Blog: http://Giamba2016.ilcannocchiale.it

Animali che delirano. Ogni volta percorrono la stessa triste sequenza...


Tutti i miei posts 
sono pubblicati qui
sul mio profilo facebook 
Giamba Libero Pellei
e sull' altro mio blog
www.giambalibero.wordpress.com


Animali che delirano.

Ogni volta percorrono la stessa triste sequenza...

L'inizio è l' angoscia generata dalla consapevolezza della realtà naturale della vita e della morte, della naturale precarietà e casualità dell' esistenza e della assoluta estraneità dell' altro.

La risposta delirante, generata dall' angoscia e dettata dall' angoscia, è la costruzione di visioni deliranti della vita, della morte e degli uomini che cancellino quella consapevolezza che li angoscia: uno dei tanti deliri del delirante pensiero dualistico della tradizione platonico - giudaico - cristiana, cioè platonismo, ebraismo, cristianesimo,, idealismo, hegelismo e altre minchiate simili e/o una delle tante altrettanto deliranti visioni scientifico - fisico - matematiche.

Lo scopo che si prefiggono è quello di cancellare la consapevolezza della realtà naturale della vita e della morte, della naturale precarietà e casualità dell' esistenza, dell' assoluta estraneità dell' altro, che li angoscia

ma naturalmente ed ovviamente

la realtà naturale della vita e della morte, della naturale precarietà e casualità dell' esistenza e dell' assoluta estraneità dell' altro restano immutate ed immutabili

ergo

il risultato raggiunto è quello di alienarsi dalla realtà naturale della vita e della morte, dalla naturale precarietà e casualità dell' esistenza, dell' assoluta estraneità dell' altro

ergo

di alienarsi da se stessi, dal loro corpo e dalla loro vita, dalla Natura e dalla Terra, fino a divenire incapaci di gestire intelligentemente se stessi, il loro corpo e la loro vita, la Natura e la Terra.

In più, a peggiorare la loro situazione fino a renderla insostenibile ed indifendibile, e la loro esistenza fino a renderla impossibile e invivibile, il delirio di voler portare agli altri la loro presunta ed ipotetica "Verità", che in realtà è solo un banale espediente per cancellare la consapevolezza della realtà, delirio portato avanti sempre in modo ossessivo ed intollerante, spesso in modo violento, che scatena la violenza dovunque vanno.

Per tutti l'epilogo è l' alienazione da se stessi, dal corpo e dalla vita, dalla Natura e dalla Terra.

Per molti è la depressione e la malattia.

Per alcuni è il suicidio.

Il corpo è la mia grande ragione. Esso non dice IO, Esso fa IO.

C'è più verità nel mio corpo che in tutte le relgiioni e le filosofie della Terra.

Gli altri animali vedono nell' uomo un essere simile a loro che ha perso il sano intelletto animale: vedono nell' uomo l'animale che delira.

(Friedrich Wilhelm Nietzsche)



Pubblicato il 17/7/2017 alle 18.58 nella rubrica Angoscia. illusione, mistificazione, controllo.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web