Blog: http://Giamba2016.ilcannocchiale.it

Breve dialogo tra Giamba, Micheline e Roberta col sinistro Stefano Borroni, il quale, tuttora inspiegabilmente convinto della sua superiorità morale ed intellettuale, che si è autoattribuito, approccia tutti dall' alto del suo piedistallo...


..perchè se scendesse dal piedistallo anche quei pochi che ancora non se sono accorti si accogerebbero che lui, come tutti i sinistri, è un coglione.

Giamba Libero Pellei scrisse o scrivette:

"Piangere ipocritamente sugli effetti serve soltanto a nascondere le cause" ovverossia: "La Francia di Macron che piange sui barconi degli immigrati è la stessa Francia che continua a sfruttare ed impoverire gli africani"

Il sinistro Stefano Borroni rispose o rispondette:

"Si sono scelti il nuovo nemico e si chiama Francia quella democratica che ha eletto Macron.."

Giamba Libero Pellei precisò o precisette:

"Democratico Macron ? Il cameriere delle banche e della finanza ? Lo sfruttatore dell' Africa ? Ma mi faccia il piacere !"

Micheline Suriano riprecisò o riprecisette:

"Stefano Borroni informatevi. Macron molto più razzista di Salvini casomai. È con le ruspe che ha distrutto i campi di immigrati che aspettavano a Calais per traversate la Manica. È con le ruspe che ha distrutto le tende di tutti quelli che stavano sulle rive della Senna. È lui anche che continua a tenere chiusi i porti e le frontiere francesi. Con tutti i video che lo spiegano su Internet possibile che non siate ancora informati di questa realtà ? "

A sto punto il sinistro Stefano Borroni sbottò o sbottette e prima rivolto a me esclamò o esclamette:

"Giamba Libero Pellei la tua è e' solo propaganda e malafede Toto' e Italietta compresi. Vai in pace testina".

e poi rivolto a Micheline Suriano esclamò o esclamette:

"Micheline Suriano cara ... Tutte queste cose le sappiamo io le vedo ogni giorno ... Cara vedi.. il tema pero' e' un altro cara..." non metta le noci nel pesto cara non ci vanno".

A 'sto punse giunse Roberta Cassaghi che ironicamente chiese o chiedette:

" O Stefano Borroni non capisco tutte ste “cara”..."

Giamba Libero Pellei rispose o rispondette a Roberta proponendosi l'intento di spiegare a lei e a tutti gli altri la fenomenologia del sinistro Borroni:

"A te "cara". A me "testina". Ad altri "Io sono io e voi non siete un cazzo". Non preoccuparti...

E' la manifestazione normale, o per meglio dire "anormale" del sinistro che si crede superiore moralmente ed intellettualmente a tutti.

E' l' eterno irriducibile ed ineluttabile delirio dei sinistri che si autoattribuiscono superiorità morale ed intellettuale, oramai giunto al livello di delirio psicotico perchè incapace di connettersi con la realtà e di tener conto dello stillicidio di avvertimenti quotidiani con cui la realtà cerca di avvertirli della loro coglionaggine.

Ma d'altronde come sarebbe possibile qualcosa di diverso ?

Chi se non un coglione potrebbe autoconferirsi superiorità morale ed intellettuale e continuare a presumere di averla eternamente, irriducibilmente ed ineluttabilmente ?


O NOOO ??

Mastica e sputa
da una parte il miele
mastica e sputa
dall'altra la cera..

Ho visto Nina Volare -
Fabrizio de Andrè

https://www.youtube.com/watch?v=ma0PAQXat6E










Pubblicato il 22/1/2019 alle 18.58 nella rubrica Il lento ma inesorabile degrado dei sinistri.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web