Vivete da animali terreni consapevoli. In sintonia con il corpo e con la vita, con la Natura e con la Terra. Vivete da animali terreni consapevoli. Consapevoli di essere un fenomeno naturale ed una parte della Natura e della Terra, come tutti gli altri esseri viventi. Vivete da animali terreni consapevoli. Consapevoli della realtà naturale della vita e della morte, della naturale precarietà dell' esistenza e dell' assoluta estraneità degli altri. Vivete da animali terreni consapevoli. Seguite sempre i ritmi della Natura e della Terra e prendete dalla Natura e dalla Terra solo ciò che vi è necessario, consumando solo ciò di cui il vostro corpo ha bisogno per stare bene: cibo e acqua q.b., aria pura da respirare, una sana attività fisica e sessuale, un’ esistenza legata ai ritmi circadiani, otto ore per notte di sonno. Vivete da animali terreni consapevoli. Il corpo è la grande ragione. Esso non dice IO. Esso fa IO. C'è più verità nel corpo che in tutte le religioni e le filosofie della Terra. Vivete da animali terreni consapevoli. Trattate tutti gli esseri viventi con rispetto. Tra gli esemplari della specie Homo Sapiens trattate con rispetto solo quelli che trattano con rispetto voi e tutti gli esseri viventi. Vivete da animali terreni consapevoli. Il senso della vita è la vita e non esiste alcun "senso della vita" al di fuori della vita stessa. Vivete da animali terreni consapevoli. AUT AUT. O la Vita, la Natura e la Terra come valore. O il denaro e il profitto come valore. AUT AUT. O una società sana che ha la Vita, la Natura e la Terra come valore, che tuteli la Vita, la Natura e la Terra. O una società malata che ha il denaro e il profitto come valore, che distruggerà la Vita, la Natura e la Terra. Vivete da animali terreni consapevoli. In sintonia con il corpo e con la vita, con la Natura e con la Terra. Vivete da animali terreni consapevoli. Consapevoli di essere un fenomeno naturale ed una parte della Natura e della Terra, come tutti gli altri esseri viventi. Vivete da animali terreni consapevoli. Consapevoli della realtà naturale della vita e della morte, della naturale precarietà dell' esistenza e dell' assoluta estraneità degli altri. Vivete da animali terreni consapevoli. Seguite sempre i ritmi della Natura e della Terra e prendete dalla Natura e dalla Terra solo ciò che vi è necessario, consumando solo ciò di cui il vostro corpo ha bisogno per stare bene: cibo e acqua q.b., aria pura da respirare, una sana attività fisica e sessuale, un’ esistenza legata ai ritmi circadiani, otto ore per notte di sonno. Vivete da animali terreni consapevoli. Il corpo è la grande ragione. Esso non dice IO. Esso fa IO. C'è più verità nel corpo che in tutte le religioni e le filosofie della Terra. Vivete da animali terreni consapevoli. Trattate tutti gli esseri viventi con rispetto. Tra gli esemplari della specie Homo Sapiens trattate con rispetto solo quelli che trattano con rispetto voi e tutti gli esseri viventi. Vivete da animali terreni consapevoli. Il senso della vita è la vita e non esiste alcun "senso della vita" al di fuori della vita stessa. Vivete da animali terreni consapevoli. AUT AUT. O la Vita, la Natura e la Terra come valore. O il denaro e il profitto come valore. AUT AUT. O una società sana che ha la Vita, la Natura e la Terra come valore, che tuteli la Vita, la Natura e la Terra. O una società malata che ha il denaro e il profitto come valore, che distruggerà la Vita, la Natura e la Terra. Giamba2016 | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

Giamba2016
"Animale terreno consapevole" e/o "Genus fictus natura et historia" e/o "Io sono una forza del passato solo nella tradizione è il mio amore" sono tre modi diversi di dire la stessa cosa


Diario


29 dicembre 2018

Burattini del potere: il poliziotto, il prete, il buffone di corte, ovverossia la violenza, l'incantamento e lo sfogo, i tre strumenti tradizionali del potere in ogni società ingiusta in cui pochissimi possiedono tutta la ricchezza e tutto il potere


La società ingiusta, è una società in cui la ricchezza ed il potere sono distribuiti in modo diseguale tra i suoi componenti.

Tutte le società umane finora esistite sono state e sono società ingiuste: pochissimi individui possiedono tutta la ricchezza e tutti gli altri nessuna, e, conseguentemente, pochi individui possiedono tutto il potere e tutti gli altri nessuno.

E' ovvio ed inevitabile che una tale società crei tensioni,

perchè l' uguaglianza tra gli esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens è una condizione naturale, esistente già nello stato di natura, in cui nessun individuo è così forte da non poter essere ucciso da un altro,

e la sola società di cui conviene far parte è una società fondata sull' uguaglianza tra gli individui, in cui ogni componente possiede più o meno la stesa ricchezza e lo stesso potete,

quindi nessun individuo è disposto ad accettare passivamente una società ingiusta in cui pochissimi individui possiedono tutta la ricchezza e tutto il potere.

Ne consegue che quei pochissimi che possiedono tutta la ricchezza e tutto il potere si trovano necessariamente ed inevitabilmente in una situazione di continua tensione e violenza,

perchè tutti gli altri, che non possiedono nulla, cercano in tutti i modi, con le buone o con le cattive, di redistribuire ricchezza e potere,

e sono costretti a trovare degli strumenti per mantenere tutta la ricchezza e tutto il potere, conditio sine qua non per tenere in piedi quella società ingiusta e, con essa, la propria condizione di privilegio.

Lo strumento iniziale, il più semplice, il più immediato è ovviamente la violenza: chi ha tutti i soldi, non potendo operare da solo quella repressione, usa una parte dei suoi soldi per pagare un certo numero di suoi simili allo scopo di reprimere tutti gli altri usando la violenza: mertcenari, soldati, forze dell'ordine, esercito, carabinieri et ceteras et similia

LA VIOLENZA.

QUESTO E' IL LAVORO DEL PRIMO BURATTINO DEL POTERE: IL POLIZIOTTO



Ma chi ha tutti i soldi e tutto il potere si rende conto ben presto che quella forma di controllo sociale, o meglio di mantenimento di una società ingiusta, è troppo dispendiosa e, nel contempo, troppo visibile ed appariscente, ed ingenera ancora più violenza.

A quel punto nasce la religione che inventa l'amore tra gli uomini, un dio e la vita eterna:

in primis si inventa che esiste un interesse reale di ogni esemplare della specie Homo Sapiens per tutti gli altri, per poi dire che chi governa lo fa perchè è animato da questo amore nei confronti dei suoi simili e vuole il loro bene, per coprire la realtà di un governo di pochissimi finalizzato solo e soltanto a mantenere la ricchezza di quei pochissimi ed a tutelare gli interessi di quei pochissimi.

in secundis si inventa un dio, un essere soprannaturale che opportunamente sollecitato con rituali e preghiere, aiuta e provvede,

in tertiis una fantomatica vita eterna, anch'essa inventata, in cui il suddetto "dio" provvederà a punire i ricchi ed i potent che non amano i propri simili e non sono giusti ed a premiare i poveri sudditi giusti.

Tanto chi controlla ? Nessuno è mai tornato indietro per controllare...

Da queste premesse deliranti nasce la conclusione ancor più delirante: la giustizia non è di questa Terra, quindi bisogna rassegnarsi all' ingiustizia e perdonare i ricchi e potenti ingiusti in attesa di un presunto ed ipotetico dio che dopo la morte, in una presunta ed ipotetica vita eterna, riporterà la giustizia punendo i ricchi e potenti ingiusti e cattivi e punendo i poveri ed impotenti buoni.

In tal guisa milioni di esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens, incantati e rincoglioniti da migliaia di ometti in tonaca, se ne stanno buoni ed accettano ogni ingiustizia ed ogni sopraffazione dai pochissimi ricchi e pptenti.

L'INCANTAMENTO.

QUESTO E' IL LAVORO DEL SECONDO BURATTINO DEL POTERE: IL PRETE.



Ma la gravità dell'ingiustizia sociale, lo squilibrio nella distribuzione di ricchezza e di potere è talmente evidente e talmente clamorosa che gli esemplari della specie Homo Sapiens che non possiedono nulla e non decidono nulla, sudditi sottomessi che debbono subire tutte le ingiustizie del potere,

continuano a vedere ingiustizia e violenza nonostante l'azione del poliziotto e del prete, perchè non sono del tutto annichiliti nè dall'azione violenta e repressiva del poliziotto, nè dall'azione di incantamento del prete, che predica rassegnazione e perdono,

covano giustamente rancore e risentimento nei confronti di chi possiede tutta la ricchezza, tutto il potere e le loro vite

e continuano a cercare di cambiare la situazione in cui pochissimi possiedono tutta la ricchezza e tutto il potere, per giungere ad una società di liberi ed eguali in cui ricchezza e potere siano distribuiti in modo eguale tra tutti i componenti.

Serve anche una terza figura: il buffone di corte, uno che parla male, sbeffeggia, fa ironia e sarcasmo contro i pochissimi che possiedono tutta la ricchezza e tutto il potere, pagato dai pochissimi che possiedono tutta la ricchezza e tutto il potere,

per far sfogare i sudditi sottomessi, che subiscono ogni giorno ingiustizie e soperchierie, allo scopo di diminuire il loro rancore ed il loro risentimento.

Chiamo buffone di corte il terzo burattino del potere facendo riferimento al buffone di corte tradizionale, quello dei monarchi assoluti, che prendeva in giro il re davanti ai sudditi, pagato dal re, che viveva a corte e mangiava a corte, per far capire appieno la sua funzione.

Nella nostra società il buffone di corte ha ovviamente un aspetto diverso, perchè è il comico che fa satira, l' intellettuale e il giornalista che nei takl shows parla male dei pochissimi che possiedono tutta la ricchezza e tutto il potere,

ma la sua condizione è rimasta assolutamente uguale:

è uno che prende in giro il re, cioè i pochissimi che possiedono tutta la ricchezza e tutto il potere,

pagato dal re, cioè dai pochissimi che possiedono tutta la ricchezza e tutto il potere,

per far sfogare tutti gli altri, cioè i tantissimi che non possiedono alcuna ricchezza ed alcun potere.

LO SFOGO.

QUESTO E' IL LAVORO DEL TERZO BURATTINO DEL POTERE: IL BUFFONE DI CORTE





permalink | inviato da _Giamba_ il 29/12/2018 alle 8:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia     novembre   <<  2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11  >>   gennaio
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

diario
Terapia intensiva di disintossicazione musicale
MoVimento Cinque Stelle
Coglioni e coglionatori
Specchietti per le allodole
I misteri della poltica
Le donne e l'amore
Buone notizie
Una risata vi seppellirà
I teoremi dello zio Giamba
Ma quanto so' buoni 'sti ebrei !
L'arte che mi piace
Il cinema che mi piace
Signoraggio bancario
Altra informazione
Il lento ma inesorabile degrado dei sinistri
Ogni comunità è sempre e comunque una mafia
I contributi di Giovan Maria Catalan Belmonte
Mi beo degli zotici
Angoscia. illusione, mistificazione, controllo
Il paese della libertà ? Maddechè ?
Friedrich Wilhelm Nietzsche
Max Stirner
Detti e citazioni latine
Comunicando con gli altri bloggers
Zia Democra
I Taliani
Cultura identitaria
AUT AUT O la vita come valore o il denaro come valore
Il cristianesimo è un delirio contro natura
L'unica realtà che esiste è l'individuo
Pier Paolo Pasolini
I coatti mentecatti della società dei consumi
L’ insostenibile leggerezza dell’ essere
Il gioco E’ le sue regole
Il pericoloso delirio della Fede nell’ Umanità;
Uscire fuori dalla logica economica
Chi crede avvelena anche te ! Digli di smettere !
Il virus Rousseau
Nativi americani
Buffoni di corte
Ezra Pound
Mio figlio è un uomo di successo ! Mi dispiace signora...
Arguti cialtroni
La televisiun la t'endormenta come un cujun
La società umana o è patriarcale o non è
Totò
Vaticano S.P.A.
Pantelleria
Ma l'Italia è in grado di dare nutrimento a tutti 'sti immigrati ?
Habere non haberi
Teste di prete
Apologia dello stronzo
Luigi Pirandello
Julius Evola
Sub specie aeternitatis
Mass media e manipolazione

VAI A VEDERE

Giamba Facebook
Giamba Twitter
Wikileaks
Altra Informazione
Manifesto antimodernità
Lettera del capo indiano Seattle al presidente USA


 

 

 

  Trovate tutti i miei posts

anche sul mio profilo facebook

www.facebook.com/giamba.pellei    

  e tutti i miei tweets

sul mio profilo twitter

https://twitter.com/GiambaLibero

Genus fictus

natura et historia

e/o animale terreno

consapevole

e/o io sono

una forza del passato

solo nella tradizione

è il mio amore

sono tre modi diversi

di dire la stessa cosa.

L'unica realtà che esiste

è l'individuo.

  La cosiddetta "comunità" 

   è un'invenzione

di ricchi e potenti, 

  ed è sempre e comunque

una mafia,

  creata

per annichilire gli individui, 

 omologarli in un gregge

  e portarli tutti insieme

a tosare

per far lana per il padrone.

 
 
 

 

CERCA