con la propria vita, con la Natura e con la Terra,

ergo ogni rispetto per se stessi, per il proprio corpo e per la propria vita,

sono necessariamente, inevitabilmente ed ineluttabilmente dei criminali che non hanno alcun rispetto per gli altri esseri viventi, per il loro corpo e per la loro vita, per la Natura e per la Terra,

a cui è inutile chiedere di cambiare la loro condizione di criminali che non hanno alcun rispetto per gli altri esseri viventi, per il loro corpo e per la loro vita, per la Natura e per la Terra,

proprio perchè essi, in quanto esseri viventi malati che hanno impressa nei cervelli la Verità Dogmatica: "Il denaro è il solo valore",

sono innanzitutto dei disperati che hanno perso ogni sintonia con se stessi, con il proprio corpo e con la propria vita, con la Natura e con la Terra,

ergo ogni rispetto per se stessi, per il proprio corpo e per la propria vita,

e, conseguentemente, necessariamente, inevitabilmente ed ineluttabilmente in primis dei disperati che non hanno alcun rispetto nemmeno per se stessi, per il proprio corpo e per la propria vita,

e, conseguentemente, necessariamente, inevitabilmente ed ineluttabilmente, in secundis, dei criminali che non hanno alcun rispetto per gli altri esseri viventi, per il loro corpo e per la loro vita, per la Natura e per la Terra,

semplicemente perchè non avendo più alcun rispetto nemmeno per se stessi, per il proprio corpo e per la propria vita,

non hanno più in sè i presupposti per comprendere per quale motivo dovrebbero avere rispetto per gli altri esseri viventi, per il loro corpo e per la loro vita, per la Natura e per la Terra.

quindi non hanno più in sè la capacità e la possibilità di capire perchè dovrebbero avere rispetto per gli altri esseri viventi, per il loro corpo e per la loro vita, per la Natura e per la Terra.

SUSSIDIO PEDAGOGICO NUMERO SEI

Perchè i cosiddetti "uomini moderni"
hanno impressa nei cervelli la Verità Dogmatica
"Il denaro è il solo valore",
da cui nascono tutti i loro pensieri
e da cui si generano tutte le loro azioni ?

Tutti i pensieri e tutte le azioni
dei cosiddetti "uomini moderni"
si fondano su una menzogna,
che essi ritengono Verità Dogmatica
e propongono
come presunta ed ipotetica Verità Dogmatica:
"il Denaro Maiuscolato è il solo valore
ergo tutti i pensieri e le azioni umane
devono essere rapportati al Denaro"

Chi li ha ridotti così ?

Perchè quasi tutti i cosiddetti "uomini moderni"
ritengono Verità Dogmatica
e propongono
come presunta ed ipotetica Verità Dogmatica
la menzogna:
"il Denaro Maiuscolato è il solo valore
ergo tutti i pensieri e le azioni umane
devono essere rapportati al Denaro ?"

Per rispondere a questa domanda
basta proporsi
l' antica ma sempre valida questione
CUI PRODEST,
cioè "a chi giova, a chi conviene ?"

CUI PRODEST
cioè "a chi giova, a chi conviene"
che tutti gli uomini
ritengano Verità Dogmatica
e propongano
come presunta ed ipotetica Verità Dogmatica
la menzogna:
"Il Denaro Maiuscolato è il solo valore
ergo tutti i pensieri e le azioni umane
devono essere rapportati al Denaro ?"

La risposta è semplice, ovvia e scontata:
"Giova e conviene
a quei pochissimi che il denaro ce l'hanno tutto,
che in tal guisa riescono ad avere in mano
i corpi e le vite di tutti gli altri,
cioè i tantissimi che il denaro non ce l'hanno,
i quali, per procurarselo,
si mettono da soli nelle loro grinfie
disposti a tutto,
anche a farsi loro servi, schiavi e puttane,
per avere denaro".

A questo punto
è necessario porsi una seconda domanda:
"Come fanno
i pochissimi che hanno tutto il denaro
a trasformare la menzogna
"Il denaro è il solo valore"
in Verità Dogmatica ed Assoluta ?".

La risposta anche qui è semplice.

Basta considerare che
in questa società,
la societàdelconsumodellaproduzionedellusura,
i pochissimi che possiedono tutto il denaro
possiedono anche tutti i mass media,

e usando quei mass media,
tutti in mano loro,
bombardano dalla culla alla tomba
i cervelli di tutti gli altri,
dieci cento mille volte al giorno,
con la menzogna:
"il Denaro è il solo valore
ergo tutti i pensieri e le azioni umane
devono essere rapportati al Denaro",

fino a trasformarla in Verità Assoluta
e ad infilarla e radicarla profondamente
nel cervello di tutti gli altri,
cioè i tantissimi che non possiedono una minchia,

in guisa tale che quei tantissimi
che non hanno denaro,
a quel punto dogmaticamente certi che
"il Denaro è il solo valore
ergo tutti i pensieri e le azioni umane
devono essere rapportati al Denaro",

siano disposti a tutto per avere denaro,
quindi anche a rendersi servi, schiavi e puttane
di quelli che denaro ce l' hanno tutto,

e visto e considerato
che tutto il denaro è nelle mani di pochissimi,

finiscano necessariamente ed inevitabilmente
nelle grinfie
di quei pochissimi che il denaro ce l'hanno tutto,

che a quel punto
possono disporre come vogliono
dei loro corpi e delle loro vite,
rendendoli tutti loro servi, schiavi e puttane.

Il cerchio si chiude...

sui coglioni
che sono stati convinti dai mass media
tutti in mano
a quei pochissimi che hanno tutto il denaro
che il Denaro è il solo valore

i quali, resi dogmaticamente certi che
"Il Denaro è il solo valore",

sono disposti a tutto per avere denaro,
anche a farsi servi, schiavi e puttane,

e visto e considerato
che tutto il denaro è nelle mani di pochissimi,

finiscono necessariamente ed inevitabilmente
nelle grinfie
di quei pochissimi che il denaro ce l'hanno tutto,
disposti a farsi loro servi, schiavi e puttane
per avere denaro,

i quali a quel punto
possono disporre come vogliono
dei corpi e delle vite di tutti gli altri,
rendendoli loro servi, schiavi e puttane.

SUSSIDIO PEDAGOGICO NUMERO SETTE

Restare distanti e lontani, per classe, per stile e per sangue, dal fantasmagorico scintillio di specchietti per le allodole di una società mostruosa, ridicola, degenerata, aberrante, contro natura.

Una società disperata, oramai alla fine...

La discesa della società moderna nel baratro della dissoluzione è un male necessario per cui si deve passare: senza fingere, senza assumere modelli comportamentali estranei, ma restando distanti e lontani, per classe, per stile e per sangue.

Conta solo il silenzioso tener fermo di pochi, la cui presenza impassibile da convitati di pietra serva a creare nuovi rapporti, nuove distanze, nuovi valori a costruire un polo il quale, se di certo non impedirà a questo mondo di deviati di essere quello che è, varrà però a trasmettere a qualcuno la sensazione della verità - sensazione, che potrà fors' anche essere principio invisibile di qualche crisi liberatrice.

'Lo 'stile' che deve guadagnar risalto è quello di chi si tiene sulle posizioni di fedeltà a se stesso e ad un' idea,in una raccolta intensità, in una repulsione per ogni compromesso, in un impegno totale che si deve manifestare non solo nella lotta politica ma anche in ogni espressione dell' esistenza.

E oggi, in fondo, le condizioni sono migliori, perchè non esistono equivoci e basta guardare d'intorno, dalla piazza fino al Parlamento, perchè le vocazioni siano messe alla prova e si abbia, netta, la misura di ciò che noi non dobbiamo essere.

Di fronte ad un mondo di poltiglia il cui principio è: 'Chi te lo fa fare' oppure: "Prima viene lo stomaco, la pelle (la malapartiana 'pelle'!) e poi la morale" o ancora: "Questi non son tempi in cui ci si possa permettere il lusso di avere un carattere", o infine:"Ho famiglia", si sappia opporre un chiaro e fermo: "Noi non possiamo fare altrimenti, questa è la nostra vita, questo il nostro essere".

Si lascino pure gli uomini del nostro tempo parlare, con maggiore o minore sufficienza e improntitudine, di anacronismo e di antistoria.

Li si lascino alle loro "verità" e ad' unica cosa si badi: a tenersi in piedi in un mondo di rovine, e a rendere ben visibili i valori della verità, della realtà e della Tradizione, a chi oggi non vuole il "questo" e cerca confusamente "l' altro".

Ognuno ha la libertà che gli spetta, misurata dalla statura della dignità della sua persona.

(Julius Evola)






permalink | inviato da _Giamba_ il 13/12/2018 alle 8:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia     novembre   <<  8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17  >>  
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

diario
Terapia intensiva di disintossicazione musicale
MoVimento Cinque Stelle
Coglioni e coglionatori
Specchietti per le allodole
I misteri della poltica
Le donne e l'amore
Buone notizie
Una risata vi seppellirà
I teoremi dello zio Giamba
Ma quanto so' buoni 'sti ebrei !
L'arte che mi piace
Il cinema che mi piace
Signoraggio bancario
Altra informazione
Il lento ma inesorabile degrado dei sinistri
Ogni comunità è sempre e comunque una mafia
I contributi di Giovan Maria Catalan Belmonte
Mi beo degli zotici
Angoscia. illusione, mistificazione, controllo
Il paese della libertà ? Maddechè ?
Friedrich Wilhelm Nietzsche
Max Stirner
Detti e citazioni latine
Comunicando con gli altri bloggers
Zia Democra
I Taliani
Cultura identitaria
AUT AUT O la vita come valore o il denaro come valore
Il cristianesimo è un delirio contro natura
L'unica realtà che esiste è l'individuo
Pier Paolo Pasolini
I coatti mentecatti della società dei consumi
L’ insostenibile leggerezza dell’ essere
Il gioco E’ le sue regole
Il pericoloso delirio della Fede nell’ Umanità;
Uscire fuori dalla logica economica
Chi crede avvelena anche te ! Digli di smettere !
Il virus Rousseau
Nativi americani
Buffoni di corte
Ezra Pound
Mio figlio è un uomo di successo ! Mi dispiace signora...
Arguti cialtroni
La televisiun la t'endormenta come un cujun
La società umana o è patriarcale o non è
Totò
Vaticano S.P.A.
Pantelleria
Ma l'Italia è in grado di dare nutrimento a tutti 'sti immigrati ?
Habere non haberi
Teste di prete
Apologia dello stronzo
Don Matteo Renzie: il pretino democristiano
Luigi Pirandello
Julius Evola
Sub specie aeternitatis
Mass media e manipolazione

VAI A VEDERE

Giamba Facebook
Giamba Twitter
Il fatto quotidiano
Wikileaks
NO TAV
Anticapitalismo
Altra Informazione
Cambiare stile di vita
Manifesto antimodernità
Lettera del capo indiano Seattle al presidente USA


  Genus fictus natura et historia.

Animale terreno consapevole

in sintonia

con il corpo e con la vita,

con la Natura e la Terra.

  Tutti i miei posts 

sono pubblicati

 anche sul mio profilo facebook

www.facebook.com/giamba.pellei  

  Tutti i miei tweets

sul mio profilo twitter

https://twitter.com/GiambaLibero

   Il corpo

è la mia grande ragione.

  Esso non dice IO.

    Esso fa IO.

   C'è più verità nel corpo 

 che in tutte

le religioni e le filosofie

  della Terra.

L'unica realtà che esiste

è l'individuo.

  La cosiddetta "comunità" 

   è un'invenzione

di ricchi e potenti,

  ed è sempre e comunque

una mafia,

  creata

per annichilire gli individui,

 omologarli in un gregge

  e portarli tutti insieme

a tosare

per far lana per il padrone.

 
 

 

CERCA