Blog: http://Giamba2016.ilcannocchiale.it

Domanda Beppe Grillo: "Com'è che sembra che noi non riusciamo ad adattarci all’ambiente senza distruggerlo ?" Rispondo: "Trattasi delle conseguenze devastanti del pensiero dualistico platonico - giudaico - cristiano...


...con cui gli esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens, per cancellare la consapevolezza della realtà naturale dela vita, della morte e della precarietà dell' esistenza, che li angoscia,

inventano dei, vite eterne ed anime eterne,

per poi delirare di se stessi come dotati di una presunta ed ipotetica "anima" e/o "spirito"

ed in quanto tali portatori di un Mondo Ideale e di un Uomo Ideale, che gli esemplari della specie Homo Sapiens Spaiens, in quanto dotati di una presunta ed ipotetica "anima" e/o "spirito", quindi esseri spirituali", avrebbero in sè,

da cui scaturirebbe la capacità, che la specie delirando si autoattribuisce, di poter forgiare la Natura e la Terra come vuole, perchè la Natura e la Terra sarebbero solo "vile e volgare materia",

mentre gli esemplari dlela specie Homo Sapiens Sapiens sarebbero "esseri spirituali", in quanto tali "destinati a forgiare la Natura e la Terra".

Ne consegue che una specie vivente come tutte le altre, che è un fenomeno naturale ed una parte della Natura,

si pone al di sopra della Natura,

autoattribuendosi il compito di "forgiarla secondo la sua Idea di Mondo e Uomo Ideale" in quanto "spirituale"

senza tener conto delle leggi naturali che permettono di vivere in modo sano. alla Natura e a tutti gli esseri viventi, quindi anche agli esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens, che sono un fenomeno naturale ed una parte della Natura, che solo in una Natura sana possono vivere.

La conseguenza è che una specie che delira di "essere spirituale",
e che delirando si autoattribuisce la "missione" di dover forgiare la Natura e la Terra come vuole, perchè la Natura e la Terra sarebbero solo "vile e volgare materia",

agisce sulla Natura e sulla Terra senza tenere conto delle leggi naturali che permettono di vivere in modo sano alla Natura e a tutti gli esseri viventi, quindi anche agli esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens, che sono un fenomeno naturale ed una Parte della Natura, che solo in una Natura sana possono vivere,

producendo sulla Natura e sulla Terra gli effetti devastanti che oramai tutti sono in grado di vedere.

La soluzione ?

La specie Homo Sapiens Sapiens torni a considerare se stessa come una specie vivente come tutte le altre, cioè come un fenomeno naturale ed una parte della Natura,

e tenga conto, in ogni suo comportamento futuro, delle leggi naturali che permettono di vivere in modo sano alla Natura e a tutti gli esseri viventi,

quindi anche agli esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens, i quali, in quanto fenomeno naturale e parte della Natura, possono vivere solo e soltanto in una Natura sana".cie vivente come tutte le altre, cioè come un fenomeno naturale ed una parte della Natura,

e tenga conto, in ogni suo comportamento futuro, delle leggi naturali che permettono di vivere in modo sano alla Natura e a tutti gli esseri viventi,

quindi anche agli esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens, i quali, in quanto fenomeno naturale e parte della Natura, possono vivere solo e soltanto in una Natura sana".


Pubblicato il 11/9/2019 alle 8.18 nella rubrica I teoremi dello zio Giamba .

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web