Vivete da animali terreni consapevoli. In sintonia con il corpo e con la vita, con la Natura e con la Terra. Vivete da animali terreni consapevoli. Consapevoli di essere un fenomeno naturale ed una parte della Natura e della Terra, come tutti gli altri esseri viventi. Vivete da animali terreni consapevoli. Consapevoli della realtà naturale della vita e della morte, della naturale precarietà dell' esistenza e dell' assoluta estraneità degli altri. Vivete da animali terreni consapevoli. Seguite sempre i ritmi della Natura e della Terra e prendete dalla Natura e dalla Terra solo ciò che vi è necessario, consumando solo ciò di cui il vostro corpo ha bisogno per stare bene: cibo e acqua q.b., aria pura da respirare, una sana attività fisica e sessuale, un’ esistenza legata ai ritmi circadiani, otto ore per notte di sonno. Vivete da animali terreni consapevoli. Il corpo è la grande ragione. Esso non dice IO. Esso fa IO. C'è più verità nel corpo che in tutte le religioni e le filosofie della Terra. Vivete da animali terreni consapevoli. Trattate tutti gli esseri viventi con rispetto. Tra gli esemplari della specie Homo Sapiens trattate con rispetto solo quelli che trattano con rispetto voi e tutti gli esseri viventi. Vivete da animali terreni consapevoli. Il senso della vita è la vita e non esiste alcun "senso della vita" al di fuori della vita stessa. Vivete da animali terreni consapevoli. AUT AUT. O la Vita, la Natura e la Terra come valore. O il denaro e il profitto come valore. AUT AUT. O una società sana che ha la Vita, la Natura e la Terra come valore, che tuteli la Vita, la Natura e la Terra. O una società malata che ha il denaro e il profitto come valore, che distruggerà la Vita, la Natura e la Terra. Vivete da animali terreni consapevoli. In sintonia con il corpo e con la vita, con la Natura e con la Terra. Vivete da animali terreni consapevoli. Consapevoli di essere un fenomeno naturale ed una parte della Natura e della Terra, come tutti gli altri esseri viventi. Vivete da animali terreni consapevoli. Consapevoli della realtà naturale della vita e della morte, della naturale precarietà dell' esistenza e dell' assoluta estraneità degli altri. Vivete da animali terreni consapevoli. Seguite sempre i ritmi della Natura e della Terra e prendete dalla Natura e dalla Terra solo ciò che vi è necessario, consumando solo ciò di cui il vostro corpo ha bisogno per stare bene: cibo e acqua q.b., aria pura da respirare, una sana attività fisica e sessuale, un’ esistenza legata ai ritmi circadiani, otto ore per notte di sonno. Vivete da animali terreni consapevoli. Il corpo è la grande ragione. Esso non dice IO. Esso fa IO. C'è più verità nel corpo che in tutte le religioni e le filosofie della Terra. Vivete da animali terreni consapevoli. Trattate tutti gli esseri viventi con rispetto. Tra gli esemplari della specie Homo Sapiens trattate con rispetto solo quelli che trattano con rispetto voi e tutti gli esseri viventi. Vivete da animali terreni consapevoli. Il senso della vita è la vita e non esiste alcun "senso della vita" al di fuori della vita stessa. Vivete da animali terreni consapevoli. AUT AUT. O la Vita, la Natura e la Terra come valore. O il denaro e il profitto come valore. AUT AUT. O una società sana che ha la Vita, la Natura e la Terra come valore, che tuteli la Vita, la Natura e la Terra. O una società malata che ha il denaro e il profitto come valore, che distruggerà la Vita, la Natura e la Terra. Giamba2016 | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

Giamba2016
"Animale terreno consapevole" e/o "Genus fictus natura et historia" e/o "Io sono una forza del passato solo nella tradizione è il mio amore" sono tre modi diversi di dire la stessa cosa


Diario


28 dicembre 2018

Il coatto è uno "costretto" ed il mentecatto è uno "dalla mente presa" da una sola visione della vita, che è la sola possibile, da trasmettere a tutti gli altri: questo vale sia per il coatto mentecatto cristiano, sia per il coatto mentecatto consumista


Coatto

Significato: Imposto con la forza, obbligato; pensiero o impulso percepito come estraneo ma ineludibile; come sostantivo, soggetto a domicilio coatto, delinquente, ma anche individuo rozzo

Etimologia: dal latino coactus, participio passato di cògere 'costringere'.

Questa parola ha un nocciolo di significato molto preciso. Letteralmente il coactus latino è infatti ciò che è costretto, obbligato.

Mentecatto
Significato: Infermo di mente, matto, scemo

Etimologia: dal latino: mente captus preso nella mente.

Consumismo e cristianesimo sono due deliri contro natura e contro la vita, che alienano milioni di esemplari della specie Homo Sapiens dalla sintonia naturale col corpo e con la vita, con la Natura e con la Terra

Il consumismo  è come il cristianesimo: un delirio contro natura e contro la vita che attecchisce su esemplari della specie Homo Sapiens incapaci di vivere con la consapevolezza della realtà naturale della vita e della morte, della naturale precarietà dell' esistenza e dell' assoluta estraneità dell' altro, in sintonia naturale col corpo e con la vita, con la Natura e con la Terra.

Il consumismo, come il cristianesimo, per continuare a delirare e a diffondere il suo delirio sulla Terra tra milioni di esemplari della specie Homo Sapiens , accusa di delirare gli esemplari della specie Homo Sapiens sani, che vivono con la consapevolezza della realtà naturale della vita e della morte, della naturale precarietà dell' esistenza e dell' assoluta estraneità dell' altro, in sintonia naturale col corpo e con la vita, con la Natura e con la Terra.

Tu sei un' idealista, un sognatore, o peggio ancora un pazzo.

Questo è quel che si dice a tutti quegli esemplari sani della specie Homo Sapiens Sapiens, che fortunatamente sono sempre di più, i quali, constatando la realtà delle condizioni ambientali della Natura e della Terra,

cercano di segnalare ai loro simili che il modello di vita consumistico è un modello di vita folle, delirante e contro natura, 

un modello di vita follemente autoreferenziale, che ha come solo riferimento se stesso ed ha come scopo solo l'aumento dei consumi,, della produzione, del fatturato, del PIL e dei profitti dei pochissimi che possiedono tutta la ricchezza, tutte le banche e tutte le imprese, 

che sono gli stessi che possiedono tutti i mass media e li usano per diffondere il modello di vita consumistico, bombardando i cervelli dalla culla alla tomba e da mane a sera con il suo Pensiero Unico: "Solo il consumo dà la felicità ed il denaro, che serve per consumare, è il solo valore",

in guisa tale da portare milioni di esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens a "lavorare per produrre oggetti e/o servizi inutili allo scopo di guadagnare soldi per comprare oggetti e/o servizi inutili",

e provocare così un' esasperazione folle, delirante e contro natura dei consumi, della produzione, del fatturato e del PIL, per aumentare i profitti dei pochissimi che possiedono tutta la ricchezza, tutte le banche e tutte le imprese, 

con la terribile conseguenza, necesaria ed inevitabile. di provocare un  inquinamento ambientale che crea sulla Terra delle condizioni ambientali che rendono impossibile la vita.

Perchè ciò accada è facilmente comprensibile.

Se per provocare l' esasperazione folle, delirante e contro natura dei consumi, della produzione, del fatturato e del PIL, necessaria ad aumentare i profitti dei pochissimi che possiedono tutta la ricchezza, tutte le banche e tutte le imprese, 

si induce in milioni di esemplari della specie Homo Sapiens l' ossessiva ricerca di consumi non solo inutili e superflui, ma addirttura dannosi per la salute del corpo,

si alienano milioni di esemplari della specie Homo Sapiens dalla consapevolezza della realtà naturale della vita e della morte, della naturale precarietà dell' esistenza e dell' assoluta estraneità dell' altro e dalla sintonia naturale col corpo e con la vita, con la Natura e con la Terra,

e, conseguentemente, si alienano milioni di esemplari della specie Homo Sapiens dall' istintiva e naturale consapevolezza dei bisogni naturali per portare avanti la volta;

a quel punto milioni di esemplari della specie Homo Sapiens non hanno più come riferimento per i loro comportamenti e per i loro consumi il loro corpo e con la vita, la Natura e la Terra, la salute del loro corpo e della loro vita, la salute dela Natura e della Terra,

e tutti insieme operano concretamente e quotidianamente per provocare quell' inquinamento ambientale che crea sulla Terra delle condizioni ambientali che rendono impossibile la vita.

In realtà, come è facilmente comprensibile per chiunque non sia completamente posseduto e plagiato dal Pensiero Unico bombardato nei cervelli dai mass media della societàdelconsumodellaproduzionedellusura,

quindi convinto dogmaticamente che "Solo il consumo dà la felicità ed il denaro, che serve per consumare, è il solo valore" sia una Verità Assoluta, 

e che il modello di vita consumistico sia non solo il migliore possibile, ma il solo possibile,

quelli che sollevano quelle questioni e quei problemi di cui sopra, segnalando la gravissima pericolosità del modello di vita consumistico per la Vita, per la Natura e per la Terra, lungi dall' essere degli idealisti, dei sognatori o peggio ancora dei pazzi, sono in realtà gli esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens più concreti, più pragmatici e più sani di mente,

animali terreni consapevoli che vivono solidamente e concretamente sulla Terra, in sintonia col proprio corpo e con la propria vita, con la Natura e con la Terra.

A questo punto bisogna chiedersi come mai accada 'sta cosa per cui chi cerca di segnalare dei problemi reali della Natura e della Terra, di spiegare che questi problemi reali della Natura e della Terra sono generati dal modello di vita consumistico, che è un modello di vita folle, delirante e contro natura, che deve essere al più presto abbandonato, viene accusato di essere  un' idealista, un sognatore, o peggio ancora un pazzo.

Quello che accade è quello che è accaduto moltissime volte nella storia umana: molti esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens, che è di fatto l'unica specie vivente consapevole della realtà naturale della vita e della morte, sono angosciati da quella consapevolezza della realtà naturale della vita e della morte

e preferiscono qualsiasi illusione, qualsiasi menzogna e qualsiasi delirio alla consapevolezza della realtà naturale della vita e della morte, 

perchè l' illusione, la menzogna ed il delirio cancellano in loro la consapevolezza della realtà naturale della vita e della morte e l'angoscia che ne consegue,

ERGO

essi preferiscono un modello di vita che è certamente folle, delirante e contro natura, fondato sull' illusione, sulla menzogna e sul delirio, 

ma da cui sono violentemente attratti perchè ha la capacità di cancellare la consapevolezza della realtà naturale della vita e della morte,

piuttosto che un modo di vivere sano e naturale, da animali terreni consapevoli che vivono nella realtà terrena consapevoli della realtà naturale della vita e della morte.

Il modello di vita consumistico, nella fattispecie, è perfetto per questo scopo, cioè per cancellare con un delirio la consapevolezza della realtà naturale della vita e della morte,

perchè è un immane delirio, che, esattamente come il cristianesimo, propone un presunto ed ipotetico "paradiso", 

e che a differenza del cristianesimo lo propone in vita e sulla Terra, e non, come il cristianesimo, in una presunta ed ipotetica vita dopo la morte.

Il consumismo mentendo, illudendo, millantando e mistificando, esattamente nello  stesso modo in cui mente, illude, millanta e mistifica il cristianesimo, fa balenare in milioni di mentecatti la possibilità di  un' esistenza terrena che sia un presunto ed ipotetico "paradiso terrestre",

in cui ogni esemplare della specie Homo Sapiens Sapiens vive in un "eterno presente di eterna felicità"  in cui può soddisfare tutti i bisogni, non solo quelli essenziali e naturali, ma anche qualunque altro eventuale bisogno che egli possa immaginare e creare,

un "eterno presente di eterna felicità" in cui non esistono più il passato ed il futuro, la nascita e la morte, in cui la consapevolezza della realtà naturale della vita e della morte, che angoscia, viene completamente cancellata.

Naturalmente ed ovviamente il delirio "consumismo", come il delirio "cristianesimo" e come tutte le menzogne, tutte le illusioni e tutti i deliri viene propinato agli esemplari più  deboli della specie Homo Sapiens Sapiens, quelli angosciati dalla consapevolezza della realtà della vita e della morte, quindi incapaci di vivere sulla Terra come animali terreni consapevoli della realtà naturale della vita e della morte,

da altri esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens, non solo consapevoli della realtà e capaci di vivere consapevolmente nella realtà, ma vieppiù consapevoli che invece molti loro simili hanno invece bisogno di menzogne deliri ed illusioni per vivere,

i quali argutamente diffondono menzogne, illusioni e deliri tra i loro simili per indirizzare verso un tipo di esistenza, fondata su quelle menzogne, quelle illusioni e quei deliri, che permette loro di poter controllare, sfruttare ed usare quei disgraziati mentecatti, utilizzandoli come  strumenti per realizzare i loro interessi e trarne profitto per se stessi e per la loro vita.

Quel che accade, nella fattispecie del delirio "consumismo",  è che quell' 1% di individui che possiede tutta la ricchezza, tutte le banche e tutte le imprese ha bisogno di tenere alti i consumi, la produzione ed il PIL, 

per tenere alti i profitti delle banche e delle imprese, cioè delle sue banche e delle sue imprese, visto e considerato che banche ed imprese sono tutte le sue,

e per ottenere questo scopo usa i mass media, anch' essi tutti in suo possesso,

ìn primis per bombardare i cervelli dalla culla alla tomba e da mane a sera ripetendo dieci cento mille volte al giorno il Pensiero Unico della societàdelconsumodellaproduzioneedellusura: "Solo il consumo dà la felicità ed il denaro, che serve per consumare, è il solo valore",

per infilare singolarmente in ogni cervello quel Pensiero Unico come Dogma,

in secundis  col dogma della "socializzazione", a colpi di "Bisogna stare sempre tutti insieme", "Chi sta insieme agli altri è sano e felice". "Chi sta da solo è malato ed infelice" et ceteras et similia,

in guisa tale che i poveracci, singolarmente posseduti e plagiati da quel Pensiero Unico, stiano sempre e comunque insieme agli altri, anche loro singolarmente posseduti e plagiati da quel Pensiero Unico, a ripetersi e confermarsi l'un con l' altro che si si è proprio vero: "Solo il consumo dà la felicità ed il denaro, che serve per consumare, è il solo valore".

A questo punto, avendo a disposizione milioni di  mentecatti, tutti assolutamente e dogmaticamente convinti che "Solo il consumo dà la felicità ed il denaro, che serve per consumare, è il solo valore".

è un gioco da ragazzi proporgli il modello di vita consumistico come quello che permette di rendere concreto quel Dogma e di farlo esistenza,

è un gioco da ragazzi proporgli un "paradiso terrestre", in cui ogni esemplare della specie Homo Sapiens Sapiens vive in un "eterno presente"  in cui può disporre di tutti i consumi che vuole, per soddisfare tutti i bisogni che vuole, non solo quelli essenziali e naturali, ma anche qualunque bisogno possa immaginare e creare,

è un gioco da ragazzi proporgli un "paradiso terrestre" un  "eterno presente" di "eterna felicità" in cui non esistono più il passato ed il futuro, la nascita e la morte,

che cancelli la consapevolezza della realtà naturale della vita e della morte che li angoscia.

Come è possibile avere questo "paradiso terrestre" che cancella il passato ed il futuro, la nascita e la morte, ergo la  consapevolezza dell realtà naturale della vita e della morte che angoscia ?

Semplicissimo.

Basta consumare sempre di più perchè, come si sa, "Solo il consumo dà la felicità"

ed avere sempre più denaro, che serve per consumare, perchè, come si sa, "il denaro che serve per consumare e realizzare la felicità è il solo valore",

e per avere più denaro e per consumare basta andare a "lavorare per produrre oggetti e/o servizi inutili allo scopo di guadagnare soldi per comprare oggetti e/o servizi inutili".

In tal guisa i pochissimi che possiedono tutta la ricchezza, tutte le imprese e tutti i mass media

riescono a controllare, sfruttare ed usare tutti gli altri per tenere alti consumi, produzione, fatturati e  PIL ergo i profitti delle banche e delle imprese, cioè i loro profitti, perchè banche ed imprese sono tutte le loro, 

semplicemente usando i loro mass media per diffondere tra i loro simili una menzogna, un' illusione, che serva a cancellare nei loro simili la consapevolezza della realtà che essi non reggono proponendogli il delirio di cui essi hanno bisogno:

il Pensiero Unico della societàdelconsumodellaproduzioneedellusura,

per poi proporgli il modello di vita consumistico come un "paradiso terrestre", in cui ogni esemplare della specie Homo Sapiens Sapiens vive in un "eterno presente"  in cui può disporre di tutti i consumi che vuole, per soddisfare tutti i bisogni che vuole, non solo quelli essenziali e naturali, ma anche qualunque bisogno possa immaginare e creare,

un "paradiso terrestre" un  "eterno presente" di "eterna felicità" in cui non esistono più il passato ed il futuro, la nascita e la morte, in cui la consapevolezza della realtà naturale della vita e della morte viene completamente cancellata.

E con questo ho risposto alla domanda che avevo posto all' inizio:

"Come è possibile che chi cerca di segnalare dei problemi reali della Natura e della Terra, di spiegare che questi problemi reali della Natura e della Terra sono generati dal modello di vita consumistico, che è un modello di vita folle, delirante e contro natura, che deve essere al più presto abbandonato, viene accusato di essere  un' idealista, un sognatore, o peggio ancora un pazzo ?"

E' possibile perchè accade quello che è spesso accaduto sulla Terra: 

la maggioranza degli esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens ha bisogno di un delirio, ed è avvinta alle sue menzogne ed alle sue illusioni per cancellare la consapevolezza della realtà naturale della vita e della morte che l' angoscia

ergo la maggioranza degli esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens delira;

e se la maggioranza degli esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens delira, avvinta alle sue menzogne ed alle sue illusioni per non avere consapevolezza della realtà naturale della vita e della morte,  che l'angoscia,

quelli che hanno consapevoleza della realtà, quelli che ragionano e che cercano di far ragionare,

vengono definiti idealisti, sognatori, o peggio ancora pazzi,

perchè definendoli idealisti, sognatori, o peggio ancora pazzi,

la maggioranza degli esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens che delira, avvinta alle sue menzogne ed alle sue illusioni per non avere consapevolezza della realtà naturale della vita e della morte,  che l'angoscia,

evita di giungere alla consapevolezza della realtà

e può continuare a delirare avvinta alle sue menzogne ed alle sue illusioni per non avere consapevolezza della realtà naturale della vita e della morte,  che l'angoscia.

Quando finirà il delirio ?

Come sempre...

Quando il delirio che serve a cancellare la consapevolezza della realtà

ergo l' inconsapevolezza della realtà che ne deriva porterà necessariamente ed inevitabilmente ad un epilogo finale drammatico, 

quell' epilogo finale drammatico che è inesorabile ed ineluttabile per chiunque non abbia cansapevolezza della realtà, e conseguentemente, non avendo quella cosnapevolezza dela realtà, non si occupa della realtà.

P.S.

Se si vuole diffondere la consapevolezza che consumismo e cristianesimo sono la stessa cosa, cioè due deliri che alienano dal corpo e dalla vita, dalla Natura e dalla Terra,

bisogna partire dalla consapevolezza, dare per scontato e mettere in preventivo che la maggior parte dei mentecatti che vive in questa società, plagiata dai mass media della società consumistica, è convinta che consumismo e cristianesimo siano due weltanschauung in contrapposizione tra loro,

perchè quei mass media glieli presenta consapevolmente e scientificamente in contrapposizione tra loro per fargli scegliere uno o l' altro,

proponendogli una finta contrapposizione che porta necessariamente i suddetti mentecatti, alla fin fine, qualunque delle due scelgano, a cadere nel' alienazione da se stessi, dalla loro vita e dal loro corpo, dalla natura e dalla Terra,

ad una condizione di totale inconsapevolezza della realtà che permette poi, a chi possiede tutta la ricchezza, tutte le banche e tutte le imprese, di fare di loro quel che vogliono

'Nzomma.

Se si vuole portare consapevolezza della realtà bisogna dare per scontato e mettere in preventivo, che i mentecatti che delirano perchè hanno bisogno di delirare per non vedere la realtà , per continuare nel loro delirio che non vuole saperne di giungare alla consapevolezza della realtà, accuseranno di essere pazzi quelli che cercano di riportarli alla consapevolezza della realtà.

Non è facile credetemi, e ve lo dico per esperienza, cercare far ragionare chi vive di deliri, perchè come diceva Saul Bellow;: "Quando si ha bisogno di illusioni il cervello viene usato per non vedere la realtà" .






permalink | inviato da _Giamba_ il 28/12/2018 alle 8:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia     novembre   <<  4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13  >>   gennaio
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

diario
Terapia intensiva di disintossicazione musicale
MoVimento Cinque Stelle
Coglioni e coglionatori
Specchietti per le allodole
I misteri della poltica
Le donne e l'amore
Buone notizie
Una risata vi seppellirà
I teoremi dello zio Giamba
Ma quanto so' buoni 'sti ebrei !
L'arte che mi piace
Il cinema che mi piace
Signoraggio bancario
Altra informazione
Il lento ma inesorabile degrado dei sinistri
Ogni comunità è sempre e comunque una mafia
I contributi di Giovan Maria Catalan Belmonte
Mi beo degli zotici
Angoscia. illusione, mistificazione, controllo
Il paese della libertà ? Maddechè ?
Friedrich Wilhelm Nietzsche
Max Stirner
Detti e citazioni latine
Comunicando con gli altri bloggers
Zia Democra
I Taliani
Cultura identitaria
AUT AUT O la vita come valore o il denaro come valore
Il cristianesimo è un delirio contro natura
L'unica realtà che esiste è l'individuo
Pier Paolo Pasolini
I coatti mentecatti della società dei consumi
L’ insostenibile leggerezza dell’ essere
Il gioco E’ le sue regole
Il pericoloso delirio della Fede nell’ Umanità;
Uscire fuori dalla logica economica
Chi crede avvelena anche te ! Digli di smettere !
Il virus Rousseau
Nativi americani
Buffoni di corte
Ezra Pound
Mio figlio è un uomo di successo ! Mi dispiace signora...
Arguti cialtroni
La televisiun la t'endormenta come un cujun
La società umana o è patriarcale o non è
Totò
Vaticano S.P.A.
Pantelleria
Ma l'Italia è in grado di dare nutrimento a tutti 'sti immigrati ?
Habere non haberi
Teste di prete
Apologia dello stronzo
Luigi Pirandello
Julius Evola
Sub specie aeternitatis
Mass media e manipolazione

VAI A VEDERE

Giamba Facebook
Giamba Twitter
Wikileaks
Altra Informazione
Manifesto antimodernità
Lettera del capo indiano Seattle al presidente USA


 

 

 

  Trovate tutti i miei posts

anche sul mio profilo facebook

www.facebook.com/giamba.pellei    

  e tutti i miei tweets

sul mio profilo twitter

https://twitter.com/GiambaLibero

Genus fictus

natura et historia

e/o animale terreno

consapevole

e/o io sono

una forza del passato

solo nella tradizione

è il mio amore

sono tre modi diversi

di dire la stessa cosa.

L'unica realtà che esiste

è l'individuo.

  La cosiddetta "comunità" 

   è un'invenzione

di ricchi e potenti, 

  ed è sempre e comunque

una mafia,

  creata

per annichilire gli individui, 

 omologarli in un gregge

  e portarli tutti insieme

a tosare

per far lana per il padrone.

 
 
 

 

CERCA