Il corpo è la mia grande ragione. Esso non dice IO. Esso fa IO. C'è più verità nel corpo che in tutte le religioni e le filosofie della Terra. Siamo una parte della Natura e della Terra. Vivi in sintonia com il tuo corpo e con la tua vita, con la Natura e con la Terra. Tratta tutti gli esseri viventi con rispetto, ma tra gli esemplari della specie Homo Sapiens tratta con rispetto solo quelli che ti trattano con rispetto. Prendi dalla Natura e dalla Terra solo ciò che ti è necessario. Segui sempre i ritmi della Natura. Alzati e ritirati con il sole. Il senso della vita è la vita e non esiste alcuno "senso della vita" al di fuori della vita stessa ERGO chi cerca "il senso della vita" al di fuori del suo corpo e della sua vita è un animale malato che ha perso ogni rapporto con il suo corpo e con la sua vita, con la Natura e con la Terra. AUT AUT O la vita come valore o il denaro e il profitto come valore. AUT AUT O una società che abbia la vita come valore o una società che abbia il denaro e il profitto come valore. Il corpo è la mia grande ragione. Esso non dice IO. Esso fa IO. C'è più verità nel corpo che in tutte le religioni e le filosofie della Terra. Siamo una parte della Natura e della Terra. Vivi in sintonia com il tuo corpo e con la tua vita, con la Natura e con la Terra. Tratta tutti gli esseri viventi con rispetto, ma tra gli esemplari della specie Homo Sapiens tratta con rispetto solo quelli che ti trattano con rispetto. Prendi dalla Natura e dalla Terra solo ciò che ti è necessario. Segui sempre i ritmi della Natura. Alzati e ritirati con il sole. Il senso della vita è la vita e non esiste alcuno "senso della vita" al di fuori della vita stessa ERGO chi cerca "il senso della vita" al di fuori del suo corpo e della sua vita è un animale malato che ha perso ogni rapporto con il suo corpo e con la sua vita, con la Natura e con la Terra. AUT AUT O la vita come valore o il denaro e il profitto come valore. AUT AUT O una società che abbia la vita come valore o una società che abbia il denaro e il profitto come valore. Giamba2016 | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

Giamba2016
"Animale terreno consapevole" e/o "Genus fictus natura et historia" e/o "Io sono una forza del passato solo nella tradizione è il mio amore" sono tre modi diversi di dire la stessa cosa


Buone notizie


11 settembre 2018

Esemplari sani della specie Homo Sapiens, animali terreni consapevoli in sintonia con il loro corpo e con la loro vita, con la Natura e con la Terra, spazzeranno via dalla Terra il mostro contro natura del dualismo platonico - giudaico - cristiano



Esemplari sani della specie Homo Sapiens, animali terreni consapevoli in sintonia con il loro corpo e con la loro vita, con la Natura e con la Terra

spazzeranno via dalla faccia della Terra il mostro contro natura e contro la vita del dualismo platonico - giudaico - cristiano

una weltanschauung delirante che da più di duemila anni aliena gli esemplari della specie Homo Sapiens dal loro corpo e dalla loro vita, dalla Natura e della Terra,

prima creando l' idea delirante dell' esistenza di un Mondo Ideale e di un Uomo Ideale,

e poi proponendo ed imponendo modelli sempre più deliranti di Mondo Ideale e di Uomo Ideale,

sempre più lontani dal corpo e dalla vita, dalla Natura e dalla Terra,

che alienano sempre di più gli esemplari della specie Homo Sapiens dal loro corpo e dalla loro vita, dalla Natura e della Terra,

trasformandoli in animali che delirano, privi del sano intelletto animale,

che sono facilmente controllabili dal potere e dal potente di turno, il quale da sempre usa il delirio contro natura e contro la vita chiamato "dualismo platonico - giudaico - cristiano" e la sua idea delirante a proposito dell' esistenza di un Mondo Ideale e di un Uomo Ideale ed i vari modelli di Mondo Ideale e di Uomo Ideale,

per alienare gli esemplari della spece Homo Sapiens da se stessi, dal loro corpo e dalla loro vita, dalla Natura e dalla Terra, quindi per annichilirlii,

per poi omologarli facilmente ad un unico modello, quello del potente di turno, sia esso cattolico o comunista, fascista o consumista, o di qualunque altro tipo,

allo scopo di controllarli, sottometterli, sfruttarli ed usarli.

Tenete perciò sempre conto, esemplari sani della specie Homo Sapiens che vivete in sointonia con il vostro corpo e con la vostra vita, con la Natura e con la Terra,

che il delirio contro natura e contro la vita del dualismo platonico - giudaico - cristiano e qualunque suo adepto, per continuare ad esistere, chiamerà sempre e comunque "delirio" la vostra visione sana e naturale della vita, ed il vostro essere in sintonia con il corpo e con la vita, con la Natura e con la Terra,

perchè quella visione sana e naturale della vita, ed il vostro essere in sintonia con il corpo e con la vita, con la Natura e con la Terra è un gravissimo pericolo per la permanenza sulla Terra dell delirio contro natura e contro la vita chiamato "dualismo platonico - giudaico - cristiano",

perchè rivela e mostra quanto siano sia un delirio contro natura e contro la vita il dualismo platonico - giudaico - cristiano e la sua idea folle e delirante che esista un Mondo Ideale ed un Uomo Ideale.

Tenete anche sempre conto, esemplari sani della specie Homo Sapiens che vivete in sintonia con il vostro corpo e con la vostra vita, con la Natura e con la Terra,

che anche ogni potere ed ogni potente di turno, che da sempre usa il delirio contro natura e contro la vita del dualismo platonico - giudaico - cristiano, la sua idea folle e delirante che esista un Mondo Ideale ed un Uomo Ideale, ed i vari modelli di Mondo Ideale e di Uomo Ideale costruiti su quel presupposto, per mantenere se stesso,

perchè il delirio contro natura e contro la vita chiamato "dualismo platonico - giudaico - cristiano", la sua idea folle e delirante che esista un Mondo Ideale ed un Uomo Ideale e i vari modelli di Mondo Ideale e di Uomo Ideale che esso propone e mette a disposizione del potere e del potente di turno

servono al potere ed al potente di turno per alienare gli esemplari della specie Homo Sapiens dal corpo e dalla vita, dalla Natura e dalla Terra, allo scopo di annichilirli e renderli sempre più controllabili,

ed è quindi da sempre utile ad ogni potere e da sempre usato da ogni potere e da ogni potente di turno,

il quale usa da sempre il delirio contro natura e contro la vita del dualismo platonico - giudaico cristiano e la sua idea delirante che esista un Mondo Ideale ed un Uomo Ideale, per costruire poi su quel presupposto i vari modelli di Mondo Ideale e di Uomo Ideale,

che gli servono prima per omologare gli esemplari della specie Homo Sapiens, previamente alienati da se stessi, dal loro corpo e dalla loro vita, dalla Natura e dalla Terra, quindi annichiliti, ad un unico modello, quello del potere di turno, sia esso cattolico o comunista, fascista o consumista, o di qualunque altro tipo,

e poi per definire "delirio" la posizione degli esemplari sani della specie Homo Sapiens che vivono in sintonia con il loro corpo e con la loro vita, con la Natura e con la Terra,

i quali non solo rifutano il modello ideale di mondo e di uomo proposto del potere e del potente di turno e si sottraggono a quella omologazione,

ma mostrano e rivelano a tutti gli altri quanto sia delirante l' idea che esista un modello di Mondo Ideale e/o di Uomo Ideale e quanto siano privi di senso i vari modelli di Mondo Ideale di Uomo Ideale su cui si fonda quella omologazione.

Il corpo è la mia grande ragione. Esso non dice IO. Esso fa IO.

C'è più verità nel corpo che in tutte le religioni e le filosofie della Terra.

Siamo una parte della Natura e della Terra.

Vivi in sintonia con il tuo corpo e con la tua vita, con la Natura e con la Terra.

Tratta tutti gli esseri viventi con rispetto,
ma tra gli esemplari della specie Homo Sapiens
tratta con rispetto solo quelli che ti trattano con rispetto.

Prendi dalla Natura e dalla Terra solo ciò che ti è necessario.

Segui sempre i ritmi della Natura.

Alzati e ritirati con il sole.

Il senso della vita è la vita
e non esiste alcuno "senso della vita"
al di fuori della vita stessa

ERGO

chi cerca "il senso della vita"
al di fuori del suo corpo e della sua vita
è un animale malato
che ha perso ogni rapporto
con il suo corpo e con la sua vita,
con la Natura e con la Terra.

AUT AUT

O la vita come valore.
O il denaro e il profitto come valore.

AUT AUT

O una società che abbia la vita come valore.
O una società che abbia il denaro e il profitto come valore.

SUSSIDIO PEDAGOGICO NUMERO UNO

Della sindrome del dualismo platonico - giudaico - cristiano e degli esemplari della specie Homo Sapiens affetti dalla sindrome del dualismo platonico - giudaico - cristiano

Il dualismo platonico - giudaico - cristiano è un mostro contro natura e contro la vita,

che da più di duemila anni aliena gli esemplari della specie Homo Sapiens dal loro corpo e dalla loro vita, dalla Natura e della Terra,

prima creando l' idea delirante dell' esistenza di un Mondo Ideale e di un Uomo Ideale,

e poi proponendo ed imponendo modelli sempre più deliranti di Mondo Ideale e di Uomo Ideale,

sempre più lontani dal corpo e dalla vita, dalla Natura e dalla Terra,

che alienano sempre di più gli esemplari della specie Homo Sapiens dal loro corpo e dalla loro vita, dalla Natura e della Terra,

trasformandoli in animali che delirano, privi del sano intelletto animale.

Il dualismo platonico - giudaico - cristiano è una weltanschauung delirante

che nasce nei cervelli degli esemplari della specie Homo Sapiens angosciati dalla consapevolezza della realtà naturale della vita e della morte, della naturale precarietà dell' esistenza e della assoluta estraneità degli altri,

quella consapevolezza della realtà naturale della vita, della morte, della naturale precarietà dell' esistenza e della assoluta estraneità degli altri a cui ogni esemplare sano della specie Homo Sapiens giunge naturalmente usando in modo naturale ed appropriato il cervello, strumento di sopravvivenza peculiare della specie,

per elaborare i dati sensoriali ricevuti dalla realtà usando in modo naturale ed appropriato i cinque sensi,

allo scopo di costruire un' immagine dela realtà più simile possibile alla realtà effettiva che serva da riferimento per un' azione intelligente e conveniente nella realtà.

Quel che accade negli esemplari della specie Homo Sapiens angosciati dalla consapevolezza della realtà naturale della vita, della morte, della naturale precarietà dell' esistenza e della assoluta estraneità degli altri

è che per cancellare quella consapevolezza della realtà, che li angoscia, giungono alla follia di cercare di cancellare la realtà tout court, forgiando il delirio: "Il mondo reale non è il mondo vero, ma è solo una rappresentazione del Mondo Ideale":

nasce così il delirio di un mondo parallelo, che naturalmente esiste solo nei loro cervelli di esemplari della specie Homo Sapiens angosciati dalla consapevolezza della realtà naturale della vita, della morte, della naturale precarietà dell' esistenza e della assoluta estraneità degli altri,

che hanno forgiato quel delirio per cancellare la consapevolezza della realtà naturale della vita, della morte, della naturale precarietà dell' esistenza e della assoluta estraneità degli altri, che li angoscia;

nascono così, necessariamente e conseguentemente il delirio di un Mondo Ideale, di cui il mondo reale sarebbe una rappresentazione, e di un Uomo Ideale, di cui gli uomini reali sarebbero solo una rappresentazione,

ed altrettanto necessariamente e conseguentemente, come deduzione di quei due deliri, l' altro delirio che il mondo ideale e gli uomini reali dovrebbero adeguarsi ad un presunto ed ipotetico "Mondo Ideale" e ad un presunto ed ipotetico "Uomo Ideale",

la cui realizzazione diviene la ragione di vita e l'ossessione degli esemplari della specie Homo Sapiens affetti dalla sindrome del dualismo platonico - giudaico - cristiano,

ai quali, proprio perchè sono esseri viventi profondamente malati, affetti dalla sindrome del dualismo platonico - giudaico - cristiano ergo ossessionati dal dover realizzare un presunto ed ipotetico Mondo Ideale ed un altrettanto presunto ed ipotetico Uomo Ideale,

non solo sfugge il "piccolo particolare" che gli esemplari sani della specie Homo Sapiens che hanno in sè naturalmente il senso della vita, che è la vita, e non la realizzazione di un presunto ed ipotetico Mondo Ideale e di un presunto ed ipotetico Uomo Ideale,

vivono semplicemente per sopravvivere come individui e per mantenere sulla Terra il proprio corredo genetico,

del tutto disinteressati alla realizzazione sulla Terra di presunti ed ipotetici "Mondi Ideali" e "Uomini Ideali" che sono solo e soltanto un' ossessione degli esemplari della specie Homo Sapiens malati, affetti dalla sindrome del dualismo platonico - giudaico - cristiano,

ma considerano il modo di vivere sano e naturale degli esemplari sani della specie Homo Sapiens, quello che nasce dall' avere in sè naturalmente il senso della vita, che è la vita, e porta a vivere semplicemente per sopravvivere come individui e per mantenere sulla Terra il proprio corredo genetico, come qualcosa di "disgustoso", e "volgare" da correggere, eliminare e spazzar via in ogni modo, con le buone o con le cattive, per realizzare il Mondo Idealr e l' Uomo Ideale,

ergo percorrono nella loro esistenza, necessariamente ed inevitabilmente, sempre e comunque, le stesse tappe:

1) Passano l'adolescenza nelle loro camerette a costruire modelli di Mondo Ideale e di Uomo Ideale

2) Escono dalla loro solinga cameretta per predicare al mondo reale ed agli uomini reali i modelli di Mondo Ideale e di Uomo Ideale costruiti nelle loro camerette, necessariamente ed inevitabilmente senza alcun risultato, perchè il mondo reale e gli uomini reali, naturalmente e giustamente, non si cacano in alcun modo i loro deliri.

3) Si scagliano contro il mondo reale e contro gli uomini reali che non capiscono e non si adeguano ai loro modelli di di Mondo Ideale e di Uomo Ideale

4) Usano qualunque strumento, anche la violenza, per imporre i loro modelli di Mondo Ideale e di Uomo Ideale al mondo reale ed agli uomini reali, convinti di doverlo fare per il loro Bene, perchè essi da soli non capiscono, e il mondo reale e gli uomini reali, naturalmente e giustamente, continuano a non cacarsi in alcun modo loro ed i loro deliri.

5) Frustrati ed esausti non rinunciano però ai loro deliri di Mondo Ideale e di Uomo Ideale, perchè di essi hanno bisogno per cancellare la consapevolezza della realtà naturale della vita, della morte, della naturale precarietà dell' esistenza e della assoluta estraneità degli altri, ma preferiscono tornare sdegnati nella loro solinga cameretta, rifiutando il mondo reale e gli uomini reali che "non li capiscono", i quali naturalmente non si cacano nemmeno il loro tornare sdegnati nella loro solinga cameretta, e/o si danno all' alcool e/o alla droga e/o ai farmaci e/o si buttano su una qualsiasi religione e/o se ne vanno in India e/o in qualche altrove, e a quel punto il mondo reale e gli uomini reali tirano un sospiro di sollievo perchè si sono finalmente tolti dai coglioni quei pazzi deliranti.

La cura per la sindrome dualismo platonico - giudaico - cristiano ?

Semplicemente prendere consapevolezza, serenamente e pacatamente, della realtà naturale della vita, della morte, della naturale precarietà dell' esistenza e della assoluta estraneità degli altri,

a cui ogni esemplare sano della specie Homo Sapiens giunge naturalmente usando in modo naturale ed appropriato il cervello, strumento di sopravvivenza peculiare della specie,

per elaborare i dati sensoriali ricevuti dalla realtà usando in modo naturale ed appropriato i cinque sensi,

allo scopo di costruire un' immagine della realtà più simile possibile alla realtà effettiva che serva da riferimento per un' azione intelligente e conveniente nella realtà.

A quel punto il dualismo platonico - giudaico - cristiano, il Mondo Ideale e l' Uomo reale appariranno per quel che realmente sono:

un delirio forgiato dal cervello degli esemplari della specie Homo Sapiens angosciati dalla consapevolezza della realtà naturale della vita, della morte, della naturale precarietà dell' esistenza e della assoluta estraneità degli altri,

i quali, per cancellare quella consapevolezza, che li angoscia, giungono al delirio di cancellare la realtà tout court, forgiando il delirio: "Il mondo reale non è il mondo vero, ma è solo una rappresentazione del Mondo Ideale":

da quel delirio di un mondo parallelo, che naturalmente esiste solo nei loro cervelli di esemplari della specie Homo Sapiens angosciati dalla consapevolezza della realtà naturale della vita, della morte, della naturale precarietà dell' esistenza e della assoluta estraneità degli altri,

che hanno forgiato quel delirio per cancellare la consapevolezza della realtà naturale della vita, della morte, della naturale precarietà dell' esistenza e della assoluta estraneità degli altri, che li angoscia,

nascono necessariamente e conseguentemente il delirio di un Mondo Ideale, di cui il mondo reale sarebbe una rappresentazione, e di un Uomo Ideale, di cui gli uomini reali sarebbero solo una rappresentazione,

ed altrettanto necessariamente e conseguentemente, come deduzione, l' altro delirio che il mondo ideale e gli uomini reali dovrebbero adeguarsi ad un presunto ed ipotetico "Mondo Ideale" e ad un presunto ed ipotetico "Uomo Ideale",

e l' epilogo finale: esistenze specate a delirare di Mondo Idela e di Uomo Ideale, per poi predicare e/o a cercare di imporre quei deliri di Mondo Ideale e Uomo Ideale al mondo reale ed agli uomini reali, necessariamente ed inevitabilmente senza alcun risultato, perchè il mondo reale e gli uomini reali, naturalmente e giustamente, non si cacano in alcun modo quei deliri.

P.S. Provate a spiegare, restando sulla Terra e nella physis dei presocratici, la nascita dell' idea di "dio" come risposta all' angoscia generata dalla consapevolezza della naturale precarietà dell' esistenza, creando un essere soprannaturale onnipotente, onnisciente ed onnitutto, che aiuta e provvede se opportunamente sollecitato con rituali e preghiere.

Provate a spiegare, restando sulla Terra e nella physis dei presocratici, la nascita dell' idea di "vita eterna" come risposta all' angoscia generata dalla consapevolezza della realtà naturale della morte.

Provate a spiegare, restando sulla Terra e nella physis dei presocratici, la nascita dell' idea di "amore per il prossimo" come risposta all' angoscia generata dalla consapevolezza della assoluta estraneità dell' altro, da cui nasce la visione dell' altro come pericolo.

Io fornisco una spiegazione terrena, restando sulla Terra e nella physis dei presocratici, della nascita della Fede e della Metafisica, argomenti di cui naturalmente ed ovviamente non parlo, perchè avendo come solo riferimento la Terra e la physis, non ho alcuna possibilità di parlare di tutto ciò di cui parlano quelli che hanno Fede e/o che parlano di Metafisica.

'Nzomma...

Per me uno che dice che l'ha creato Dio e uno che dice che l' ha creato il Grande Puffo fanno affermazioni del tutto equivalenti, perchè ambedue non verificabili in alcun modo ergo del tutto prive di significato.

C'è da dire purtroppo che quando si comincia a delirare di Fede e di Metafisica ci sono sempre e comunque, necessariamente ed inevitabilmente, delle conseguenze pericolose.

Quel che accade quando si parla di Fede e/o di Metafisica, infatti, proprio perchè si propongono delle affermazioni per cui non c'è alcuna possibilità di verifica, su cui quindi non vi è alcuna possibilità di dialogo,

è che si finisce sempre e comunque o con la violenza di chi vuole imporre una visione fideistica e/o metafisica della vita a chi pensa restando sulla Terra e nella physis dei presocratici e/o con la guerra tra chi ha diverse visioni fideistiche e/o metafisiche della vita e vuole imporrre la sua visione fideistica e/o metafisica della vita a chi ne ha una diversa,

mpò come i lillipuziani del Gulliver di Jonathan Swift, che facevano la guerra per decidere se le uova si rompono dalla parte larga o dalla parte stretta.

O NOOO ??

SUSSIDIO PEDAGOGICO NUMERO DUE

Ogni giorno milioni di esemplari della specie Homo Sapiens si riuniscono in comunità e ripetono ossessivamente le parole: "Dio esiste".

Basta 'sta cosa per chiudere definitivamente il dibattito sull' esistenza di un presunto ed ipotetico "dio" e per spiegare esaustivamente la funzione della "comunità" e della "parola".

Avete capito ?

Non dite: "Abbiamo capito" se non avete capito, solo per fare bella figura.

Dite: "Non ho capito"...

E io ve lo rispiego con calma, facendovi una domanda: "Avete mai visto milioni di esemplari della specie Homo Sapiens che si riuniscono ogni giorno in comunità e ripetono ossessivamente le parole: "Il sole esiste" e/o "Animali e piante esistono" e/o "La forza di gravità esiste" ?

No eh...

Quindi a 'sto punto avete capito...

O NOOO ???

Avete capito ?

Non dite: "Abbiamo capito" se non avete capito, solo per fare bella figura.

Dite: "Non ho capito"...

Ma se nun avete capito manco adesso io a 'sto punto nun ve spiego più niente, perchè ho capito che siete de coccio e/o che siete quei famosi asini che se gli lavi la testa sprechi tempo e sapone e/o quelle famose rape da cui non si può cavare sangue et ceteras et similia.

Quindi ve lascio...

Così ve potete riuni' in comunità, e potete stare tutti insieme a ripetervi ossessivamente le parole: "Dio esiste" e/o "La vita eterna esiste" e/o "L'amore esiste ed ogni esemplare della specie Homo Sapiens ama tutti gli altri"

e/o tutte le illusioni, le menzogne e le minchiate a cui avete bisogno di credere per cancellare la consapevolezza della realtà naturale della vita, della morte e dell' assoluta estraneità degli altri,

quella consapevolezza della realtà a cui ogni esemplare della specie Homo Sapiens giunge naturalmente pensando,

cioè usando in modo naturale ed appropriato il cervello, strumento di sopravvivenza peculiare della specie,

per elaborare i dati sensoriali forniti dai cinque sensi allo scopo di costruire un' immagine dela realtà più simile possibile alla realtà effettiva,

che serve da riferimento per un' azione intelligente e conveniente nella realtà,

quella consapevolezza della realtà che però in gran parte dei suddetti esemplari della specie Homo Sapiens crea così tanta angoscia da portarli addirittura a rinunciare a pensare,

e a scegliere di riunirsi in comunità a ripetersi ossessivamente le parole: "Dio esiste" e/o "La vita eterna esiste" e/o "L'amore esiste ed ogni esemplare della specie Homo Sapiens ama tutti gli altri"

e/o tutte le illusioni, le menzogne e le minchiate a cui hanno bisogno di credere per cancellare la consapevolezza della realtà naturale della vita, della morte e dell' assoluta estraneità degli altri, che così tanto li angoscia.

Se sentimo eh...

SUSSIDIO PEDAGOGICO NUMERO TRE

Della funzione della "comunità" e della "parola"

La cosiddetta "comunità" è il luogo in cui se ne stano tutti insieme, a scambiarsi l' un con l' altro, usando la cosiddetta "parola", scenari fantasiosi e mistificatori della realtà, illusioni e menzogne,

quegli esemplari della specie Homo Sapiens angosciati dalla consapevolezza della realtà naturale della vita, della morte e della assoluta estraneità degli altri,

a cui ogni esemplare della specie Homo Sapiens giunge naturalmente stando da solo ad usare in modo naturale ed appropriato il cervello, strumento di sopravvivenza peculiare della specie,

per elaborare i dati sensoriali ricevuti dalla realtà usando in modo naturale ed appropriato i cinque sensi,

allo scopo di costruire un' immagine dela realtà più simile possibile alla realtà effettiva,

che serva da riferimento per un' azione intelligente e conveniente nella realtà.

Qual che accade è che quegli esemplari della specie Homo Sapiens sono a tal punto angosciati dalla consapevolezza della realtà naturale della vita, della morte e della assoluta estraneità degli altri,

a cui ogni esemplare della specie Homo Sapiens giunge naturalmente stando da solo ad usare in modo naturale ed appropriato il cervello, strumento di sopravvivenza peculiare della specie,

per elaborare i dati sensoriali ricevuti dalla realtà usando in modo naturale ed appropriato i cinque sensi,

allo scopo di costruire un' immagine dela realtà più simile possibile alla realtà effettiva,

che serva da riferimento per un' azione intelligente e conveniente nella realtà.

da decidere di rinunciare a pensare, cioè usare in modo naturale ed appropriato il cervello, strumento di sopravvivenza peculiare della specie,

per elaborare i dati sensoriali ricevuti dalla realtà usando in modo naturale ed appropriato i cinque sensi,

allo scopo di costruire un' immagine dela realtà più simile possibile alla realtà effettiva,

che serva da riferimento per un' azione intelligente e conveniente nella realtà,

per scegliere invece di usare il cervello, non più collegato coi sensi e non più usato naturalmente ed appropriatamente per elaborare i dati sensoriali ricevuti dalla realtà usando in modo naturale ed appropriato i cinque sensi,

allo scopo di costruire un' immagine della realtà più simile possibile alla realtà effettiva che serva da riferimento per un' azione intelligente e conveniente nella realtà,

fino a ridursi in una condizione di totale alienazione dalla realtà,

che permetta di poter usare il cervello, a quel punto totalmente alienato dalla realtà, per costruire scenari fantasiosi e mistificatori della realtà, illusioni e menzogne,

che si scambieranno poi l' un con l' altro usando la cosiddetta "parola".

P.S. Il bisogno di milioni di esemplari della specie Homo Sapiens di stare nella "comunità" a scambiarsi, usando la "parola", scenari fantasiosi e mistificatori della realtà, illusioni e menzogne,

costruiti rinunciando a pensare, cioè ad usare in modo naturale ed appropriato il cervello, strumento di sopravvivenza peculiare della specie,

per elaborare i dati sensoriali ricevuti dalla realtà usando in modo naturale ed appropriato i cinque sensi,

rinunciando cioè ad usare il cervello per costruire un' immagine della realtà più simile possibile alla realtà effettiva che serva da riferimento per un' azione intelligente e conveniente nella realtà,

ed alienandosi di fatto dalla realtà,

perchè il cervello non più collegato coi sensi non viene più usato naturalmente ed appropriatamente per elaborare i dati sensoriali ricevuti dai cinque sensi allo scopo di costruire un' immagine dela realtà più simile possibile alla realtà effettiva che serva da riferimento per un' azione intelligente e conveniente nella realtà,

viene naturalmente esaltato dai pochissimi che possiedono tutta la riccheza e tutto il potere,

i quali esaltano in tutti i modi, usando i mass media tutti a loro disposizione,

la "comunità" e la tendenza a "stare in comunità" per scambiarsi, usando la "parola", scenari fantasiosi e mistificatori della realtà, illusioni e menzogne,

e diffondono tra le masse, usando i mass media tutti a loro disposizione,

la tendenza a "stare in comunità" per scambiarsi, usando la "parola", scenari fantasiosi e mistificatori della realtà, illusioni e menzogne,

perchè in tal guisa avranno a disposizione un gregge in cui omologare tutti gli altri, per farli stare tra loro a scambiarsi, usando la "parola", scenari fantasiosi e mistificatori della realtà, illusioni e menzogne,

costruiti rinunciando a pensare, cioè ad usare in modo naturale ed appropriato il cervello, strumento di sopravvivenza peculiare della specie,

rinunciando cioè ad usare il cervello per costruire un' immagine dela realtà più simile possibile alla realtà effettiva he serva da riferimento per un' azione intelligente e conveniente nella realtà,

in guisa tale da alienare tutti gli altri dalla realtà,

ed avere essi soli, cioè i pochissimi che possiedono tutta la ricchezza e tutto il potere,

quella "consapevolezza della realtà" a cui si giunge naturalmente stando da soli ad usare in modo naturale ed appropriato il cervello, strumento di sopravvivenza peculiare della specie,

per elaborare i dati sensoriali forniti dai cinque sensi allo scopo di costruire un' immagine dela realtà più simile possibile alla realtà effettiva,

ed usare poi quell' immagine dela realtà più simile possibile alla realtà effettiva, per un' azione intelligente e conveniente nella realtà,

un' azione intelligente e conveniente nella realtà che resta così possibile solo ai pochissimi che hanno tutta la riccherzza e tutot ilo potere.

Quando si ha bisogno di illusioni
gran parte del cervello
viene usata per non vedere la realtà

(Saul Bellow)




permalink | inviato da _Giamba_ il 11/9/2018 alle 18:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia     agosto   <<  1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8  >>  
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

diario
Terapia intensiva di disintossicazione musicale
MoVimento Cinque Stelle
Coglioni e coglionatori
Specchietti per le allodole
I misteri della poltica
Le donne e l'amore
Buone notizie
Una risata vi seppellirà
I teoremi dello zio Giamba
Ma quanto so' buoni 'sti ebrei !
L'arte che mi piace
Il cinema che mi piace
Signoraggio bancario
Altra informazione
Il lento ma inesorabile degrado dei sinistri
Ogni comunità è sempre e comunque una mafia
I contributi di Giovan Maria Catalan Belmonte
Mi beo degli zotici
Angoscia. illusione, mistificazione, controllo
Il paese della libertà ? Maddechè ?
Friedrich Wilhelm Nietzsche
Max Stirner
Detti e citazioni latine
Comunicando con gli altri bloggers
Zia Democra
I Taliani
Cultura identitaria
AUT AUT O la vita come valore o il denaro come valore
Il cristianesimo è un delirio contro natura
L'unica realtà che esiste è l'individuo
Pier Paolo Pasolini
I coatti mentecatti della società dei consumi
L’ insostenibile leggerezza dell’ essere
Il gioco E’ le sue regole
Il pericoloso delirio della Fede nell’ Umanità;
Uscire fuori dalla logica economica
Chi crede avvelena anche te ! Digli di smettere !
Il virus Rousseau
Nativi americani
Buffoni di corte
Ezra Pound
Mio figlio è un uomo di successo ! Mi dispiace signora...
Arguti cialtroni
La televisiun la t'endormenta come un cujun
La società umana o è patriarcale o non è
Totò
Vaticano S.P.A.
Pantelleria
Ma l'Italia è in grado di dare nutrimento a tutti 'sti immigrati ?
Habere non haberi
Teste di prete
Apologia dello stronzo
Don Matteo Renzie: il pretino democristiano
Luigi Pirandello
Julius Evola
Sub specie aeternitatis
Mass media e manipolazione

VAI A VEDERE

Giamba Facebook
Giamba Twitter
Il fatto quotidiano
Wikileaks
NO TAV
Anticapitalismo
Altra Informazione
Cambiare stile di vita
Manifesto antimodernità
Lettera del capo indiano Seattle al presidente USA


 

Tutti i miei posts sono pubblicati

anche sul mio profilo facebook

www.facebook.com/giamba.pellei  

 

Potete trovare tutti i miei tweets

sul mio proiflo twitter

https://twitter.com/GiambaLibero

 

Il corpo è la mia grande ragione.

Esso non dice IO.

Esso fa IO.

C'è più verità nel corpo

che in tutte le religioni e le filosofie

della Terra.

L'unica realtà che esiste è l'individuo.

La cosiddetta "comunità" 

è un'invenzione di ricchi e potenti,

ed è sempre e comunque una mafia,

creata per annichilire gli individui,

omologarli in un gregge

e portarli tutti insieme a tosare

per far lana per il padrone.

 

 

 

CERCA