Blog: http://Giamba2016.ilcannocchiale.it

Nella manipolazione renziana del caso Consip assistiamo alla normale attività di un italiano medio, discepolo dei preti, maestri di tutti i cazzari della Terra, cresciuto avendo come riferimento gli ometti in tonaca che incantano il colto e l' inclita





Nella manipolazione renziana del caso Consip assistiamo alla normale attività di un italiano medio discepolo dei preti, maestri di tutti i cazzari della Terra, e del componenti del suo clan cristiano - comunitario - mafioso, cresciuti, come lui avendo come riferimento gli ometti in tonaca, maestri di tutti i cazzari della Terra, ed impressionati come lui ergo desiderosi come lui, fin da piccoli, di emulare gli ometti in tonaca capaci di tenere avvinti il colto e l'inclita delirando di dei e vite eterne, morti che resuscitano e vergini che partoriscono, della vita terrena che non è la vera vita perchè la vera vita è quella presunta ed ipotetica dopo la morte, nonchè di ricchi premi e cotillons, varie ed eventuali, et ceteras et similias, in una presunta ed ipotetica vita dopo la morte.

Una realtà secolare, caratteristica peculiare del territorio italiano, da secoli territorio della chiesa cattolica, e del modo di pensare e vivere degli italiani, da secoli educati e forgiati dai maestri di tutti i cazzari, i preti, da affrontare serenamente, svelando con calma e ragionevolezza tutti i deliri, tutte le mistificazioni e tutte le menzogne che i cazzari via via inventano e diffondono, senza mai illudersi che smetteranno, ma con la ferma e certa consapevolezza che per ogni loro delirio rivelato, per ogni loro mistificazione svelata, per ogni loro menzogna scoperta, essi inventeranno sempre e comunque nuovi deliri, nuove mistificazioni, nuove menzogne, sempre più complicati e sempre più raffinati, un pò destinati agli altri, perchè da sempre vivono e prosperano spacciando agli altri i loro deliri, le loro mistificazioni e le loro menzogne e sanno vivere e prosperare solo in quel modo, un pò destinati a se stessi, perchè i loro deliri, le loro mistificazioni e le loro menzogne li raccontano anche a se stessi, come strumento per cancellare la consapevolezza della realtà naturale della vita e della morte, della naturale precarietà dell' esistenza e dell' assoluta estraneità degli altri, che li angoscia.


Pubblicato il 19/9/2017 alle 8.18 nella rubrica Arguti cialtroni.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web