Il corpo è la mia grande ragione. Esso non dice IO. Esso fa IO. C'è più verità nel corpo che in tutte le religioni e le filosofie della Terra. Siamo una parte della Natura e della Terra. Vivi in sintonia con il tuo corpo e con la tua vita con la Natura e con la Terra. Prendi dalla Natura e dalla Terra solo ciò che ti è necessario. Segui sempre i ritmi della Natura. Tratta tutti gli esseri viventi con rispetto. Tra gli esemplari della specie Homo Sapiens tratta con rispetto solo quelli che trattano con rispetto te e tutti gli esseri viventi. Il senso della vita è la vita e non esiste alcun "senso della vita" al di fuori della vita stessa. L' esemplare della specie Homo Sapiens in sintonia con il suo corpo e con la sua vita con la Natura e con la Terra è un animale sano che sente istintivamente che il senso della vita è la vita e sente istintivamente cos'è bene per la Vita per la Natura e per la Terra e cos'è male per la Vita per la Natura e per la Terra. L'esemplare della specie Homo Sapiens che ha perso la sintonia con il suo corpo e con la sua vita, con la Natura e con la Terra e cerca "il senso della vita" al di fuori del suo corpo e della sua vita è un animale malato che ha perso ogni rapporto con il suo corpo e con la sua vita con la Natura e con la Terra, pericoloso per la Vita, per la Natura e per la Terra. AUT AUT O la Vita, la Natura e la Terra come valore o il denaro e il profitto come valore. AUT AUT O una società sana che abbia la Vita, la Natura e la Terra come valore. O una società malata che abbia il denaro e il profitto come valore. Il corpo è la mia grande ragione. Esso non dice IO. Esso fa IO. C'è più verità nel corpo che in tutte le religioni e le filosofie della Terra. Siamo una parte della Natura e della Terra. Vivi in sintonia con il tuo corpo e con la tua vita con la Natura e con la Terra. Prendi dalla Natura e dalla Terra solo ciò che ti è necessario. Segui sempre i ritmi della Natura. Tratta tutti gli esseri viventi con rispetto. Tra gli esemplari della specie Homo Sapiens tratta con rispetto solo quelli che trattano con rispetto te e tutti gli esseri viventi. Il senso della vita è la vita e non esiste alcun "senso della vita" al di fuori della vita stessa. L' esemplare della specie Homo Sapiens in sintonia con il suo corpo e con la sua vita con la Natura e con la Terra è un animale sano che sente istintivamente che il senso della vita è la vita e sente istintivamente cos'è bene per la Vita per la Natura e per la Terra e cos'è male per la Vita per la Natura e per la Terra. L'esemplare della specie Homo Sapiens che ha perso la sintonia con il suo corpo e con la sua vita, con la Natura e con la Terra e cerca "il senso della vita" al di fuori del suo corpo e della sua vita è un animale malato che ha perso ogni rapporto con il suo corpo e con la sua vita con la Natura e con la Terra, pericoloso per la Vita, per la Natura e per la Terra. AUT AUT O la Vita, la Natura e la Terra come valore o il denaro e il profitto come valore. AUT AUT O una società sana che abbia la Vita, la Natura e la Terra come valore. O una società malata che abbia il denaro e il profitto come valore. Giamba2016 | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

Giamba2016
"Animale terreno consapevole" e/o "Genus fictus natura et historia" e/o "Io sono una forza del passato solo nella tradizione è il mio amore" sono tre modi diversi di dire la stessa cosa


Diario


12 dicembre 2018

La violenza più terribile all'interno della società umana non è quella fisica, ma quella che esercitano i pochissimi che hanno tutta la ricchezza e tutto il potere usando richezza e potere per sottomettere, controllare, sfuttare ed usare tutti gli altri





La giustizia sulla Terra non è possibile finchè sulla Terra continueranno ad esserci, come sempre ci sono state, delle società umane in cui pochissimi hanno tutta la ricchezza e tutto il potere,

perche in una società umana in cui pochissimi hanno tutta la ricchezza e tutto il potere accadrà sempre e comunque che quei pochissimi continueranno ad esercitare su tutti gli altri la violenza più terribile che da sempre esiste all' interno della società umana:

usare ricchezza e potere per sottomettere, controllare, usare e sfruttare tutti gli altri.

Non è dunque la violenza fisica il tipo di violenza più terribile presente all' interno della società umana e non è pertanto la violenza fisica il male da combattere.

Au contraire la violenza fisica, se viene esercitata contro i pochissimi che hanno tutta la ricchezza e tutto il potere da parte di tutti gli altri, quelli che sono sottomessi, controllati, usati e sfruttati di tutti gli altri,

è il solo modo per togliere a quei pochissimi ricchezza e potere, e, conseguentemente, è il solo modo per farli smettere di esercitare la violenza più terribile che da sempre esiste all' interno della società umana:

quella esercitata dai pochissimi che hanno tutta la ricchezza e tutto il potere, che sono tutti nelle loro mani, per sottomettere, controllare, usare e sfruttare tutti gli altri.

La giustizia sulla Terra, pertanto, è possibile solo creando sul pianeta Terra una situazione in cui nessun esemplare della specie Homo Sapiens sia così ricco e potente da poter controllare, sottomettere, sfruttare ed usare un altro esemplare della specie Homo Sapiens,

e a quella situazione non si giunge certamente con le prediche e con le stigmatizzazioni morali, con l' ammmore e con l' educazione, con la religione e con la morale, e nemmeno con la legge,

perchè finchè l'1% degli esemplari della specie Homo Sapiens avrà tutta la ricchezza e tutto il potere

anche le prediche e le stigmatizzazioni morali, l' ammmore e l' educazione, la religione e la morale, e la stessa legge saranno sempre e comunque degli strumenti usati da quei pochissimi che hanno tutta la ricchezza e tutto il potere per continuare a sottomettere, controllare, usare e sfruttare tutti gli altri allo scopo di mantenere tutta la ricchezza e tutto il potere.

Il solo modo possibile per portare giustizia sulla Terra è dunque creare sul pianeta Terra una situazione in cui nessun esemplare della specie Homo Sapiens sia così ricco e potente da poter controllare, sottomettere, sfruttare ed usare un altro esemplare della specie Homo Sapiens,

ed il solo modo possibile per giungere a quella situazione è che i tantissimi che vengono controllati, sottomessi, sfruttati ed usati dai pochissimi che hanno tutta la ricchezza e tutto il potere agiscono tutti insieme in modo violento contro quei pochissimi,

perchè quello è il solo modo per togliergli ricchezza e potere,

e, conseguentemente, per farli smettere di esercitare la violenza più terribile che da sempre esiste all' interno della società umana:

quella praticata da sempre su tutti gli altri dai pochissimi che hanno tutta la ricchezza e tutto il potere, che usano la loro ricchezza ed il loro potere per sottomettere, controllare, usare e sfruttare tutti gli altri.

E' pertanto completamente impossibile, finchè pochissimi esemplari della specie Homo Sapiens avranno tutta la ricchezza e tutto il potere, cercare di realizzare una società giusta di liberi ed eguali, in cui tutti i componenti abbiano gli stessi diritti e gli stessi doveri ed esista una legge uguale per tutti, imposta concretamente, quotidianamente e rigorosamente in modo uguale su tutti,

perchè finchè l'1% degli esemplari della specie Homo Sapiens avrà tutta la ricchezza e tutto il potere li userà sempre e comunque per controllare, sottomettere, sfruttare ed usare gli altri esemplare della specie Homo Sapiens,

le prediche e le stigmatizzazioni morali, l' ammmore e con l' educazione, la religione e la morale, e la stessa legge saranno sempre e comunque degli strumenti usati da quei pochissimi che hano tutta la ricchezza e tutto il potere per sottomettere, controllare, usare e sfruttare tutti gli altri allo scopo di mantenere tutta al riccheza e tutto il potere.

La giustizia sulla Terra si porta creando un pianeta Terra in cui nessun esemplare della specie Homo Sapiens sia più ricco e più potente di un altro,

perchè solo e soltanto quando nessun esemplare della specie Homo Sapiens sarà più ricco e più potente di un altro

e nessun esemplare della specie Homo Sapiens avrà la possibilità concreta di controllare, sottomettere, sfruttare gli altri esemplari della specie Homo Sapiens,

accadrà che nessun esemplare della specie Homo Sapiens controlli, sottometta, sfrutti ed usi un altro esemplare della specie Homo Sapiens.


SUSSIDIO PEDAGOGICO

Dice: "Sono deluso dalla vita, dal mondo, dagli uomini".

Dico: "Che vordì ? Che la vita, il mondo e gli uomini non sono quello che tu deliravi che fossero ? Ma allora il problema sono i tuoi deliri sul mondo sulla vita e sugli uomini, quelli che hai forgiato nella tua solinga cameretta adolescenziale, non la vita il mondo e gli uomini reali, che sono quel che sono e semplicemente si manifestano ed accadono, senza saperne nulla dei tuoi deliri".

A fondamento di tutti i deliri di tutti i mentecatti che fanno considerazioni prive di senso sull' imperfezione e sull' inadeguatezza del mondo reale, della realtà della Terra e della vita terrena e dicono frasi senza senso tipo: "Sono deluso dalla vita, dal mondo, dagli uomini"

sta sempre e comunque il padre e la madre di tutti i deliri: il dualismo platonico - giudaico - cristiano, che ipotizza un presunto ed ipotetico Mondo Ideale accanto al mondo reale, alla realtà della Terra e alla vita terrena, che sono invece, naturalmente ed ovviamente, la sola realtà che esiste.

Da questo delirio che porta alla creazione di un presunto ed ipotetico Mondo Ideale nasce poi l' altro delirio che il mondo reale, la realtà della Terra e la vita terrena sarebbero solo una rappresentazione imperfetta di quel presunto ed ipotetico Mondo Ideale, a cui il mondo reale, la realtà della Terra e la vita terrena dovrebbero omologarsi ed adeguarsi.

Perchè gli esemplari della specie Homo Sapiens creano il delirio del dualismo platonico - giudaico - cristiano ?

Perchè gli esemplari della specie Homo Sapiens creano il delirio di un presunto ed ipotetico Mondo Ideale, di cui il mondo reale, la realtà della Terra e la vita terrena sarebbero la rappresentazione imperfetta ed a cui il mondo reale, la realtà della Terra e la vita terrena dovrebbero omologarsi ed adeguarsi ?

Perchè gli esemplari della specie Homo Sapiens sono gli unici esseri viventi che hanno consapevolezza del mondo reale, della realtà della Terra e della vita terrena, della realtà naturale della vita e della morte, della naturale precarietà dell' esistenza e dell' assoluta estaraneità dell' altro, e questa consapevolezza li angoscia.

Per cancellare quella consapevolezza, che li angoscia, gli esemplari della specie Homo Sapiens creano il delirio di un Mondo Ideale parallelo, perfetto, eterno ed immutabile, di cui il mondo reale, la realtà della Terra e la vita terrena, che sono imperfette, sarebbero solo una rappresentazione transitoria e mutabile,

per fondare su questo delirio l' altro delirio finalizzato a cancellare la consapevolezza, che tanto li angoscia, del mondo reale, della realtà della Terra e della vita terrena, della realtà naturale della vita e della morte, della naturale precarietà dell' esistenza e dell' assoluta estaraneità dell' altro:

l' imperfezione, la transitorietà e la mutabilità del mondo reale, della realtà della Terra e della vita terrena, quindi la realtà naturale della vita e della morte, la naturale precarietà dell' esistenza e l' assoluta estaraneità dell' altro, che sono la sola realtà che esiste e che tanto li angoscia,

sarebbero solo qualcosa di contingente e provvisorio, destinato prima o poi ad omologarsi e ad adeguarsi ad un presunto ed ipotetico Mondo Ideale perfetto, eterno ed immutabile,

che naturalmente ed ovviamente non esiste da alcuna parte, se non nel cervello degli esemplari della specie Homo Sapiens che lo hanno creato per cancellare l'angoscia generata dalla consapevolezza dell' imperfezione, della transitorietà e della mutabilità del mondo reale, della realtà della Terra e della vita terrena, dalla consapevolezza della realtà naturale della vita e della morte, della naturale precarietà dell' esistenza e dell' assoluta estraneità dell' altro, che sono la sola realtà che esiste.

Nasce dunque dall' angoscia generata dalla consapevolezza dell' imperfezione, della transitorietà e della mutabilità del mondo reale, della realtà della Terra e della vita terrena, dalla consapevolezza della realtà naturale della vita e della morte, della naturale precarietà dell' esistenza e dell' assoluta estaraneità dell' altro, che sono la sola realtà che esiste e che tanto angoscia gli esemplari della specie Homo Sapiens

prima il delirio che porta alla creazione di un presunto ed ipotetico Mondo Ideale perfetto, eterno ed immutabile,

e poi tutte le considerazioni sull' imperfezione e sull' inadeguatezza del mondo reale, della realtà della Terra e della vita terrena,

e tutte le frasi tipo: "Sono deluso dalla vita, dal mondo, dagli uomini",

che nascono dalla comparazione tra il mondo reale, la realtà della Terra e la vita terrena, che sono ovviamente e naturalmente la sola realtà esistente,

ed un presunto ed ipotetico Mondo Ideale perfetto, eterno ed immutabile, che ovviamente e nauralmente non esiste da alcuna parte, di cui il mondo reale, la realtà della Terra e la vita terrena, che sono si imperfette, ma transitorie e mutabili, sarebbero solo una rappresentazione provviosria, che alla fine dovrebbero omologarsi ed adeguarsi a quel presunto ed ipotetico Mondo Ideale perfetto, eterno ed immutabile

Ne consegue che sia tutte le considerazioni sull' imperfezione e sull' inadeguatezza del mondo reale, della realtà della Terra e della vita terrena, sia tutte le frasi tipo: "Sono deluso dalla vita, dal mondo, dagli uomini" sono completamente prive di senso,

perchè il mondo reale, la realtà della Terra e la vita terrena sono la sola realtà che esiste, e non esiste da alcuna parte alcun Mondo Ideale perfetto, eterno ed immutabile di cui il mondo reale, la realtà della Terra e la vita terrena sarebbero solo una rappresentazione ed a cui il mondo reale, la realtà della Terra e la vita terrena dovrebbero alla fine omologarsi ed adeguarsi,

visto e considerato che, come si è detto, quel presunto ed ipotetico Mondo Ideale perfetto, eterno ed immutabile di cui il mondo reale, la realtà della Terra e la vita terrena sarebbero solo una rappresentazione ed a cui il mondo reale, la realtà della Terra e la vita terrena dovrebbero alla fine omologarsi ed adeguarsi,

è solo e soltanto una creazione degli esemplari della specie Homo Sapiens, nata dalla necessità di cancellare l' angoscia generata dalla consapevolezza dell' imperfezione, della transitorietà e della mutabilità del mondo reale, della realtà della Terra e della vita terrena, dalla consapevolezza della realtà naturale della vita e della morte, della naturale precarietà dell' esistenza e dell' assoluta estaraneità dell' altro, che sono la sola realtà che esiste e che tanto angoscia gli esemplari della specie Homo Sapiens

P.S. Il corpo è la mia grande ragione. Esso non dice IO. Esso fa IO. C'è più verità nel corpo che in tutte le religioni e le filosofie della Terra Quel che serve è la sintonia con il corpo e con la vita, con la Natura e con la Terra.

Un esempio ?

Taci. Su le soglie
del bosco non odo
parole che dici
umane; ma odo
parole più nuove
che parlano gocciole e foglie
lontane.
Ascolta. Piove
dalle nuvole sparse.
Piove su le tamerici
salmastre ed arse,
piove su i pini
scagliosi ed irti,
piove su i mirti
divini,
su le ginestre fulgenti
di fiori accolti,
su i ginepri folti
di coccole aulenti,
piove su i nostri volti
silvani,
piove su le nostre mani
ignude,
su i nostri vestimenti
leggieri,
su i freschi pensieri
che l'anima schiude
novella,
su la favola bella
che ieri
t'illuse, che oggi m'illude,
o Ermione.

Odi? La pioggia cade
su la solitaria
verdura
con un crepitío che dura
e varia nell'aria
secondo le fronde
più rade, men rade.
Ascolta. Risponde
al pianto il canto
delle cicale
che il pianto australe
non impaura,
nè il ciel cinerino.
E il pino
ha un suono, e il mirto
altro suono, e il ginepro
altro ancóra, stromenti
diversi
sotto innumerevoli dita.
E immersi
noi siam nello spirto
silvestre,
d'arborea vita viventi;
e il tuo volto ebro
è molle di pioggia
come una foglia,
e le tue chiome
auliscono come
le chiare ginestre,
o creatura terrestre
che hai nome
Ermione.

Ascolta, ascolta. L'accordo
delle aeree cicale
a poco a poco
più sordo
si fa sotto il pianto
che cresce;
ma un canto vi si mesce
più roco
che di laggiù sale,
dall'umida ombra remota.
Più sordo e più fioco
s'allenta, si spegne.
Sola una nota
ancor trema, si spegne,
risorge, trema, si spegne.
Non s'ode voce del mare.
Or s'ode su tutta la fronda
crosciare
l'argentea pioggia
che monda,
il croscio che varia
secondo la fronda
più folta, men folta.
Ascolta.
La figlia dell'aria
è muta; ma la figlia
del limo lontana,
la rana,
canta nell'ombra più fonda,
chi sa dove, chi sa dove!
E piove su le tue ciglia,
Ermione.

Piove su le tue ciglia nere
sìche par tu pianga
ma di piacere; non bianca
ma quasi fatta virente,
par da scorza tu esca.
E tutta la vita è in noi fresca
aulente,
il cuor nel petto è come pesca
intatta,
tra le pàlpebre gli occhi
son come polle tra l'erbe,
i denti negli alvèoli
con come mandorle acerbe.
E andiam di fratta in fratta,
or congiunti or disciolti
(e il verde vigor rude
ci allaccia i mallèoli
c'intrica i ginocchi)
chi sa dove, chi sa dove!
E piove su i nostri vólti
silvani,
piove su le nostre mani
ignude,
su i nostri vestimenti
leggieri,
su i freschi pensieri
che l'anima schiude
novella,
su la favola bella
che ieri
m'illuse, che oggi t'illude,
o Ermione.




permalink | inviato da _Giamba_ il 12/12/2018 alle 8:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia     novembre   <<  10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19  >>  
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

diario
Terapia intensiva di disintossicazione musicale
MoVimento Cinque Stelle
Coglioni e coglionatori
Specchietti per le allodole
I misteri della poltica
Le donne e l'amore
Buone notizie
Una risata vi seppellirà
I teoremi dello zio Giamba
Ma quanto so' buoni 'sti ebrei !
L'arte che mi piace
Il cinema che mi piace
Signoraggio bancario
Altra informazione
Il lento ma inesorabile degrado dei sinistri
Ogni comunità è sempre e comunque una mafia
I contributi di Giovan Maria Catalan Belmonte
Mi beo degli zotici
Angoscia. illusione, mistificazione, controllo
Il paese della libertà ? Maddechè ?
Friedrich Wilhelm Nietzsche
Max Stirner
Detti e citazioni latine
Comunicando con gli altri bloggers
Zia Democra
I Taliani
Cultura identitaria
AUT AUT O la vita come valore o il denaro come valore
Il cristianesimo è un delirio contro natura
L'unica realtà che esiste è l'individuo
Pier Paolo Pasolini
I coatti mentecatti della società dei consumi
L’ insostenibile leggerezza dell’ essere
Il gioco E’ le sue regole
Il pericoloso delirio della Fede nell’ Umanità;
Uscire fuori dalla logica economica
Chi crede avvelena anche te ! Digli di smettere !
Il virus Rousseau
Nativi americani
Buffoni di corte
Ezra Pound
Mio figlio è un uomo di successo ! Mi dispiace signora...
Arguti cialtroni
La televisiun la t'endormenta come un cujun
La società umana o è patriarcale o non è
Totò
Vaticano S.P.A.
Pantelleria
Ma l'Italia è in grado di dare nutrimento a tutti 'sti immigrati ?
Habere non haberi
Teste di prete
Apologia dello stronzo
Don Matteo Renzie: il pretino democristiano
Luigi Pirandello
Julius Evola
Sub specie aeternitatis
Mass media e manipolazione

VAI A VEDERE

Giamba Facebook
Giamba Twitter
Il fatto quotidiano
Wikileaks
NO TAV
Anticapitalismo
Altra Informazione
Cambiare stile di vita
Manifesto antimodernità
Lettera del capo indiano Seattle al presidente USA


  Genus fictus natura et historia.

Animale terreno consapevole

in sintonia

con il corpo e con la vita,

con la Natura e la Terra.

  Tutti i miei posts 

sono pubblicati

 anche sul mio profilo facebook

www.facebook.com/giamba.pellei  

  Tutti i miei tweets

sul mio profilo twitter

https://twitter.com/GiambaLibero

   Il corpo

è la mia grande ragione.

  Esso non dice IO.

    Esso fa IO.

   C'è più verità nel corpo 

 che in tutte

le religioni e le filosofie

  della Terra.

L'unica realtà che esiste

è l'individuo.

  La cosiddetta "comunità" 

   è un'invenzione

di ricchi e potenti,

  ed è sempre e comunque

una mafia,

  creata

per annichilire gli individui,

 omologarli in un gregge

  e portarli tutti insieme

a tosare

per far lana per il padrone.

 
 

 

CERCA